Parlare della separazione ai figli

14 Gennaio 2019
Come parlare della separazione ai figli è sicuramente una delle preoccupazioni principali di due persone che hanno deciso di lasciarsi.

Grahem Greene, critico e scrittore britannico, diceva che “c’è sempre un momento dell’infanzia in cui si aprono le porte e il futuro entra”. Per quanto possa essere vero, a volte queste porte potrebbero essersi aperte troppo presto e noi, in quanto genitori, non sappiamo come parlare della separazione ai nostri figli.

Questo perché magari  sono troppo piccoli e innocenti e non vogliamo per loro un futuro che potrebbe essere precoce.

Una separazione è una situazione delicata che colpisce anche i più piccoli. Come parlare della separazione ai figli è sicuramente una delle preoccupazioni principali di due persone che hanno deciso di lasciarsi.

Come comunicare loro la fine della relazioneQual è il momento giusto? Quali parole usare ? E, soprattutto, come rispondere alle loro domande? La psicologa Monica Cruz, esperta in queste tematiche, ci offre alcuni consigli per parlare nel modo più giusta della separazione ai propri figli.

I bambini devono avere molta pazienza con gli adulti.

-Antoine de Saint-Exupery-

Come parlare della separazione ai figli

Accordo previo

Conviene che i genitori trovino un accordo prima di parlare della separazione ai figli. Questo significa che entrambi devono stabilire di comune accordo cosa dire ai bambini, e farlo insieme, nei limiti del possibile. Per questo è importante fare delle prove e non lasciare nulla al caso.

A ogni modo, se la situazione diventa tesa, è importante non perdere la calma. Se uno dei due perde la tranquillità, la cosa migliore è posticipare la conversazione e lasciarla per un altro momento.

Genitori che litigano

Dire la verità ai bambini

Meglio non mentire. Un bambino, che di solito è egocentrico (soprattutto tra i 6 e i 7 anni), può tendere a darsi la colpa. Per questo è molto importante che la spiegazione su quello che sta succedendo sia concreta e chiara, per evitare così che il piccoli elabori un racconto basato sull’immaginazione al fine di colmare le informazioni che gli mancano.

Quando si parla della separazione ai propri figli, è importante dire loro la verità per evitare di creare confusione e, soprattutto, che si sentano colpevoli.

Sicurezza prima di tutto

Non è un momento facile, ma è importante che i bambini percepiscano sicurezza nelle parole dei propri genitori. È il modo ideale per far capire loro che la decisione non è revocabile.

La Cruz consiglia di raccontare ai bambini che quando avete incontrato il partner, vi amavate molto e che avete creato una famiglia con tutto l’amore del mondo. Tuttavia, con il trascorrere del tempo, le cose sono cambiate e non siete più felici insieme.

Nel più felice dei nostri ricordi d’infanzia, i nostri genitori erano anch’essi felici.

-Robert Brault-

Non sminuire il partner

È necessario evitare di sminuire il partner. Sebbene si possano raccontare le piccole situazioni vissute di recente come le discussioni più frequenti negli ultimi anni, non significa che si possa insultare o incolpare il coniuge.

Entrando nel circolo delle denigrazioni, complicherete solo la situazione. Queste informazioni non apportano nulla, possono essere mal interpretate dal bambino e creare tensione. Bisogna dimenticare frasi come “vuole che me ne vada” o “mi sta abbandonando”, ad esempio.

Spiegare che ce l’avete messa tutta

Non è una cattiva idea spiegare ai bambini che ce l’avete messa tutta. Ovvero, che entrambe le parti hanno cercato di mantenere salda l’unione familiare risolvendo i problemi, ma che alla fine non siete riusciti ad arrivare a un esito positivo.

In questo modo i bambini accetteranno che non è stata una decisione impulsiva. Se, invece, lascerete credere loro il contrario, potrebbero pensare che si tratti di una situazione reversibile.

È importante dire loro la verità con fermezza affinché capiscano che dopo aver riflettuto a lungo, siete giunti alla conclusione che è questa la migliore soluzione per il benessere di tutti.

Parlare di una separazione ai bambini

Ulteriori dettagli da considerare per parlare della separazione

A partire da questo momento, è necessario che i bambini capiscano che:

  • Non c’entrano nulla con quanto successo. Semplicemente, non è andata come i genitori speravano.
  • Possono piangere ed esprimere le proprie emozioni, non è necessario che facciano finta di nulla.
  • È importante chiedere l’opinione dei più piccoli, chiedere loro se si aspettavano una cosa del genere, dato che negli ultimi tempi la situazione non era delle migliori. In questo modo eviterete che si creino idee sbagliate.
  • Bisogna spiegare loro cosa succederà nell’immediato futuro. Ovvero: continueranno a essere parte di una famiglia, trascorreranno del tempo con mamma o papà, ecc. Così facendo, limiterete le loro incertezze.
  • È importante chiedere per essere certi che abbiano compreso tutto. Se hanno una domanda, è importante che la facciano.

Come è logico che sia, parlare della separazione ai bambini non è facile, e le loro reazioni possono essere davvero soggettive. Negazione, rabbia, silenzio… In ogni caso, è importante che capiscano che i loro genitori continueranno a essere presenti, insieme o separati.