Quando lo stomaco brontola e la gola si chiude

Il nostro rapporto con il cibo dipende da molte variabili. Dai nostri orari, del nostro tasso metabolico, della fame e di altre variabili di cui di solito non ci accorgiamo...
Quando lo stomaco brontola e la gola si chiude

Ultimo aggiornamento: 15 dicembre, 2022

37 chili con i vestiti addosso per 1 metro e 70 di altezza. Tutta la muscolatura delle arti marziali 5 giorni a settimana, sparita. Dolore per il ritorno da scuola e le mie costole sporgenti quando entro nella doccia. Anche così, ciò che conta è che ho fallito in 4 materie, quindi vado dritto in camera ad aprire i libri. Sono accompagnato dalle urla di mia madre: “Bene, molto bene, non mangiare, ma non voglio vederti alzare la testa dai tuoi appunti”. Quando lo stomaco brontola e la gola si chiude.. cosa posso fare?

Ora vedo tutto il dramma che avrei potuto risparmiarmi, tutte le volte che avrei potuto essere ragionevole. A quel tempo, però, era il quarto giorno che in corpo sopportava solo la colazione. E allora lo stomaco brontola, ruggisce come un leone, ma la gola si chiude e decidi di aspettare fino al prossimo pasto, per vedere se il corpo risponderà ai suoi impulsi di sopravvivenza.

Adolescente con anoressia a letto
L’insorgenza dell’anoressia è spesso associata a un evento di vita stressante.

Come siamo arrivati qui

Da adolescente decidiamo di ribellarci a tutto ciò che ci faceva piangere da bambini. Tuttavia, non sappiamo come farcela e il mondo, invece, sa come continuare a farci piangere. Per questo molte volte sembra che facciamo drammi e capricci, ma tutto questo non è altro che la frustrazione di non riuscire a rendere giustizia a tutto ciò che sapete essere sbagliato. Una frustrazione gestita male, ovviamente.

Quindi, sapevo che mio padre non avrebbe dovuto trattarci male per avere problemi sul lavoro. Sapevo che mia madre non avrebbe dovuto dire che ero responsabile delle discussioni a casa per averle risposto. Inoltre, era chiaro che l’inconveniente che mio zio causava ogni volta che veniva a usare il computer non sarebbe passato urlando o rimuovendo il cavo dal monitor per inviargli la prova grafica che si era rotto.

Alla fine perdi la voglia di mangiare con la tua famiglia. Alla fine, preferisci saltare il pasto e ricevere lo stesso disprezzo con la porta a fare da muro. E alla fine, avresti pianto comunque.

Quando lo stomaco brontola e si tocca il fondo

Ciò in cui andavo bene ha cominciato ad andare male. Le matrici, le successioni, l’economia, tutto quello che prima arrivava senza problemi, improvvisamente era impossibile da affrontare. Le lezioni di fisica erano il momento per scambiare appunti con il mio amico, anche se l’insegnante era adorabile, ma poi sono arrivati gli esami e, naturalmente, ho sbattuto contro il muro. Quando ho voluto reagire, avevo già un buon numero di brutti voti in pagella.

È stato allora che ho iniziato a sopravvivere facendo colazione tutti i giorni. Piangevo ogni volta che ero solo. Al liceo non alzavo la testa e quando mi chiedevano cosa avevo, dissi che avevo un’allergia, perché i miei occhi erano permanentemente gonfi. Inoltre, vedermi dimagrire ha rafforzato il mio modo di recitare.

In fondo sapevo che a un certo punto avrei potuto mangiare di nuovo, quindi è stata una specie di “via libera” a non limitarmi con il cibo fino a quando non fossi tornato al mio peso. La mia faccia divtava sempre più simile a un teschio, tuttavia, e arrivò un punto in cui le costole che sporgevano non erano più abbastanza belle. Eppure, la gola si chiudeva ogni volta che vedevo il piatto.

Ragazza con anoressia seduta sul pavimento
Il trattamento di questo disturbo è multidisciplinare, poiché interessa diverse aree della persona.

Diagnosi e ritorno: come deglutire quando la gola si chiude

Nonostante tutto questo, ho avuto dei momenti fortunati. Uno era della mia migliore amica, sopraffatta come me e compagna di lacrime e confessioni per tutta la mia adolescenza. Un altro è stato, infatti, il mio insegnante di fisica, che nonostante i miei ripetuti tentativi di auto-boicottaggio, non ha mai smesso di dirmi che ero abbastanza intelligente da affrontare l’argomento, e la realtà ha finito per dargli ragione.

E un altro era lo psicologo della scuola. Mia madre mi portò dallo psicologo sperando, credo, di avere una prova “ufficiale” che avevo fallito per pigrizia. Tuttavia, dopo una seduta infruttuosa in cui la psicologa mi ha detto solo “è meglio fare il liceo delle scienze sociali”, mi ha chiamato successivamente per fare una valutazione da sola.

Quando lo stomaco brontola, ma si decide di reagire

Senza nessuno che mi urlasse all’orecchio che ero pigra, furbetta, stronza ed egoista, ho capito che non solo chi vuole avere un corpo simile a quello che sfila sulle passerelle soffriva di anoressia. Ho imparato che non stavo facendo le cose bene, ma altri lo erano ancora meno. Ho trovato, in mezzo a tutte le lacrime, la forza di dare un altro morso e ritrovarmi in mezzo a tutto il vortice.

Vi è mai stato detto che dovreste essere il padrone della vostra vita? Bene, ci sono periodi nella vita in cui non lo siamo. Combattiamo, mangiamo, piangiamo e impariamo quando dovremmo amare. Tutte le ribellioni sono piene di dolore, ma non mancherà mai qualcuno pronto a darvi una mano quando lo stomaco brontola e così si chiude anche la gola. E, se mai dovessero riuscire a convincervi che non valete niente, ricordate che la vostra rabbia vi sta dicendo il contrario dall’interno.

Potrebbe interessarti ...
I sintomi della depressione, quali sono
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
I sintomi della depressione, quali sono

In alcuni casi i sintomi della depressione sono molto chiari da individuare, in altri invece passano quasi inosservati. Vediamo quali sono.



  • Acerete, D. M., Trabazo, R. L., & Ferri, N. L. (2013). Trastornos del comportamiento alimentario: Anorexia nerviosa y bulimia nerviosa. Protocolo AEPED. Capítulo7.
  • Díez Hernández, I. (2005). La anorexia nerviosa y su entorno socio-familiar. La imagen corporal, entre la biología y la cultura: antropología de la alimentación, nutrición y salud). Zainak. Cuadernos de Antropología-Etnografía, (27), 141-147.

I contenuti di La mente è Meravigliosa hanno uno scopo puramente informativo ed educativo. Non sostituiscono la diagnosi, la consulenza o il trattamento professionale. In caso di dubbi, è consigliabile consultare uno specialista di fiducia.