Comunicazione aggressiva nella coppia

"Sei un buono a nulla." "Dici solo stupidaggini." L'aggressività comunicativa nelle relazioni di coppia lascia il segno. È necessario identificarla e reagire il prima possibile.
Comunicazione aggressiva nella coppia

Ultimo aggiornamento: 17 giugno, 2022

Potremmo fornire molteplici esempi di comunicazione aggressiva nella coppia. In tutti i casi danneggia, sminuisce e distrugge l’equilibrio psicologico della persona a cui è rivolta.

Istruzione, età o esperienze pregresse non contano: tutti, a un certo punto, possono essere vittime di queste dinamiche dannose.

Lo psicologo e psicoterapeuta esistenzialista Rollo May diceva che la comunicazione dovrebbe sempre guidarci verso la comprensione, l’intimità e l’apprezzamento dell’altro.

Ciò vale anche in un legame affettivo. Il benessere, la felicità e la proiezione del futuro tra due persone dipendono in gran parte da questo pilastro.

Ma ammettiamolo, non tutti sono competenti in questo campo. Perché saper comunicare non significa solo essere efficaci nel trasmettere un messaggio.

La comunicazione corretta è quella che sa controllare le emozioni e si esprime in modo assertivo per ottenere un fine: raggiungere l’altro con rispetto.

Comunicazione aggressiva nella coppia.

Com’è la comunicazione aggressiva?

La comunicazione aggressiva consiste fondamentalmente nel fare uso di un atteggiamento egocentrico che non rispetta i pensieri, i sentimenti ei diritti dell’altro.

Potremmo descriverlo come quello stile di interazione unidirezionale in cui conta solo ciò che dice e pensa chi parla. Non è quindi difficile dedurre che dietro si cela una personalità violenta. I tratti di un simile profilo sarebbero:

  • Tiene conto solo delle proprie esigenze.
  • Il suo obiettivo è che il partner accetti e ceda ai suoi desideri, obiettivi e prospettive.
  • È una persona bellicosa, non esita a umiliare e violare i diritti altrui.
  • Si tratta di una personalità esplosiva e imprevedibile. Non si sa mai quando esploderà con un commento aggressivo.
  • Sottovaluta ogni pensiero, decisione o commento del partner.

D’altra parte, dobbiamo sottolineare che la comunicazione aggressiva può essere verbale, ma anche non verbale. In altre parole, oltre al messaggio o alle parole rivolte al partner, ci sono gesti, un dito che punta e minaccia, la vicinanza che invade lo spazio personale, ecc.

Esempi di comunicazione aggressiva nella coppia

È facile cadere in una relazione in cui la comunicazione violenta è una costante. Ciò si spiega soprattutto con l’inerzia in cui sprofonda buona parte delle vittime.

Una delle caratteristiche di questa dinamica è che l’aggressività comunicativa è imprevedibile. Il partner viene colto di sorpresa, non si aspetta quell’attacco pieno di disprezzo, sarcasmo o insulto.

A poco a poco la vittima finisce per minimizzare questo tipo di comunicazione, normalizzandola perché la sua autostima è bassa e perché la sua identità è completamente subordinata all’altro. A seguire presentiamo alcuni esempi di comunicazione aggressiva nella coppia.

1. Sei un buono a nulla, lascia fare a me

Questa frase degrada l’altra persona. In questo modo, il partner aggressivo assume il potere disprezzando l’altro. L’aspetto più complesso è che molte volte quel “sei inutile” viene detto con un tono affettuoso e semischerzoso che può sembrare innocuo.

Espressioni come “Oh tesoro, non so cosa faresti senza di me” sono denigrazioni altamente dannose mascherate da falsa gentilezza.

2. Tu sempre, tu mai…

Parlare in termini assoluti è una forma di comunicazione violenta che spesso trascuriamo. È importante tenerlo a mente.

