Il potere della mente: impariamo le tecniche della PNL

· 16 marzo 2015

Cos’è la PNL?

Non possiamo parlare della Programmazione neuro linguistica come di una scienza, dal momento che rispetto a questo argomento si sono alzate diverse critiche. Tuttavia, è considerata come un modello, ovvero un insieme di tecniche e teorie finalizzate a comprendere le condotte e ad orientare l’essere umano all’auto-conoscimento e al raggiungimento dei propri obbiettivi.

Analizziamo nello specifico la sigla PNL

Da un lato abbiamo la parola “programmazione”, che allude all’intenzione di riprogrammare i comportamenti, le credenze e i processi psicologici. “Neuro” invece ci fa pensare al concetto che tutti questi processi neurologici sono espressi tramite un determinato linguaggio verbale e corporale.

Questo “modello psicologico” ha come obbiettivo iniziale quello di comprendere i nostri processi interni per poi, successivamente, riprogrammare il modo di comunicare e di esprimerci con il fine di cambiare le nostre credenze e farci sentire sicuri per raggiungere il successo personale. Sappiamo che è complicato da capire. Cerchiamo di spiegarvi in questo articolo, in modo breve, altri aspetti della PNL.

Quali sono i principi della PNL?

1. La comunicazione

La PNL ci dice che il modo che usiamo per comunicare e le parole che utilizziamo delimitano la nostra realtà e il nostro modo di capire il mondo, una prospettiva personale che a volte non coincide con quella del nostro interlocutore. Oltre a questo, le persone possiedono altri 2 tipi di comunicazione: quella interna (ciò che pensiamo e sentiamo nel profondo) e quella esterna (che oltre all’utilizzo delle parole che esprimiamo a voce alta, include i gesti, la postura e i movimenti del corpo).

2. Il modo in cui processiamo le informazioni

Le persone si differenziano per il loro modo di captare le informazioni. Ci sono persone che si affidano più all’aspetto visivo delle cose, altre a quello auditivo e altre ancora alle sensazioni…Riflettete un attimo su questa idea: in che modo ricordate le cose, con le parole o con le immagini?

3. L’ancoraggio

Un modo per raggiungere gli obbiettivi o superare determinati problemi sarebbe basato sul concetto già utilizzato dalla psicologia della condotta. Immaginate una situazione che vi causa particolari sofferenze e ansia, ad esempio parlare in pubblico. Un modo per affrontare questo problema sarebbe ancorarsi ad un momento piacevole, rilassante e positivo che ricordiamo bene e associarlo tramite tecniche di visualizzazione e respirazione alle situazione stressante. Una passeggiata sulla spiaggia da bambini, il tramonto visto con il proprio partner, una melodia rilassante… tutto questo può aiutarvi ad affievolire quella paura e a riprogrammare una nuova realtà dove regna l’armonia.

4. Il tempo

Il tempo ha un’importanza diversa per ogni persona, però dev’essere saper gestito in maniera adeguata: nel passato si agglomerano i nostri ricordi e le nostre emozioni, un baule dal quale spesso possiamo prendere delle buone cose per migliorare il presente. Perché è nel presente che si verificano le nostre esperienze sensoriali, nel quale si succedono gli avvenimenti veramente importanti e nel quale dobbiamo impiegare tutte le nostre forze e i nostri sforzi per avere un buon futuro. Il futuro ancora non esiste, per questo bisogna vederlo come un punto a cui giungere e in cui riporre i nostri desideri, in modo da vivere e agire al meglio nel presente.

5. Ecologia di sistemi

Le persone possiedono un sistema di credenze e valori determinati costruiti durante la vita che sono il nostro motore e che guidano il nostro asse psicologico.”Siamo ciò che crediamo”, e le credenze sono le concezioni del nostro mondo, ciò che ci fa agire e comportare in un modo piuttosto che in un altro. A volte queste credenze sono tanto radicate nel nostro essere che non ci rendiamo nemmeno conto se sono un bene o un male…potrebbero danneggiarci senza che noi ce ne rendiamo conto. Per questo la PNL penetra nella nostra ecologia di sistemi per farci prendere coscienza e riorganizzare queste strutture in modo più benefico e ideale.

Questi sono, a grandi linee, i pilastri su cui si basa la PNL, Programmazione Neuro Linguistica,  per la quale la cosa più importante è il nostro modo di organizzare le informazioni: le sensazioni, il linguaggio, il tempo, le parole, i ricordi, le credenze… sono questi gli aspetti che configurano la nostra vita. È sufficiente variare o avere un approccio distinto con queste parti sovraelencate per dirigere la nostra vita verso determinate mete.