Cercate ciò che vi emoziona e vivrete meglio

E tu, cosa ti emoziona? Cosa fa vibrare il tuo cuore e riempire la tua mente di illusioni, progetti e sogni da realizzare? Le persone hanno bisogno di quei piccoli "massimi" quotidiani della dopamina per sentirsi vivi e andare avanti. Scopri come raggiungerlo.
Cercate ciò che vi emoziona e vivrete meglio
Valeria Sabater

Scritto e verificato da la psicologa Valeria Sabater.

Ultimo aggiornamento: 28 novembre, 2022

Dicono che uno dei più grandi hobby di Miguel de Unamuno (oltre alla scrittura e all’insegnamento) fosse l’origami e, in particolare, la creazione di papillon di carta. Anche se l’ha chiamata cocotologia, e da qui il suo libro molto curioso Appunti per un trattato di cocotologia. Insomma, cercate ciò che vi emoziona e sarete felici!

Si dice anche che la poetessa Emily Dickinson avesse una passione per la cottura del pane e che adorasse l’aroma della pasta appena fatta e che, oltre alle ricette che preparava, scrivesse anche i suoi primi versi. Colpisce anche una delle passioni di Agatha Christie: l’archeologia. Da bambina fece un sogno rivelatore: aveva visto portare alla luce antiche città e vestigia artistiche di tempi remoti. Da quel momento, era sempre rimasta affascinata da quel mondo.

Cercate ciò che vi emoziona

Sebbene la sua vita abbia preso altre direzioni, all’età di 40 anni si recò nell’antica città di Ur, in Iraq, importante nucleo dell’antica Mesopotamia. Voleva trascorrere un po’ di tempo in quel mondo fatto di sabbia, rocce e misteri sotto terra. Fu lì che incontrò l’amore della sua vita, il famoso archeologo Max Mallowan.

In qualche modo, molte di quelle piccole cose che ci affascinano, ci entusiasmano e diventano piccole ossessioni, finiscono per lasciare il posto a grandi eventi della nostra vita. Trovare ciò che ci fa palpitare è ciò che ci permette di andare avanti e persino di sentirci realizzati.

Le persone sono programmate per cercare esperienze gratificanti. Questo ci permette di trovare significato, motivazione e piacere nella nostra esistenza.

Ragazza che mangia cioccolato che simboleggia l'importanza di Cerca ciò che ti eccita
Un pasto, un hobby, una persona o un sogno. Le persone hanno bisogno di sentirsi motivate nella nostra quotidianità.

Il nostro gelato quotidiano al cioccolato

La persona depressa porta con sé qualcosa di più della semplice tristezza: è intrappolata in una costante anedonia.

Cioè, non è in grado di provare piacere, curiosità, divertimento o soddisfazione. Niente lo entusiasma, e anche tutto ciò che lo appassionava e lo divertiva prima cessa di avere senso. Poche sensazioni possono essere più devastanti.

È prima di tutto perché gli esseri umani sono programmati per cercare sensazioni gratificanti e fuggire da quelle spiacevoli. Le emozioni di valenza positiva sono quelle che ci danno quegli apporti stimolanti di dopamina, serotonina e adrenalina, così necessari per il nostro benessere, la motivazione e l’apprendimento. Se quei neurotrasmettitori non sono presenti, qualcosa si attiva in noi.

Lo psicologo Silvan Tomkins ha spiegato con la sua teoria dell’affetto un’idea che vale la pena tenere a mente.

La salute mentale dipende, in larga misura, dalla capacità di massimizzare le esperienze gratificanti. Trovare ciò che ti entusiasma sarà la tua ancora di salvezza quotidiana, per quanto insignificante sia, come concedersi un momento di calma gustando un gelato al cioccolato.

Un cervello motivato, una mente in grado di trovare motivatori su base regolare, sviluppa un approccio cognitivo più flessibile e orientato al cambiamento per raggiungere il benessere e nuovi obiettivi.

Entusiasmarsi favorisce la flessibilità cognitiva, quindi cercate ciò che vi emoziona

Spesso le cose che ci entusiasmano sono le più elementari e irrilevanti. Emily Dickinson era ossessionata dall’odore del pane appena sfornato, ma ha anche alimentato la sua ispirazione per comporre poesie. Agatha Christie ha sempre avuto un fascino per l’archeologia, e questo l’ha aiutata a sviluppare lo strano romanzo. Anche per trovare l’amore della tua vita.

Trovare ciò che ci entusiasma apre la mente, amplia le prospettive e rompe i modelli di pensiero negativi. La ricerca evidenzia che le emozioni con valenza positiva favoriscono la flessibilità cognitiva.

Cioè, rendono più facile per il cervello adattarsi a situazioni inaspettate e mutevoli attraverso nuove idee e comportamenti. Chi invece è intrappolato nella prigione dell’ansia, dello scoraggiamento e dell’angoscia, è incapace di reagire alle sfide o di portare idee innovative ai problemi più semplici. C’è solo paura, evitamento e scoraggiamento.

