Chi sorride è sempre più forte di chi si infuria

· 1 giugno 2016

Dicono che il modo in cui si vive dipenda dal punto su cui si focalizza l’attenzione, dunque è logico pensare che è molto più vantaggioso trovare una soluzione a ciò che ci destabilizza che passare il giorno a lottare contro i mulini a vento. Tra le cose che ci rendono più instabili ci sono proprio le discussioni, e un modo per uscirne disinvolti è agire con la serenità di chi sorride e non con una collera impulsiva e duratura.

Quando una situazione vi sfugge di mano e sentite che non sapete da dove cominciare, la pazienza, assieme ad un pizzico di ottimismo, può aiutarvi a superare immuni la circostanza. In caso contrario, un inutile squilibrio emotivo potrebbe nascere in voi, dando luogo a stress, ansia e rabbia.

Chi sorride serenamente ottiene sempre quello che vuole

A volte ci troviamo coinvolti in una discussione accesa; nella maggior parte dei casi è solito accadere con un familiare o con un amico. Questo rende la tensione ancora maggiore dato che un disaccordo finito male può dare luogo a risultati di cui potremmo pentirci.

Di fronte ad una circostanza del genere, ci sono due possibilità: perdere il controllo della situazione oppure razionalizzarla al massimo. La scelta dell’una o dell’altra dipende dalla nostra forza di controllare l’impulsività e di mantenere il sangue freddo. In questo senso, è molto più sano avere una mente aperta, perché può portare la conversazione ad un punto sicuro.

“È più facile ottenere ciò che si desidera con un sorriso che con la punta della spada”

(William Shakespeare)

sorride più forte 2

Non è questione di vincere o di perdere; la lezione che si porta a casa colui che è stato capace di agire serenamente sarà molto più utile per il futuro: il dialogo pacifico, un sorriso al momento giusto e un comportamento calmo in risposta all’agitazione serviranno per altre situazioni simili che si dovranno affrontare. Per questo motivo, vi diciamo “sorridete serenamente se volete ottenere qualcosa”.

Infuriarsi vi porta in una strada senza uscita

A parte qualche sporadico beneficio, la rabbia vi porterà ad una strada senza uscita: la furia non vi consente di ascoltare né di essere ascoltati, così come impedisce la comprensione.

Le discussioni si presentano quando la conversazione cambia improvvisamente di tono, allora la voce si alza e non si riesce a vedere altro che il proprio ego. Nessuno dei due interlocutori si sofferma a pensare se magari ha torto, se sta provando ad imporre le sue idee o se ha delle convinzioni che potrebbero non corrispondere alla realtà.

Aggrapparsi alla rabbia è come afferrare un carbone ardente con l’intenzione di tirarlo addosso a qualcuno: alla fine, siete voi che vi scottate”.

(Buddha)

sorride più forte 3

La rabbia annebbia le sensazioni e convince il soggetto che la vive che è impossibile che sia in errore. Forse questa persona non è consapevole che vincere il conflitto non le apporterà nulla, dato che non imparerà nulla dai pensieri del suo interlocutore e di certo ci saranno dei malintesi.

Gestire una situazione difficile con calma

Colui che sorride di fronte alle complicazioni sarà più forte di colui che si arrabbia, soprattutto perché saprà gestire meglio le situazioni difficili che si troverà davanti. Saprà che la riflessione e l’analisi sono gli acerrimi nemici dell’atteggiamento arrogante che di solito ci fa arrabbiare.

Otterrà anche l’esperienza necessaria per cercare le soluzioni ai suoi problemi e per aprirsi alla tolleranza necessaria per avere relazioni interpersonali. È importante saper ascoltare e rispettare ciò che gli altri pensano, anche se è un’idea diversa dalla nostra; è necessario anche ricordarci che tutti possiamo sbagliarci nelle parole o nei fatti.

sorride più forte 4

Potrà sembrare scontato, ma imparare a controllare i nervi in momenti delicati aiuta a canalizzare la rabbia in momenti in cui non riuscite a trattenerla. Non si tratta di vedere i problemi con gli altri come se non esistessero, bensì di imparare a gestirli efficacemente.

“Nei momenti di forte stress o avversità, è sempre meglio mantenersi occupati per dirigere la propria rabbia ed energia verso qualcosa di positivo”

(Lee Iacocca)