Buttarsi significa perdere per un attimo l’equilibrio

1 giugno 2018 in Emozioni 0 Condivisi
Donna che salta con dei palloncini buttarsi

L’audacia ha sempre una dimensione ottimistica. Buttarsi significa far parte della resistenza formata dagli esseri straordinari, quelli che riescono a costruire e a progredire. Non buttarsi, d’altra parte, può significare vivere senza entusiasmo, come se si passasse la vita facendo le prove di uno spettacolo che non debutta mai.

Buttarsi implica perdere l’equilibrioPer farlo, dobbiamo avere il coraggio e la decisione per uscire e ritrovarlo, pur sapendo in anticipo che prevede una buona dose di rischio, paura e insicurezza. Ma se non lo facciamo, attiriamo il pericolo di perdere noi stessi. La paura è sempre disposta a vedere le cose peggiori di quanto non siano e a modificare il nostro approccio alla vita.

Tutto ciò che vogliamo ottenere è fuori, perché ciò che abbiamo dentro ci appartiene già. Dobbiamo buttarci, solo allora non perderemo ciò che c’è di buono nella vita. Tutti possono farlo, ma non tutti hanno il coraggio di provarci. Prima o poi ci trasformeremo nei nostri pensieri.

“Solo chi rischia di andare troppo lontano avrà la possibilità di scoprire quanto lontano si può andare.”

-T. S. Eliot-

Donna che salta

Spesso basta solo buttarsi

La paura, se le permettiamo di prendere il controllo, non esita a trasformarci nei suoi schiavi. E lo fa in un modo così furtivo che, quando finalmente ce ne accorgiamo, siamo già suoi prigionieri. La chiave di questa serratura è spesso quella di armarci di coraggio, persino di osare in certi momenti, di credere in noi stessi e nelle nostre possibilità. Dobbiamo pensare che non possiamo nuotare verso nuovi orizzonti se non abbiamo il coraggio di perdere di vista la costa.

Tutti noi, almeno una volta, ci siamo trovati all’incrocio di dover decidere se buttarci, rischiare tutto, oppure sederci a guardare il passaggio dei vincitori. Abbiamo sentito quella paura, ma allo stesso tempo quell’entusiasmo di metterci al lavoro e di arrivare dove volevamo, di superare le difficoltà e di goderci il processo.

Qualsiasi progresso si ha perché le persone osano essere diverse. Pensate ai veicoli a vapore del XVIII secolo. Nessuno, tranne il loro creatore, Nicolás-Joseph Cugnot, credeva in questa illusione che solo lui osò plasmare. Ricordate quante cose sembravano pazzesche fino a quando non sono diventate realtà e immaginate se non avreste potuto partecipare o creare alcune di esse.

Se rimaniamo nel prologo della nostra vita, difficilmente lo sapremo, perché la maggior parte delle risposte si trova solo nell’azione. Lo disse Robert Lee Frost, il poeta americano considerato uno dei fondatori della poesia moderna: “In tre parole posso riassumere tutto quello che ho imparato sulla vita: si va avanti”.

“Se in un primo momento l’idea non è assurda, allora non c’è nessuna speranza che si realizzi.”

-Albert Einstein-

Donna che si copre il viso con una mano

La motivazione veste i sogni con uniformi da lavoro

La motivazione spiega in larga misura come e perché si adotta un comportamento e non un altro. I ricercatori sono d’accordo nel sostenere che la motivazione attiva, indirizza e mantiene il comportamento.

La maggior parte dei geni, considerati tali per aver fatto qualcosa di audace, non pensa necessariamente di esserlo, né agiscono con la motivazione di esserlo o pensando che altri li considerino in questo modo; fanno solo ciò che sono motivati ​​a fare. Gli studi ci dicono che le persone che non raggiungono i loro obiettivi, in generale, seguono una disciplina lassista e rinunciano troppo in  fretta a quello che viene proposto loro. È vero che in molti casi la difficoltà consiglia prudenza, ma non è meno vero che in molti casi la mancanza di fede è di per sé la vera difficoltà.

La vita è un’avventura audace o nulla. La sicurezza è principalmente una superstizione, non esiste in natura. La motivazione o la mancanza di essa ci permettono di intravedere le cause che innescano il nostro comportamento e cercano di dare risposte al perché delle nostre azioni. Quindi, sebbene buttarsi significhi perdere momentaneamente l’equilibrio, in molti casi è un prezzo necessario da pagare affinché il nuovo equilibrio raggiunto sia ancora più solido e, soprattutto, più entusiasmante. In questo modo, in fondo, tutti abbiamo una missione: fare in modo che accada.

“Che cosa sarebbe la vita se non avessimo il coraggio di fare tentativi?”

-Vincent Van Gogh-

Guarda anche