L’isolamento sociale: cos’è e come si manifesta

13 ottobre 2016 in Psicologia 21 Condivisi

Tutti, in un certo momento della nostra vita, abbiamo sentito la necessità di stare un po’ da soli e di allontanarci un po’ da tutte le persone che ci circondano, il che è del tutto normale. Nonostante ciò, quando questo isolamento è indeterminato e la persona che ne soffre smette di avere qualunque tipo di relazione con il resto dell’ambiente che la circonda, la situazione diventa un problema al quale bisogna fare attenzione.

L’isolamento sociale, conosciuto anche con il termine inglese “social withdrawal”, si manifesta quando una persona si allontana del tutto dall’ambiente che la circonda in modo involontario, anche se è convinta di non farlo. Questa condizione si manifesta nelle persone di ogni età e può essere una conseguenza di episodi traumatici del passato, come essere stati vittime di bullismo o come parte integrante di qualche disturbo medico, come la depressione.

Cause dell’isolamento sociale

Anche se sono stati condotti diversi studi per identificare le cause precise dell’isolamento sociale, in realtà, ce ne sono diverse e dipendono dalla situazione specifica di ognuno di noi.

In alcuni casi, può essere dovuto a condizioni insolite durante l’infanzia, come essere stati vittime di bullismo o essere stati sottoposti a un comportamento ultra protettivo estremo, il che ha impedito al soggetto di relazionarsi in modo normale con i propri coetanei, scatenando una mancanza di sicurezza e conoscenze per stabilire nuove relazioni da adulto.

scegliere solitudine

Parliamo di casi diversi quando, per esempio, la persona ha qualche disturbo medico che rende difficile o le impedisce di uscire. In queste situazioni, è possibile trovare gente che, dopo aver affrontato un incidente, si è allontanata del tutto dalle altre persone. È possibile anche riscontrare questa condizione in persone che non soffrono di problemi medici estremi, ma che devono affrontare circostanze mediche che le fanno allontanare o che sono causa di stereotipi, come alcuni disturbi mentali.

Conseguenze dell’isolamento sociale

Chi vive in queste condizioni, di solito, deve affrontare diverse situazioni e problemi, tra cui il più comune e grave è la depressione. Oltre a ciò, diversi studi hanno dichiarato che le persone che vivono in isolamento sociale spesso hanno problemi di apprendimento e di attenzione e difficoltà nel prendere decisioni.

Ciò si deve al fatto che, quando non abbiamo una relazione con l’ambiente che ci circonda, il nostro cervello non riceve gli stimoli giusti e non lavora come dovrebbe. Per questo motivo, le persone che vivono in isolamento sociale possono sembrare alquanto impacciate e lente quando c’è da prendere una decisione.

solitudine

Che cosa faccio se vivo in isolamento sociale?

Se siete consapevoli di vivere in una condizione del genere e siete davvero convinti di volerne uscire, la prima cosa che dovete fare è individuare gli ambienti sociali nei quali vi sentite a vostro agio e iniziare ad esplorarli.

Se, per esempio, amate i cani, potete portarli a passeggiare al parco. In questo modo, inizierete a socializzare con i padroni degli altri cani. Per uscire dall’isolamento sociale, è fondamentale aprirsi a nuove esperienze, imparare a uscire dalla propria zona di comfort ed entrare in situazioni nuove.

Guarda anche