Imparare a chiedere scusa in modo efficace

· 25 aprile 2017

Tutti i giorni, in qualsiasi luogo o circostanza, ci esponiamo alla possibilità di rimanere vittime di discussioni. Per risolverle, è necessario riflettere sull’accaduto. Capire che ognuno di noi è un universo particolare. Che possiamo sempre sbagliarci, anche se non è nostra intenzione. E dobbiamo imparare a chiedere scusa in modo efficace.

Molte persone credono che chiedere scusa sia sintomo di debolezza. In questo caso, l’orgoglio è un ostacolo. Anche se sappiamo di aver commesso un errore, non c’è una vera intenzione di scusarsi, quanto di nasconderlo. Anche se si è consapevoli di aver sbagliato, è più importante non mostrarsi, in nessuna circostanza, vulnerabili.

“L’arte del chiedere scusa si divide in tre parti: “mi dispiace”… “è stata colpa mia”… e “come posso farlo meglio?”.

-Randy Paush-

Un altro degli ostacoli a delle scuse efficaci è la paura della reazione altrui. Non sappiamo in che modo reagirà l’altra persona e questo ci fa paura. Seguendo quest’ordine di idee, l’insicurezza ci paralizza e ci impedisce di assumerci la responsabilità delle nostre azioni L’errore causa vergogna e quest’ultima causa immobilità.

Le scuse efficaci si fanno di persona

Riconoscere di aver commesso degli errori che hanno danneggiato l’altro non è facile, soprattutto se questi vengono interpretati come fallimenti. Al contrario, se si ammette che l’errore include anche l’opportunità di migliorare, la solfa cambia.

In qualsiasi caso, per offrire delle scuse efficaci, la cosa migliore da fare è parlare di persona con il diretto interessato. Se volete, potete scrivergli un messaggio prima, per riconoscere di aver sbagliato. In questo modo, otterrete un primo avvicinamento, senza sostituire la necessità di una conversazione faccia a faccia. La vicinanza è fondamentale e in questo caso dimostra che siete davvero pentiti.

Prima di chiedere scusa, è necessario aver riflettuto a lungo su quanto successo. Non è sempre facile capire in cosa si è sbagliato. E ciò che ho fatto? Ciò che ho detto? Forse è stato il modo? Che danno ho causato con quell’errore? Rispondete a queste domande e darete ancor più importanza alle vostre scuse.

È importante dedicare del tempo all’incontro con la persona a cui si deve chiedere scusa. Le vostre parole non avranno effetto se vi mostrerete impazienti e, inoltre, daranno l’impressione che le scuse non nascano dal vostro Io più profondo, ma che siano fatte per circostanza o perché qualcuno vi ha spronati a farlo.

Non dimenticate l’umiltà quando vi scusate


Praticare l’umiltà in questo caso significa capire di aver sbagliato e di aver accettato i propri errori. Implica, inoltre, essere disposti a fare uno sforzo per porre rimedio al danno causato. Di per sé, le scuse hanno la funzione di rimediare simbolicamente, ma in alcuni casi è necessario che diventino anche qualcosa di più concreto.

D’altro canto, non dimenticate che anche la postura e i gesti sono elementi fondamentali per la comunicazione e che ciò che esprimono può essere interpretato come un messaggio più sincero di ciò che viene detto a parole. La cosa migliorare sarebbe che il vostro linguaggio corporeo sia d’accordo con quanto volete trasmettere. Per scusarvi in maniera efficace, guardate negli occhi l’altra persona e cercate di non incrociare le braccia. In questo modo, creerete una comunicazione più scorrevole e non spezzerete l’empatia adottando una posizione indifesa.

Cercate sempre di trasmettere fiducia e calore. Potete riuscirci grazie alla vicinanza fisica. Una stretta di mano ferma e amichevole; un colpo sulla spalla o sul braccio del vostro interlocutore o, perché no, un abbraccio fraterno. Queste sono solo alcune delle alternative. Tutto questo dipende ovviamente dal vostro modo di fare e dalla persona che avete davanti, oltre che dal tipo di relazione che intrattenete.

Una volta che avrete creato un ambiente di vicinanza, avrete l’opportunità di dare le dovute spiegazioni. È importante specificare che credete di aver sbagliato e verificare se anche l’altra persona pensa lo stesso. Ascoltate ciò che vi dice il vostro interlocutore senza preconcetti. Pensate a come rimediare al danno fatto. La vostra generosità e il vostro coraggio nell’affrontare la situazione saranno la migliore garanzia affinché le vostre scuse vengano accettate.

Immagini per gentile concessione di Brandon Kidwell