Non posso vivere senza di te

16 dicembre 2014 in Emozioni 1258 Condivisi

Questa è un’espressione che conosciamo tutti, in mille versioni, in mille situazioni, perché tutti siamo stati profondamente innamorati almeno una volta nella vita. Tuttavia, quando analizziamo le situazioni senza far prendere il sopravvento alle emozioni, non possiamo che rimproverarci per aver conferito a qualcun altro all’infuori di noi la responsabilità di renderci felici, di dispensare la sua vita per dare felicità alla nostra. Questo non è in assoluto un modo sano di vivere ed amare. Quando siamo innamorati, possiamo essere molto egoisti…e bisogna dirlo, anche quando non lo siamo. Questo articolo nasce da una riflessione fatta in seguito all’allontanamento di una persona dal suo grande amore.

Le cose non andavano ben, il rapporto era monotono e conflittuale, e quando la separazione è arrivata, si può dire che entrambi si sentivano addirittura sollevati… Tuttavia, sorge sempre in uno dei due, o in entrambi, il tossico sentimento di volere tenere a tutti i casti l’altro al proprio lato, perché l’anima non può abituarsi a nessun altro. E si sforzano, sforzo triste e vano, di conferirgli il ruolo di salvatore della propria vita, totalità della propria esistenza, chiudendo tutte le porte per poter andare avanti.

Di sicuro è molto doloroso perdere qualcuno che si ama perché ti lascia, perché la relazione non funziona e l’unica cosa da fare è mettere un punto, perché è impossibile stare insieme, perché è morto, o per qualsiasi altro motivo; ma quando questo succede, dobbiamo farci coraggio ed andare avanti, non possiamo in nessun modo investire in un amore che non esiste più, in dei sentimenti esauriti che non ci stimolano più… Bisogna respirare a fondo ed andare avanti.

Non posso vivere senza te…Questa straordinaria bugia ed illusoria ingenuità. Per caso non vivevate prima di conoscere il vostro partner? Come è stare insieme a qualcuno? Per quanto possiamo essere uniti a qualcuno che amiamo, anche se abbiamo costruito sogni e realtà, si tratta sempre di qualcuno all’infuori di noi. In pratica possiamo dire che nella vita non abbiamo nessuno se non noi stessi. I sentimenti cambiano, la gente cambia, ci si allontana, un giorno dobbiamo andarcene o gli altri devono andarsene, realizziamo e distruggiamo i nostri piani, facciamo un tuffo nel passato e poi lo lasciamo, cambiamo ogni giorno! E quando questo cambiamento coinvolge l’amore, dobbiamo capire che così come è nato all’improvviso, un giorno potrà cambiare..

Lui o lei potrebbero voler voltare pagina, o potremmo essere noi a volerlo. Scegliamo qualcuno da amare dal momento in cui lo comprendiamo e ci comprende, lo accettiamo e ci accetta per come siamo, siamo felici ed è felice, ma quando tutto questo non funziona più, a meno che non vogliamo essere egoisti, non possiamo fare più nulla.

Quando scegliamo chi amare, lo scegliamo per vivere insieme, per condividere progetti e sogni, non lo scegliamo perché viva al posto nostro, né perché si occupi della nostra felicità, ma perché lui/lei condivida la nostra e noi la sua. Quando questo non è più possibile, quindi, non si può fare nulla per cambiare la situazione. Di certo si può continuare a vivere anche senza questa persona, anche se all’inizio è difficile e doloroso, ma si sopravvive e un giorno ci abbandoneremo di nuovo all’amore. Si continua a vivere anche se non si ha a fianco qualcuno. 

Guarda anche