L’accettazione come fase di sviluppo personale

19, dicembre 2014 in Psicologia 4120 Condivisi

Nella vita vi troverete sempre in situazioni che immaginavate diverse. L’unica soluzione per mantenere l’equilibrio del vostro benessere emotivo è quella di adottare la tecnica dell’accettazione. Accettare quello che non potete cambiare è di vitale importanza per andare avanti e vivere serenamente la vostra vita. Chi non ha mai desiderato vivere una realtà diversa da quella in cui si trova? Chi non ha mai commesso errori? Chi non si è mai risentito del comportamento o dello stile di vita di un’altra persona? Di fronte a qualsiasi circostanza che vi faccia star male, valutate se potete fare qualcosa per risolverla o cambiarla. Immaginate un piano di azione per migliorare la vostra vita. In caso contrario, qualora, cioè, non poteste fare nulla per cambiare la situazione, per andare avanti dovete semplicemente accettare la realtà così com’è, altrimenti soffrirete più del necessario. Lottare contro una realtà immobile ed immutabile comporta un’inutile e dolorosa perdita di tempo e di energie. Solamente con l’accettazione potrete vivere liberamente e serenamente.

Accettare non significa conformarsi

A seguire faremo una distinzione tra l’accettazione e il conformarsi:

  • Come tutti sapete, nella vita non va sempre tutto bene. In questo senso, l’accettazione è una forma di tolleranza, però con una tendenza all’azione. Si può convivere con una situazione sgradevole senza soffrirne troppo. Non si tratta solo di questo, infatti bisogna focalizzare il proprio interesse e la propria attenzione su qualcos’altro, bisogna cercare di aprire nuove porte. Accettare significa abbandonare una lotta contro qualcosa che non ha soluzione e cercare altre strade che ci permettano di vivere la vita che desideriamo. Nei confronti di una realtà che non si può cambiare, l’atteggiamento è: “Questo è quanto, non posso farci nulla, lo accetto e vado avanti con la mia vita per vedere in quale altro modo posso raggiungere i miei obiettivi”.
  • Quando non tolleriamo una situazione, ci adattiamo o conformiamo ad essa. Visto che le cose non vanno come ci aspettavamo, ci chiudiamo in un guscio senza agire e/o reagire. Avvertiamo emozioni negative e ci arrendiamo, credendo di non poter migliorare la nostra vita. Abbiamo pensieri del tipo: “Non posso fare nulla per cambiare la mia vita, sono sfortunato/a e sarò sempre infelice”. Ci lamentiamo e facciamo le vittime, perdendo la speranza di un futuro migliore. Non apriamo la mente a nuove possibilità e gettiamo la spugna, adattandoci a vivere la vita che non ci piace, senza muovere un dito per cambiarla. Questo genera una forte frustrazione.

Il vostro futuro è nelle vostre mani

Accettate la realtà e fate qualcosa di costruttivo per uscire da ciò che vi rende infelici. Non può andare sempre tutto bene e non tutte le persone sono uguali, per questo l’accettazione sarà la vostra migliore alleata contro una vita stressante. Aprite la mente a nuovi orizzonti e ricordate che, anche se la vostra vita non è come l’avevate desiderata, può esserlo in futuro se seminate bene nel presente. Tutti abbiamo il potere di indirizzare e cambiare la nostra vita. Non dimenticate che un piccolo passo, una piccola azione, diventeranno qualcosa di grande e importante nel vostro futuro.

Immagine per gentile concessione di David Sutoyo.

Guarda anche