I lati positivi del ritrovare il bambino che c’è in noi

· 29 gennaio 2015

Tra le qualità che dobbiamo ammirare nei bambini, ci sono le loro infinite capacità creative. Date ad un bambino un pezzo di legno e nel giro di pochi minuti lo avrà trasformato in un divertente giocattolo con la sua immaginazione. Il pezzo di legno non è cambiato agli occhi di un adulto, però per il bambino potrà essere una macchina, la merce di un negozio, una casa, un telefono, una gomma, la marcia di un’auto.

Le virtù dell’infanzia

Raccontate una storia ad un bambino e lui potrà immaginarla nella sua mente come se stesse vedendo un film. La sua immensa creatività gli permetterà di pensare di trovarsi nel luogo in cui è ambientata la storia e immaginerà i personaggi, la scena, i suoni, i colori, gli odori.

Portate un bambino in un gruppo di altri bambini sconosciuti e dopo pochi minuti si starà divertendo a giocare con loro come se si conoscessero da moltissimo tempo. I bambini sono creature in continuo sviluppo e per questo sognano, immaginano, creano, domandano, inventano..

Come abbiamo distrutto il bambino che è in noi

Appena cominciamo a crescere, ci dimentichiamo poco a poco delle cose belle e meravigliose che ci rendevano felici durante l’infanzia. Smettiamo di fare domande perché gli adulti sanno tutto. Smettiamo di sognare perché gli adulti devono stare con i piedi per terra. Cominciamo a giudicare le persone e, per questo, scegliamo accuratamente i nostri amici.

Una volta usciti dall’infanzia, cresciamo senza avere fiducia. Se un’idea è diversa da ciò che pensiamo, allora è sbagliata. Non importa quanto possa sembrarci buona, però se non concorda con i nostri parametri, è semplicemente inaccettabile; è più importante distruggere in tempo un’idea differente, piuttosto che questa possa cambiare il nostro modo di vedere le cose e di pensare. 

Una mente chiusa non conosce il piacere

Far riemergere il bambino che è in noi non significa essere immaturi, ma semplicemente darsi l’opportunità di apprezzare la vita con una prospettiva più aperta.

Provate a farlo la prossima volta che conoscerete una persona con idee diverse dalle vostre. Più di una volta vi sorprenderete nell’accorgervi che quella persona che vi sembra tanto diversa da voi può lasciarvi pensieri positivi che vi faranno riflettere sulla vostra esistenza.

Conoscete nuovi luoghi e apprezzateli, come quando eravate piccoli, come quando con i vostri genitori andavate in luoghi che vi sembravano affascinanti. Vi renderete conto che potete andare innumerevoli volte in uno stesso luogo e trovare sempre nuove cose interessanti ogni volta che lo visiterete.

Risvegliate il bambino che è in voi e riscoprite tutte le cose meravigliose che caratterizzano quella tappa della vita così piena di spontaneità, felicità e pienezza, che non dovremmo mai scordare una volta diventati adulti.

Immagine per gentile concessione di Hugh Bell