Paura di essere criticati, come superarla

22 Dicembre 2018

Capita a tutti di ricevere una critica, ma ci sentiamo dopo? Può capitare di sviluppare una vera paura di essere criticati. Essere criticati non è piacevole per nessuno, sopratutto quando si tratta di critiche negative.

Non tutte le critiche, tuttavia, sono negative. Alcune sono costruttive, ovvero ci aiutano a migliorare vari aspetti di noi stessi. Talvolta, però, non apprezziamo nemmeno queste critiche o magari ci vengono fatte in un momento nel quale non siamo particolarmente ricettivi. Indipendentemente dal tipo di critica, come possiamo superare la paura di essere criticati?

Paura di essere criticati

La maggior parte delle volte, viviamo una critica come un affronto personale. Vi siete mai fermati a pensare al perché di una critica?

Se non riflettiamo sul fatto che la persona che ci rivolge la critica è arrabbiata o fino a che punto ha ragione, allora ci metteremo subito sulla difensiva. E non trarremo nessun beneficio dalla situazione

Donna parla ad un'amica preoccupata

Se ci rassereniamo e chiariamo la questione, forse ci accorgeremo che forse possiamo cambiare qualche nostro atteggiamento. In questo modo le critiche ci serviranno per imparare e mantenere una buona relazione con questa persona. Affrontarla in questo modo aiuta a combattere la paura di essere criticati.

D’altra parte, può succedere che la persona che ci muove una critica sia in torto e abbia un punto di vista che non condividiamo. Se non ci esprimiamo in modo assertivo, potremmo arrivare a cedere sotto ogni altro aspetto per paura di essere criticati. Così facendo, alimenteremo la manipolazione che questa persona sta esercitando su di noi e i nostri sentimenti di autostima.

Accettare le critiche è altrettanto vantaggioso

Il primo passo per superare la paura di essere criticati è imparare a essere criticati. Questo obiettivo si raggiunge innanzitutto imparando a reagire con calma. I vantaggi sono numerosi:

  • Impariamo a controllare le emozioni negative.
  • Non ci sentiremo attaccati.
  • Impariamo a separare le critiche dalla nostra autostima. Le critiche sono solo opinioni.
Uomo pensieroso

Rimanendo tranquilli e reagendo con calma alle critiche, possiamo rispondervi meglio. In questo modo:

  • Possiamo valutare se la critica è positiva o se è solo un intento di manipolarci.
  • Se è positiva, possiamo imparare da essa e non rovinare la relazione con la persona in questione.
  • Se è positiva, ma la persona non ha saputo usare le parole giuste, possiamo capirla e mostrarle come comunicare al meglio.
  • La critica potrebbe essere una strategia per manipolarci. In questo caso, se riusciamo a rimanere tranquilli e rilassati, l’altra persona si sentirà frustrata.
  • Se non reagiamo in maniera collerica, non mostriamo i nostri punti deboli o sensibili.
  • Diamo importanza a noi stessi. Siamo noi i giudici della nostra condotta. Se abbiamo sbagliato, è saggio rettificare il nostro comportamento. Viceversa, dovremo confermare in modo pacifico il nostro punto di vista. Anche se l’altra persona insiste, non cadremo nella sua trappola.
  • Ci permette di uscire positivamente da una situazione che, nella maggioranza dei casi, diventa molto sgradevole.

Quali pensieri negativi interferiscono con le critiche?

Alcuni pensieri sono d’aiuto per affrontare al meglio una critica. Modificandoli, smetteremo di avere paura di essere criticati.

Pensieri su noi stessi

“Ho sbagliato di nuovo, che disastro!”, “Che vergogna mi è venuto male!”. Quando pensiamo in questi termini, ogni errore viene intenso come un fallimento.

Il pensiero più razionale sarebbe: “Ho sbagliato? Prima di tutto, voglio verificare di aver sbagliato davvero. Se è così, ho il diritto di sbagliare. Come può un errore rendermi una persona poco valida? Dimostra solo che sono un essere umano”.

Donna preoccupata

Pensieri in merito alla situazione

“Che situazione sgradevole e umiliante. Non ce la faccio più, devo andare via”. La convinzione alla base di questa affermazione è che le cose devono sempre essere facili, che devono andare come vogliamo noi. Il pensiero razionale invece sarebbe: “La situazione è sgradevole, ma non ci riesco? È meglio scappare o affrontarla?” Anche se si tratta di una situazione sgradevole, ascoltatela, potreste imparare da essa.

Pensieri in merito agli altri

“Mi sta mettendo in ridicolo. Vuole mettermi in mostra. Lo fa per aggredirmi, sembra che gli piaccia cogliermi in difetto”. Questi pensieri nascondo dall’idea che le persone cattive meritano di ricevere una punizione. Tutti gli altri devono essere gentili e darci quello di cui abbiamo bisogno. Se non è così, non valgono nulla.

Questo pensiero può essere sostituito con un altro più razionale. Potremmo dire a noi stessi per esempio: “Come posso capirne le intenzioni? Non posso leggergli la mente. E se lo sta facendo per darmi fastidio? Se anche fosse, a volte gli umani non sono così buoni come vorremmo. Neanche io sono perfetto”.

È possibile superare la paura di essere criticati, ma prima dobbiamo accettare che gli altri ci critichino e reagire con calma. Dopodiché, dovremo cambiare certi pensieri in merito alla critica.