Emozioni come la gioia, la curiosità, la passione o il piacere ci rendono più inclini all’azione e al cambiamento.

piedi che camminano
Cerca ciò che ti ispira, perché a volte quando scopri qualcosa di diverso che suscita il tuo interesse, la tua realtà cambia.

Osate, cercate ciò che vi emoziona

A volte, dopo una brutta giornata, tutto sembra più bello passeggiando gustando un buon gelato al cioccolato. Ci sono momenti in cui la musica ci salva, i buoni libri diventano rifugi e trovare un nuovo hobby implica improvvisamente un cambiamento che ci apre nuovi orizzonti. Ci sono stati emotivi che trionfano sul lutto, facendo riformulare i nostri pensieri e le nostre convinzioni limitanti.

Quindi provateci, trovate ciò che vi entusiasma. Cercate cosa risveglia in voi quella parola magica chiamata entusiasmo e vedrete come, a poco a poco, i vostri schemi mentali diventano più flessibili. Per raggiungere questo obiettivo, vale la pena favorire quegli stati che la psicologa Barbara Fredrickson definisce “emozioni da star”, cioè quegli stati gratificanti che hanno il potere di mediare il vostro benessere, successo e felicità. Vediamoli uno ad uno.

1. Cercate ciò che vi dà gioia

La gioia è molto più che ridere, è provare effusione e positività in modo intenso. A volte basta stare con qualcuno che tira sempre fuori il meglio di voi con le sue idee e idee, per vedere la vita in modo più luminoso e pieno di speranza.

2. Serenità, ciò che ci dà calma

Una passeggiata, una lettura, un pisolino, meditare… Tutti possiamo trovare la serenità nei modi più semplici possibili. Sono quei momenti in cui vi sentite grati, al sicuro e in pace.

3. Interessi: una mente curiosa

Il benessere psicologico e mentale richiede di non abbandonare mai quello sguardo infantile che vuole sapere tutto. Le persone curiose sono esseri svegli, connessi con il loro ambiente e hanno sempre qualcosa di nuovo da imparare.

4. Mantenete vivala speranza

Cerca ciò che ti entusiasma e ciò che ti permette di mantenere la speranza in ogni circostanza. A volte, quando scopriamo qualcosa che ci dà senso e ci appassiona, ci sentiamo più legati al presente, uniti alla vita e al futuro.

5. Siate orgogliosi di voi stessi e cercate ciò che vi emoziona

Sicuramente vi è successo qualche volta. A volte troviamo un nuovo hobby, qualcosa in cui siamo particolarmente bravi e che improvvisamente apre nuove prospettive. Rendersi conto di essere competenti in qualche area porta anche al benessere psicologico, perché ci aiuta ad accrescere la nostra autostima.

6. Divertitevi, non lasciate andare il vostro bambino interiore

Quando è stata l’ultima volta che vi siete divertiti? Quando si siete divertiti l’ultima volta, come quando eri bambino? Non smettete mai di godervi quei momenti in compagnia di persone speciali con cui perdere le staffe, con cui essere felici.

7. Cercate ciò che vi ispira

L’ispirazione è quella forza a metà tra l’emotivo e il cognitivo che espande la mente, che ci eleva e ci guida verso nuovi comportamenti. È essenziale che nella nostra vita troviamo aree, discipline o pratiche che generano questa sensazione.

Perché quando c’è l’ispirazione nella mente e nel cuore, il dispiacere si affievolisce e si accende la voglia di muoversi, di cercare più stimoli, di raggiungere certi traguardi. L’ispirazione è piacere ed è una fiamma che dovremmo sempre tenere viva.

Per concludere, se avete un periodo di toni grigi e poca energia, fatelo: cercate ciò che vi entusiasma. Non importa che non ne abbiate voglia, il desiderio apparirà solo quando vi attiverete, quando supererete i vostri limiti quotidiani e troverete qualcosa di stimolante, nuovo. Qualcosa che, forse, può cambiare tutto.

Potrebbe interessarti ...
Trovare l’ispirazione con semplici strategie
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
Trovare l’ispirazione con semplici strategie

Per trovare l'ispirazione è necessario essere consapevoli del fatto che il cervello non è una macchina, bensì una realtà plastica e sensibile.



  • Benjamin, J. & Atlas, G. (2015). The ‘too muchness’ of excitement: Sexuality in light of excess, attachment and affect regulation. International Journal of Psychoanalysis, 96, 39-63.
  • Tomkins, S.S. (1995). Script Theory. In V. Demos (Ed.), Exploring Affect: The Selected Writings of Silvan S. Tomkins (pp. 312-410), New York: Cambridge University Press.
  • Tomkins, S.S. (1962/2008). Affect Imagery Consciousness. New York: Springer.

I contenuti di La mente è Meravigliosa hanno uno scopo puramente informativo ed educativo. Non sostituiscono la diagnosi, la consulenza o il trattamento professionale. In caso di dubbi, è consigliabile consultare uno specialista di fiducia.