Capire la paura per affrontarla

23 dicembre 2014 in Emozioni 2029 Condivisi

Ciò che ci provoca timore e paura può arrivare a paralizzarci, ma la maggior parte delle volte questa sensazione non è davvero reale. Possiamo smettere di essere bloccati dalla paura se prendiamo la decisione di affrontarla e comprenderla.

Comprendere la paura è meglio che cercare di eliminarla

A volte la paura agisce come un segnale d’allarme, mosso dalla necessità di sicurezza: vogliamo che tutto vada come l’abbiamo programmato, temiamo di affrontare qualcosa che non conosciamo oppure che credevamo di conoscere, ma che non si è rivelato come l’avevamo immaginato all’inizio. Tuttavia, se non affrontiamo questa paura, difficilmente riusciremo a trarne un insegnamento. Forse il nostro errore è quello di voler eliminare o dominare la paura, mentre la risposta adeguata sarebbe quella di comprenderla. Domande come “Che cos’è la paura?”, “Da dove viene?”, “Come nasce?”, “Che messaggio ci vuole mandare?” ci aiuteranno nel cammino di comprensione della stessa.

La paura e il desiderio

La paura è spesso relazionata ad un desiderio. Avete un proposito in mente e quando iniziate ad agire per raggiungerlo, nasce la paura. E se non dovessi riuscirci? Che cosa succederà? Il timore si impadronisce di voi stessi. La paura, quindi, può essere relazionata al desiderio di possessione, sia di un oggetto, che di una persona o di un’attitudine. Se non desiderate andare da qualche parte, se non desiderate diventare qualcuno in futuro, non avrete paura. Per questo, quando sentite nascere la paura, cercate di capire da dove viene, da quale desiderio stia sorgendo, e capirete quanto sia inutile. È importante anche capire che possiamo possedere delle cose, ma non delle persone. Osho lo sottolinea dicendo che le persone sono belle perché sono libere, come un uccello che vola nel cielo. Quando lo rinchiudiamo in una gabbia non è più lo stesso, e così anche per le persone quando strappiamo loro la libertà. Il fatto di esaminare le caratteristiche delle nostre paure riuscirà già a produrre un primo cambiamento in noi stessi.

La sicurezza totale non esiste, accettate l’incertezza

Probabilmente con il passare del tempo capirete che la sicurezza totale non esiste, può sempre accadere qualcosa che non avevamo nemmeno lontanamente immaginato. Per questo, imparare ad accettare l’incertezza nella nostra vita è necessario per riuscire ad avanzare; il merito risiede nel cercare di ottenere ciò che ci proponiamo. Avere paura è naturale e capirlo è l’unico modo per affrontarlo. Se abbiamo paura, le nostre possibilità di scelta diminuiscono, mentre se capiamo la paura e l’affrontiamo le nostre scelte maturano, e noi con loro.

Lasciate quindi che sia la comprensione la vostra arma contro la paura.

Immagine per gentile concessione di Mario Inoportuno e shridhar devalla

Guarda anche