Siamo padroni del nostro destino

· 16 dicembre 2014

Il nostro destino dipende dal nostro atteggiamento e dalle decisioni prese.

Le difficoltà e i conflitti della vita, sono simili praticamente per tutti gli esseri umani: le malattie, la morte, la vecchiaia, le perdite, i soldi, i sogni, i disastri e gli incidenti sono problemi comuni a tutte le persone. Molte di loro, riescono a sfuggire allo scoraggiamento e all’abbattimento che li immobilizza e all’amarezza del far fronte a situazioni complicate, mentre molte altre si disperano, si abbattono e crollano. Gli esseri umani più intelligenti e più difficili da incontrare sono quelli che non misurano la felicità per l’assenza di problemi. 

In qualsiasi momento difficile della vita, dobbiamo fidarci delle nostre capacità emotive per farci carico di noi stessi e scegliere radicalmente il nostro modo di affrontare l’ira, la paura, il dolore, l’odio ecc. Scegliere infine l’atteggiamento personale che dobbiamo adottare nei confronti del destino. La vita può non essere tutta rose e fiori, però se crediamo nella nostra libertà interiore, saremo SOLO NOI i padroni di noi stessi e responsabili di modificare il dolore che le spine ci procurano. Dalle nostre decisioni dipenderà sempre il salirne felici o l’attendere la sconfitta.

“Dal profondo della notte che mi avvolge, buia come un pozzo che va da un polo all’altro, ringrazio qualunque dio esista per l’indomabile anima mia. Nella feroce stretta delle circostanze non mi sono tirato indietro né ho gridato.- Sotto i colpi d’ascia della sorte il mio capo è sanguinante, ma indomito.-  Oltre questo luogo d’ira e di lacrime si profila il solo orrore delle ombre.  E ancora la minaccia degli anni mi trova e mi troverà senza paura. Non importa quanto stretto sia il passaggio, quanto piena di castighi la vita, io sono il padrone del mio destino:
Io sono il capitano della mia anima”. William Ernest Henley: Invictus.