Ti propongo una cosa: insegnami le cose belle della vita

· 6 novembre 2017

Mostrami le cose belle della vita. Quello che si nasconde dietro il tuo sorriso. Quello che fai quando ti svegli con l’energia di un uragano e contagi anche me. Mostrami cosa si cela dietro quello sguardo che si perde nell’infinito e che gioisce di tutto quello che vede.

Mostrami come apprezzi l’odore della pioggia anche se ti inzuppa. Fammi vedere come ti piace l’erba bagnata. Spiegami se sei tu a disegnare l’arcobaleno in cielo o se è solo una coincidenza. Sì, la stessa che si verifica quando le gocce mi bagnano le mani e il cielo si tinge di grigio, quando mi ricordi che l’acqua ci dà la vita a colori.

Ricordami quanto è bello mettersi la benda da pirata sull’occhio che vede solo negativo. Dimmi ancora che dobbiamo affrontare tutti la tempesta, ma che come arriva, se ne va. Non lasciarmi affogare nelle mie pene e non abbandonarmi quando la tristezza cerca di convincermi che lamentarmi è l’unica alternativa che mi rimane.

Apprezza ogni abbraccio, ogni sguardo, ogni bacio. La felicità si nasconde in ogni angolo e si vede in ogni piccolo atto d’amore.

Mostrami le cose belle della vita, insegnami com’è bello vivere la vita a colori

Spiegami come fare a smettere di vedere il mondo in bianco e nero e scegliere una visione multicolore. Dimmi come fare a vedere tutto in maniera diversa affinché il carico che mi trascino dietro non pesi così tanto. Aiutami a non pensare a ciò che fa male e mi spezza, alle cose che vanno sempre per il verso sbagliato, come se la vita fosse un assoluto fallimento che devo portare sulle spalle e che mi rattrista fino alla disperazione. Come fai? Quando capita anche a te, come riesci a non farti contaminare? Come fai a trasformare un buco nero in una stella?

Uomo circondato da colori

Ricordami quanto sono belle le nuvole, anche se fanno intimidire il sole. Avvisami quando me lo dimentico e non assaporo i dettagli che ho attorno. Aiutami a pensare che nella vita ci sono assoluti ben poco assoluti al di là dei nostri pensieri, della nostra immaginazione o della nostra speranza.

Sgridami se serve. Ripetimi continuamente quanto può essere bella la vita perché sta sempre a noi affidare un significato a ciò che ci capita. Tutti cadiamo, tutti ci rialziamo, ma solo alcuni sanno ottenere qualcosa di positivo da una sconfitta.

Guardati intorno, scegli tu la strada da percorrere, sei tu il padrone del tuo destino.

Insegnami a non arrendermi e ad avere fiducia nelle mie capacità

Insegnami a non arrendermi e ad avere fiducia nelle mie capacità. Perché credo di essere troppo piccola per affrontare questo mondo pieno di ostacoli e incroci senza semafori. Ho paura di imbattermi in un ostacolo più grande di me. Prima di tutto, però, insegnami a non avere bisogno di nessuno, a non dipendere da nessuno perché nessuno vale più di me.

Uomo con palloncini colorati

Ricordami che nella vita camminiamo da soli, anche se esistono persone come te che ci danno la mano. Questo è molto importante, perché insegnarmi qualcosa non vuol dire vincolarmi, non vuol dire rendermi dipendente. Insegnarmi qualcosa significa mostrarmi il modo di essere liberi e di affrontare il fatto che il mondo non va sempre come vorremmo.

A volte, quando cammini da solo, sorridi al ricordo dei bei momenti passati in compagnia di qualcuno, quello che hai imparato passeggiando mano nella mano con quella persona. Continui a camminare, magari da solo, ma questo non vuol dire non aver imparato nulla da chi ti ha accompagnato per il resto del percorso.

Perché la cosa bella della vita, di ogni battito, è imparare il meglio da chi ci circonda. Accettare le cose brutte per cambiarle o integrarle nella propria storia di vita senza, però, subirne i danni. Sorridere ogni volta che è possibile, perché anche il solo tentativo vale la pena. E vivere, vivere senza paura fino a restare senza fiato. Insegnami che il bello della vita è proprio questo! Ricordami che per godermi tutto questo devo prima di tutto lasciare la tua mano e apprezzare quello che mi hai insegnato.

Firmato: un’alunna, un’alunna che ti guarda piena di speranza.