Serie psicologiche: 5 titoli imperdibili

1 gennaio 2018 in Film 323 Condivisi
Psicologo con un paziente serie psicologiche

A chi non piace vedere una buona serie tv? Quante volte abbiamo fatto l’alba per guardare la fine di un’ultima stagione! Se siete appassionati di intrighi e complotti e vi piace il mondo della psicologia, di seguito vi presentiamo cinque imperdibili serie psicologiche.

5 imperdibili serie psicologiche

I Soprano: un “padrino” psicologico

Se non avete visto I Soprano, vi siete persi quella che è considerata come la miglior serie tv della storia! E non siamo noi a dirlo, ma tutte le nomination e i premi che ha ottenuto durante le 7 stagioni in cui è andata in onda. L’interesse psicologico alla base di questo capolavoro parte dalla doppia vita che conduce il suo protagonista, Tony Soprano.

Senza rivelare nulla sulla trama, possiamo dirvi che questo mafioso del New Jersey è anche un genitore molto preoccupato per i suoi familiari. Anche se centinaia di film e serie sviluppano personaggi che vivono questa menzogna, I Soprano sono un risultato eccellente. Un altro dei suoi fattori attrattivi principali sono i colloqui tra la psichiatra e il boss.

Le sedute di terapia tra Tony Soprano e la Dottoressa Melfi sono una vera delizia. I due creano conversazioni a un così alto livello di profondità che rendono la serie un gioiello di questa disciplina. Senza dubbio una delle serie psicologiche da non perdere!

Terapia nella serie I Soprano

Breaking Bad: il narco chimico

Continuando con la doppia vita dei personaggi, il caso di Walter White nasconde anche uno sfondo umanizzante. Questo chimico e professore è uno dei personaggi più esemplificativi se vogliamo riflettere sull’accettazione della malattia e la preparazione alla morte.

Invece di perdere ogni speranza quando scopre di avere un tumore le cui spese mediche non può affrontare dal punto di vista finanziario, cambia radicalmente vita. Non solo il suo modo di affrontare la quotidianità, ma anche il suo lavoro, il suo ruolo nella famiglia, il modo di comunicare con la moglie e così via. E tutto questo di nascosto!

In particolare, la prima stagione è una master class di psicologia. Lo stesso Stephen King l’ha descritta come la miglior serie televisiva della storia.

Dexter: lo psicopatico accattivante

Se siete degli appassionati di psicologia forense, Dexter è senza dubbio la vostra serie! Un serial killer che, allo stesso tempo, è il miglior poliziotto forense di Miami. A priori e basandovi su questa descrizione potreste pensare che si tratti di un caso classico. Ma dopo aver visto i primi episodi ed esservi addentrati nel suo mondo, vi renderete conto del perché è tra le migliori serie psicologiche di tutti i tempi. Ha un’ambientazione e un copione davvero magistrali.

Con il procedere della trama, finirete con il dubitare su ciò che è giusto o sbagliato. Vi domanderete quali comportamenti possono essere giustificati e quali, anche se moralmente compromessi, siano i più adeguati. Dexter vi porterà anche, nella maggior parte dei casi, a mettervi dalla parte del protagonista.

I suoi riti, la sua metodologia, l’influenza della sua infanzia nella sua attuale personalità, il suo modo di amare, il suo codice, il rapporto con i suoi colleghi… Tutto è perfettamente studiato e calcolato. In breve, una prelibatezza in cui nulla è lasciato al caso.

Dexter

In Treatment: una seduta a cuore aperto

In Treatment è un magistrale esempio di dialogo e una master class sul modo in cui funziona la mente umana. Basata sull’omonima serie israeliana di successo, è una di quelle serie psicologiche che coinvolgono fin dal primo momento. Si basa sul lavoro dello psicanalista Paul Weston e sulle sedute settimanali che intrattiene con i suoi pazienti. Al momento ha 3 stagioni all’attivo e gli episodi durano solo 20 minuti.

Firmata HBO, In Treatment ha lo scopo di affrontare grandi sfide. La prima, conoscere correttamente la parola e farne la principale e quasi unica risorsa di cui si nutre. La seconda, coinvolgere lo spettatore dal primo minuto, senza annoiarlo con conversazioni noiose.

Il terzo, normalizzare una situazione che di solito non è resa visibile sullo schermo: l’abitudine piuttosto comune tra gli psicologi di cercare a loro volta un aiuto professionale e migliorare il proprio benessere emotivo. Ve la consigliamo!

My Mad Fat Diary: l’alimentazione adolescente

Anche se meno conosciuto rispetto agli altri, questa serie britannica riflette la vita di una persona con un disturbo alimentare. Si basa sul libro “My Fat, Mad Teenage Diary”, scritto da Rae Earl. E si basa sulla storia di una adolescente di 16 anni in sovrappeso.

Dopo aver trascorso del tempo in un ospedale psichiatrico, si sforza di nascondere i suoi problemi mentali e le distorsioni dell’immagine corporea di cui soffre.

Due ragazze sedute

I suoi quasi 105 chili le rendono estremamente difficile inserirsi nella società. Colpisce il modo in cui investe tutti i suoi sforzi a nascondere il suo passato, a sorprendere i suoi nuovi amici e a condurre una vita da adolescente il più normale possibile.

È una serie psicologica altamente consigliata per via dell’onesta degli eventi narrati e la credibilità delle azioni compiute dai suoi personaggi. Una commedia che mescola romanticismo e dramma, lontano dal topico dell’adolescenza. Sarebbe impensabile escluderla dalla nostra lista delle migliori serie psicologiche.

Guarda anche