Deficit di responsabilità: che cos'è questo disturbo?

Conoscete qualcuno che evita ogni responsabilità per le proprie azioni? Conoscete qualcuno che incolpa sempre gli altri per tutto ciò che accade loro? Se è così, di certo sarete interessati a sapere cosa causa questo comportamento così estenuante e problematico.
Deficit di responsabilità: che cos'è questo disturbo?

Scritto da Valeria Sabater

Ultimo aggiornamento: 02 novembre, 2022

Conosciamo tutti più di una persona irresponsabile. Sono quelle figure di cui non ci si può fidare, né delegare compiti, tanto meno lavorare o vivere con loro. Sono frustranti, infastidiscono e addirittura si disperano. Perché la maturità dell’essere umano si misura anche dalla sua capacità di essere responsabile di se stesso, sapendo che ogni azione ha delle conseguenze. Scopriamo cos’è il deficit di responsabilità

C’è chi sembra avere uno strato di impermeabilità su se stesso. Tutto gli sfugge, evita tutto e dà anche la colpa alle spalle degli altri di fronte a tutto ciò che di brutto gli accade. È vero che questa competenza, responsabilità personale, viene educata e ogni bambino e adolescente non la sviluppa fino alla prima giovinezza.

Lo fanno proprio mentre la loro corteccia prefrontale sta finalizzando la sua maturazione e viene esercitato un migliore controllo degli impulsi. Vi sono però adulti che manifestano un’eccessiva e persistente mancanza di responsabilità, al punto da portare a comportamenti altamente problematici. Non solo non sono in grado di farsi carico della propria vita, ma le loro azioni danneggiano anche coloro che li circondano. Siamo di fronte a un tipo di realtà clinica che vale la pena conoscere.

Le persone evitano le nostre responsabilità per ragioni giustificate o ingiustificate. Tuttavia, ci sono casi in cui tale persistente irresponsabilità è il segno distintivo di un disturbo psicologico.

coppia che litiga sul disturbo da deficit di "responsabilità".
Vivere con una persona che evita di assumersi qualsiasi responsabilità è traumatico.

Disturbo da deficit di responsabilità: come si manifesta?

Tutti possiamo mostrare una certa irresponsabilità in un dato momento e non avere quindi un comportamento patologico. Perché a volte, dietro coloro che evitano di adempiere ai propri compiti o eludono gli obblighi, può esserci qualsiasi cosa, da un periodo di ansia al semplice esaurimento. Senti anche una certa mancanza di interesse per ciò che ti circonda e devi semplicemente riformulare i tuoi obiettivi.

Ora, il nostro benessere psicologico dipende direttamente da questa capacità, quella di essere responsabili. Uno studio dell’Università del Queensland, ad esempio, evidenzia i vantaggi dell’implementazione di corsi a scuola per educare a tale competenza e migliorare lo sviluppo sociale ed emotivo degli adolescenti.

Pensiamo, ad esempio, che coloro che vivono di scuse, che incolpano il mondo per i loro errori e non sono in grado di assumere doveri, siano condannati all’ostracismo sociale. Il disturbo da deficit di responsabilità definisce qualcuno che mostra un modello coerente di irresponsabilità in qualsiasi area della propria vita.

Le persone con un disturbo da deficit di responsabilità si percepiscono come vittime della società. Tutto ciò che accade loro è colpa della loro famiglia, dei loro insegnanti, capi, politici, ecc.

Come riconoscere questo deficit di responsabilità?

Questo profilo comportamentale mostra una gamma molto ampia di comportamenti. Questo è così per un fatto molto specifico. Il disturbo da deficit di personalità non è una categoria clinica di per sé, non compare in nessun manuale diagnostico. È una caratteristica che converge con il disturbo antisociale di personalità e il disturbo da deficit di attenzione e iperattività.

Quindi, e in generale, possiamo vedere quanto segue in queste persone:

  • Sfidano ogni forma di autorità.
  • Mostrano comportamenti di evitamento.
  • Sono impulsivi.
  • Tendenza a nascondersi dietro bugie e scuse per giustificare la propria irresponsabilità.
  • L’irresponsabilità persistente in ogni scenario della tua vita: personale, sociale, lavorativo, familiare, ecc.
  • Poca energia, mancanza di motivazione.
  • Soffrono di problemi finanziari.
  • Cerca rinforzi e gratificazioni istantanee.
  • Abbandono degli studi e costante instabilità lavorativa.

