Cosa ci fa perdere l’interesse?

· 2 marzo 2015

In qualsiasi attività, possessione o anche nelle relazioni di coppia, quando si è sicuri di qualcosa, si perde l’interesse. La scintilla che causa l’interesse è sapere che qualcosa non è sicuro, che si è fortunati ad avere quel qualcosa e che bisogna fare attenzione a non perderlo.

Se sappiamo che niente è sicuro, valorizziamo molto di più le cose e le relazioni.  

Attività

Un calciatore eccellente, titolare da moltissimi anni.

Il suo allenatore lo ammira e si complimenta con lui tanto da convincersi che non potranno mai farne a meno. Questa sicurezza di avere il suo lavoro garantito può fargli perdere l’interesse e l’euforia quando gioca ad uno sport che gli è sempre piaciuto.

Al contrario, un giocatore che spesso sta in panchina rimane sempre in attesa di sapere se giocherà oppure no. Quando lo fanno giocare, è molto più felice, perché assapora al massimo quel momento che non sa quando si ripeterà e che non sempre gli è concesso.

Lo stesso vale per il lavoro. Una persona che lavora da anni nello stesso posto e di cui il suo capo è soddisfatto, vede il suo posto di lavoro sicuro, e per questo ha molte meno motivazioni rispetto ad una persona che non ha un posto di lavoro altrettanto stabile e per il quale ogni giorno sarà una sfida e si sentirà fortunato di avere una tale opportunità.

Beni

Le persone ricche che non devono sforzarsi nel guadagnare soldi per togliersi degli sfizi, saranno meno entusiaste quando dovranno comprare qualcosa che gli piace rispetto a persone che devono risparmiare per molto tempo per togliersi uno sfizio.

L’ottenere quel qualcosa dopo tanti sforzi lo farà apprezzare di più rispetto a qualcuno che lo ha ottenuto senza nessuno sforzo.

La sicurezza e l’abitudine di sapere che ci si può permettere tutti gli sfizi che si vogliono, farà si che l’interesse e l’entusiasmo siano inferiori rispetto a quelli di una persona che deve sforzarsi per potersi comprare anche una sola cosa. Nel primo mondo abbiamo cose che non ci entusiasmano come il sapone, quaderni, penne, pennarelli ecc..

Tutti questi oggetti non  ci fanno felici, né ci entusiasmano, perché sono qualcosa di normale per noi, una sicurezza, qualcosa che possiamo ottenere facilmente e ai quali non diamo tanto valore come ad altri oggetti che non possiamo avere tutti i giorni. 

Se però portassimo anche uno solo di questi oggetti a una persona del terzo mondo per qualche giorno, potremmo renderci conto di quanta felicità potremmo creare anche semplicemente con un quaderno o una penna. Questo interesse è dovuto dal fatto che per loro non sono né oggetti comuni né facili da ottenere.

Coppia

Chi non ha visto almeno una volta la classica coppia in cui uno dei due è preso in maniera esagerata dal suo partner? Se si dimostra eccesso d’amore, ovvero ciò che serve al proprio partner, si corre il pericolo che il partner ci veda come qualcosa di scontato e sicuro e che perda l’interesse. Diamo più valore a ciò che si fa fatica ad ottenere

Si può dimostrare amore, ma in modo equilibrato, facendo vedere che siamo indipendenti e anche se vogliamo e scegliamo di stare con il nostro partner, non dipendiamo da lui.

I partner che si dimostrano amore in maniera eccessiva, si chiamano di continuo, si fanno sempre dei regali, che dipendono dal proprio partner e non hanno una loro vita…queste persone, con questo atteggiamento, contribuiscono alla perdita totale dell’interesse verso se stesse.

Nessuna cosa facile produce interesse. Bisogna farsi valere, avere una propria vita a parte quella di coppia, dimostrare che abbiamo scelto di dividere la nostra vita con qualcuno senza però dipendervi.

Immagine per gentile concessione di  Jonathan Kos-Read y Paula Anddrade