Cambiare le proprie convinzioni per rafforzare la propria personalità

16 gennaio 2017 in Psicologia 730 Condivisi

Senz’altro si tratta di una sfida difficile da portare a termine, ma basta un po’ di buona volontà e anche le cose “impossibili” si riveleranno molte meno di quanto crediate! Cambiare o rivalutare le convinzioni che vi hanno accompagnato per molti hanno permette alla vostra personalità di seguire ciò che sente davvero suo. Si tratta di un modo come un altro di progredire nella nostra crescita.

Le vecchie convinzioni spesso pesano sulle nostre spalle più di uno zaino carico di sassi. Forse un tempo ne eravate fermamente convinti, mentre ora siete consapevoli di alcuni dei loro limiti e qualcuna può sembrarvi persino inappropriata. Perché, quindi, continuare a difenderle?

Concedetevi l’opportunità di maturare, cambiando ciò in cui credete

Le ideologie rappresentano un modo per avvicinarci a ciò che accade intorno a noi e sono spesso cariche di un forte peso emotivo, culturale, tradizionale, ecc. Crediamo che questi pensieri o modi di agire ci accompagneranno fino all’ultimo giorno della nostra vita, ma la verità è che non c’è niente che rimanga statico per un periodo così lungo.

Il cambiamento è una virtù che non tutti comprendono. Tuttavia, se siete intenzionati a migliorare e a diventare persone che trascendono e imparano dai propri errori, i risultati di questo cambiamento saranno sempre positivi.

donna-pensierosa

Spesso crediamo che la nostra personalità sia un elemento che ci appartiene dalla nascita, che non la possiamo cambiare per niente al mondo. Per questo motivo, difendiamo a spada tratta tutte le convinzioni in cui un tempo credevamo e che abbiamo fatto nostre… senza crederci davvero. In un certo senso consideriamo che, quando qualcuno attacca le nostre convinzioni, sta attaccando anche noi.

Ma che cosa succederebbe se, per un motivo o per l’altro, ci rendessimo conto che ci siamo sbagliati o che esiste una strada alternativa a quella che abbiamo percorso per tutto questo tempo? Varrebbe la pena di cambiare? Non è necessario darvi la risposta, perché è già dentro di voi.

Le convinzioni limitanti vi impediscono di crescere

La nostra mente ha il compito di stabilire limiti e frontiere. Se pensiamo di non poter fare qualcosa, quasi di certo non riusciremo mai a farla, ma se siamo decisi a cambiare e a lottare per ciò che desideriamo, nessun’idea errata potrà rimanere ancorata per troppo tempo tra le convinzioni che sentiamo davvero nostre.

Le convinzioni che ci mettono i bastoni tra le ruote o che danneggiano le persone a cui vogliamo bene sono molto pericolose. E il problema è che spesso non riusciamo ad identificarle. Sono sempre presenti, e l’unica cosa che fanno è trasformarci in persone chiuse nei confronti della riflessione e del dibattito. In sostanza, persone chiuse all’arricchimento.

Di certo ci sono idee che in un momento preciso del passato, o in una situazione particolare, ci sono tornate utili. Ma le circostanze cambiano e nessun giorno è identico a quello appena trascorso. Le convinzioni troppo radicate dentro di noi servono solo a distruggerci o a impedirci di avanzare verso i nostri sogni.

Le convinzioni e la voce interiore

Prima di tutto, è bene sapere che per avere una personalità forte e in grado di superare tutte le difficoltà della vita, la flessibilità è fondamentale. Questo significa che se camminiamo rigidi come dei robot, non potremo mai schivare il ramo di un albero, saltare un torrente o girare l’angolo quando il sentiero si biforca. Per questo motivo, i nostri schemi mentali devono essere modificabili e flessibili.

La capacità di adattamento ha salvato molte specie dall’estinzione. Persino gli esseri umani sono passati attraverso diverse fasi prima di trasformarsi in ciò che sono oggi. Pensateci: come persone, non avreste la capacità di cambiare ed evolvervi per essere migliori di ieri?

ragazza-riflette

Senz’altro ci sarà sempre una vocina interiore che vi punzecchierà. Le convinzioni che volete sradicare lotteranno per sopravvivere, ma non importa. Portate avanti la vostra decisione e non vacillate. Mettete in dubbio quelle convinzioni e cercate di capire perché sono rimaste radicate dentro di voi così a lungo.

Chiedetevi se vi sono utili, se vi aiutano a raggiungere i vostri obiettivi o come influiscono sulle vostre relazioni con gli altri. Poi cercate di riflettere e cercare delle alternative a quelle convinzioni. Scegliete quella che vi sembra migliore per voi. Forse la risposta non arriverà dall’oggi al domani e avrete bisogno di tempo e di impegno per trovarla.

Cercate più a fondo, non rimanete con le mani in mano. Se c’è qualcosa che vi motiva a cambiare, trasformatelo nella stella che vi guida in questo percorso, come facevano un tempo i marinai. E quando sarete lì lì per gettare la spugna, pensate ai benefici che questa crescita vi porterà in futuro. Non preoccupatevi dei cambiamenti di rotta che dovrete fare: è sempre meglio cambiare, piuttosto che continuare a vivere nell’errore per orgoglio.

Progredite e superatevi. Siate come l’acqua di un fiume che continua a scorrere senza ristagnare mai. Solo così potrete raggiungere tutti i vostri obiettivi!

Guarda anche