Altri segnali evidenti di un deficit di responsabilità:

  • Problemi che stabiliscono relazioni solide e significative.
  • Mancanza di rimorso quando commettono un’azione che ha causato danni ad altre persone.
  • Bassa empatia.
  • Nessuna resistenza alla frustrazione.
  • Scarsa gestione emotiva.
  • La sua personalità mostra tratti chiaramente narcisistici.

Perché questo tipo di personalità è così problematica?

La permanente mancanza di responsabilità è una caratteristica associata a un modello di personalità molto specifico. Uno che mostra un profilo sicuramente problematico. Il Dr. Raffaello Antonio lo descrive come la sintomatologia di altre condizioni di salute mentale del DSM-5-TR. Sono i seguenti:

  • Disturbo antisociale di personalità (APD).
  • Disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD).
  • Disturbi dell’umore, come depressione o ansia.

Una cosa che dobbiamo capire sui problemi di salute mentale è che non sono entità singole e discrete. In generale, molte condizioni psicologiche sono poliedriche, cioè mostrano più volti e più di una comorbidità. Nel deficit di responsabilità c’è chi combina la disregolazione dell’umore con l’impulsività, con la resistenza all’autorità e la capacità nulla di provare rimorso.

In questo caso, il comportamento antisociale è ciò che pone quella persona nell’abisso di una patologia psichiatrica più complessa. Ora, se ci chiediamo il motivo dello sviluppo di questo tipo di profilo, la risposta non è semplice. A volte possono esserci un fattore scatenante genetico e fattori biologici. Tuttavia, non possiamo ignorare l’importanza dell’ambiente e il tipo di educazione.

Uomo in psicoterapia per il suo Disturbo da Deficit di "Responsabilità".
Le persone con disturbo da deficit di responsabilità di solito rifiutano la terapia perché non vedono un problema nel loro comportamento.

Egosintonia e difficoltà di trattamento

Chi non si assume la responsabilità del proprio comportamento difficilmente presumerà di avere un problema che deve essere curato. La sfida più grande in coloro che evidenziano un disturbo da deficit di responsabilità è la sintonia con l’ego. Vale a dire, queste persone si sentono completamente in sintonia con il loro ego, non hanno alcun conflitto interno e non vogliono cambiare nulla di ciò che già sono.

In questo modo, quando abbiamo a che fare con qualcuno il cui comportamento è in assoluta armonia con i suoi pensieri, desideri e valori, raramente vedrà il punto di andare in terapia. Per questi individui il problema è degli altri, mai di loro. Pertanto, in questi casi, è molto comune che finiscano per commettere un atto criminale e debbano andare a un programma di riabilitazione o intervento sociale su ordine del tribunale.

In questi casi può essere utile utilizzare sia la terapia individuale che quella di gruppo. L’approccio cognitivo-comportamentale, così come la modifica del comportamento, renderà più facile per loro cedere il passo a comportamenti più positivi, integrati e responsabili. È anche importante offrire loro strumenti di gestione delle emozioni, nonché la regolazione degli impulsi e la resistenza alla frustrazione.

Tuttavia, di solito sono casi molto complessi. È meglio incoraggiare un comportamento responsabile nei bambini fin dalla tenera età. Solo allora avranno un migliore controllo sulle loro vite e godranno di un maggiore benessere sociale ed emotivo.

Potrebbe interessarti ...
La responsabilità emotiva
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
La responsabilità emotiva

Si parla spesso di responsabilità, ma avete mai pensato a quella emotiva?



  • Mergler, Amanda & Spencer, Fiona & Patton, Wendy. (2008). Personal responsibility: the creation, implementation and evaluation of a school-based program. The Journal of Student Wellbeing. 2. 10.21913/JSW.v2i1.167.
  • Lucas, J. R., Responsibility (Oxford, 1995; online edn, Oxford Academic, 3 Oct. 2011), https://doi.org/10.1093/acprof:oso/9780198235781.001.0001, accessed 24 Oct. 2022.
  • Quintana, Guillermo (1996). La psicología de la personalidad y sus trastornos. Madrid: Editorial CCS.
  • Kazdin, Alan E. & Buela-Casal, Gualberto (1994). Conducta antisocial: evaluación, tratamiento y prevención en la infancia y adolescencia. Madrid: Pirámide.