Frasi come “non fai mai questo o quello, sei sempre così o sbagli sempre, ecc.” feriscono l’altra persona. Daniel Goleman spiega nel suo libro Intelligenza emotiva il pericolo di ricorrere a questa risorsa. Prendere un evento particolare e trasformarlo in generale è un attacco all’altra persona.

3. La colpa di tutto è tua

Tra gli esempi di comunicazione aggressiva nella coppia non può mancare la proiezione della colpa. Attribuire agli altri il peso di tutto quello che accade, il proprio disagio, le proprie frustrazioni e persino i problemi più insignificanti è una chiara forma di violenza.

4. Dici solo sciocchezze

Uno degli obiettivi di ogni persona aggressiva e manipolatrice è annullare emotivamente e psicologicamente l’altro. È importante rilevarlo, perché il desiderio di sminuire gli altri per abbassarne l’autostima può fare uso di molteplici meccanismi, risorse, espressioni, frasi e commenti sofisticati.

Lo studio di ricerca condotto presso la Loyola University di Chicago indica che la comunicazione aggressiva e il disprezzo contraddistinguono allo stesso modo entrambi i sessi.

5. Ti comporti come tua madre, tuo padre, come il mio ex (confronto)

Il confronto è un altro esempio classico di comunicazione aggressiva nella coppia. Tuttavia, tendiamo a normalizzare questi messaggi, dunque non sempre reagiamo.

Sentirsi dire “Ti comporti come tua madre, sei altrettanto esagerato” o “Siete tutti uguali, sei menefreghista come il mio ex” sono commenti che non sempre identifichiamo come comunicazione aggressiva.

Ragazza che pensa alla suscettibilità.

6. “Non sei normale”

Questo commento è anche un classico nel repertorio della comunicazione violenta e manipolativa. Possiamo definirlo con il termine gaslighting, ovvero far credere all’altro di avere un problema mentale.

Convincere il partner che le sue preoccupazioni non sono normali, che esagera tutto, che sta perdendo il controllo. Queste squalifiche rappresentano una forma di abuso e manipolazione.

7. Comunicazione aggressiva nella coppia: “Fai quello che dico io”

“Quello che pensi non importa, perché in questa casa comando io”. Un altro esempio evidente di comunicazione aggressiva nella coppia. L’imposizione del proprio punto di vista, calpestare i diritti del partner per affermare i propri è una forma di violazione assoluta.

Conclusioni

Esistono molti altri esempi di comunicazione violenta, l’aspetto più decisivo è riconoscerli e reagire. Il linguaggio aggressivo ferisce, distrugge e distorce l’autentico senso di affetto in una relazione.

Saper amare implica vuol dire anche ricorrere a una comunicazione empatica, rispettosa e costruttiva. Teniamolo a mente.

Potrebbe interessarti ...
La comunicazione non violenta in famiglia
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
La comunicazione non violenta in famiglia

La comunicazione non violenta in famiglia è un tassello fondamentale per la risoluzione costruttiva dei conflitti tra i diversi membri.



  • Elena-Adriana, T., Maria, O., Ovidiu, G., Cristina, G., Gabriela, B., & Manuela, G. (2014). The Impact of Communication in the Harmonization of Couple Relationships. Procedia – Social and Behavioral Sciences116, 5041–5045. https://doi.org/10.1016/j.sbspro.2014.01.1070
  • Stockdale, Laura & Tackett, Sarah & Coyne, Sarah. (2013). Sex differences in verbal aggression use in romantic relationships: A meta-analytic study and review. Journal of Aggression. 5. 10.1108/JACPR-09-2012-0003.
  • Overall, N. C., Hammond, M. D., McNulty, J. K., & Finkel, E. J. (2016). When power shapes interpersonal behavior: Low relationship power predicts men’s aggressive responses to low situational power. Journal of personality and social psychology111(2), 195–217. https://doi.org/10.1037/pspi0000059