Ignorare le nostre sensazioni ci blocca

· 9 aprile 2018

Quante volte avete saputo ciò di cui eravate capaci, ma vi siete visti impossibilitati a portarlo a termine? In molte occasioni vi manca quella spinta che vi evita di restare bloccati e sopportare una situazione nella quale non vi sentite a vostro agio. Ignorare le proprie sensazioni, non trovare la carica emotiva dalla quale viene emanata l’energia necessaria per avanzare impedisce di realizzare quello che sentiamo di dover fare.

Forse non vi succede solo in ambito professionale, ma anche in quello familiare. Per esempio, se siete consapevoli che con il vostro partner ormai è solo un amico, ma non lo sentite davvero, manterrete questa relazione per anni, fino a che la situazione di per sé non forzerà entrambi a lasciarvi.

Sapevate cosa avreste dovuto fare. La vostra mente razionale vi indicava la strada ma se non lo sentite non riuscirete a imboccarla, per quanto la vediate. Una piccola parte nascosta della vostra mente vi stava limitando.

La domanda che forse vi ponete è: perché mi succede questo? Le emozioni sono molto importanti per decidere e scegliere quale strada seguire. Sebbene sappiate cosa dovreste fare, forse non ci riuscite perché le vostre emozioni non stanno collaborando: può darsi che siano le vostre paure, credenze e insicurezze a tirarvi indietro.

Ignorare le proprie sensazioni non permette di porre dei limiti

Nonostante sappiate che il vostro capo non vi sta offrendo le condizioni lavorative che meritate, nonostante siate consapevoli che vorreste lasciare il vostro partner perché non state più bene insieme, non serve a niente se si opta per ignorare quello che si prova. Ristagnerete nella medesima situazione, senza fare questo passo necessario per raggiungere la vita che desiderereste avere.

In molte occasioni ci sentiamo legati, come se un destino già scritto ci spingesse a vivere determinate esperienze senza che si possa far niente. Il grande problema risiede proprio in ciò. Con una sola decisione, il corso degli eventi, e l’inerzia associata, può fare una svolta di 180º.

Donna circondata da lampadine

Possiamo vederlo molto bene con gli esempi che abbiamo descritto anteriormente. Perché sopportare questo capo che non ci tratta bene? Perché mantenere una relazione che va alla deriva? Dovremmo dirigere tutte queste domande verso altre più fondamentali. Cos’è che mi fa paura? Cosa sto cercando di evitare?

I limiti nei nostri rapporti (lavorativi, familiari, di coppia…) sono necessari. Senza essi, tutte e ciascuna di queste relazioni sono condannate al fallimento.

La cosa più probabile è che si provi una forte insicurezza, che indebolisce la nostra determinazione a investire le nostre energie per trovare un altro lavoro oppure una grande paura di non trovare un altro partner. Le paure, la dipendenza da questa sensazione di sicurezza che produce l’attaccamento e la condotta nociva di restare nella nostra zona di comfort ci inducono a ignorare la situazione e ci impediscono di ascoltare quello che sentiamo per trovare l’impulso necessario e cambiare la nostra situazione.

Le emozioni sono il nostro motore

Le emozioni sono come il nostro motore per metterci in marcia. Di sicuro possiamo ricordare almeno una volta in cui abbiamo agito senza pensare. In questi momenti non ci siamo neanche posti il problema di elaborare nel profondo quello che dovevamo fare. Il nostro corpo si è mosso per questo, ha preso l’iniziativa, senza pensare se sarebbe andata bene o male. Ha avuto il coraggio di farlo, punto e basta.

Tuttavia, tendiamo a dare la priorità ai nostri pensieri, placando quello che proviamo e non dandogli l’importanza che in realtà hanno come forza motrice. Siamo soliti zittire i nostri sentimenti, facendo un grande sforzo per non lasciarli trasparire all’esterno mostrandoci per come siamo; optiamo piuttosto per agire in modo conforme alle credenze e ai modelli di riferimento.

Ragazza con vestito celeste circondata da farfalle

È necessario imparare a gestire le nostre emozioni, ascoltarle, prenderle in considerazione ed esprimerle. L’equilibrio fra ragione ed emozione è la chiave per prendere delle decisioni giuste. Persino per poter affrontare determinate paure che sono solo il frutto di credenze instillate nella mente. La mente può sbagliarsi, ma le emozioni sono solite parlare molto chiaro.

Se sapete quello che dovete fare, ma non siete capaci di portarlo a termine perché lo ignorate, è il momento di iniziare a sforzarvi per cambiare tutto questo. Non è facile modificare determinati modelli di condotta ripetuti per un periodo di tempo prolungato. Tuttavia, con aiuto e forza di volontà da parte vostra, potrete ottenere risultati meravigliosi.