Due lupi nel cuore

· 11 gennaio 2015

Una leggenda indiana ci offre la possibilità di riflettere sul nostro potere decisionale.

Un anziano indiano disse a suo nipote: “Mi sento come se ci fossero due lupi che combattono nel mio cuore. Uno dei due è un lupo arrabbiato, violento e vendicativo. L’altro è pieno di amore e compassione.”
Il nipote chiese: “Nonno, dimmi: quale dei due vincerà la battaglia nel tuo cuore?”
Il nonno rispose: “Quello che io alimento.”

Oggi sappiamo che una quantità enorme di malattie (depressione, ansia, fobie) e un’infinità di conflitti (di tipo lavorativo, familiare, personale) non sono causati da quello che ci capita, ma dal monologo che inviamo giorno dopo giorno al nostro io. Se i nostri pensieri e le nostre decisioni sono alimentati dal pessimismo e dalla sfiducia, se non smettiamo di criticare e giudicare gli altri e noi stessi e percepiamo difetti ed errori, allora ci sentiremo terribilmente frustrati.

Il nostro modo di pensare e di decidere provoca sentimenti ed atteggiamenti simili in chi ci circonda. La nostra sfida nella vita deve consistere nel decidere quale atteggiamento assumere per non ammalarci, per relazionarci con gli altri, per vivereSe decidiamo di vestirci di passione, allegria, ottimismo, ambizioni, potremo solo trarne beneficio. In caso contrario, tutte le persone che ci circondano si allontaneranno da noi per una vita più intensa e produttiva.

Senza ombra di dubbio la tragedia umana è dovere scegliere tutti i giorni della vita e dover rinunciare a tutto quello che non viene scelto. Ci troviamo sempre di fronte a due alternative ugualmente interessanti al momento di scegliere, ma possiamo decidere di cambiare i nostri valori, essere ogni istante padroni del nostro stato d’animo e soprattutto riflettere sulla nostra esistenza. In base alle nostre decisioni e al nostro atteggiamento positivo, dipenderà la nostra vita  

Immagine per gentile concessione di Ekilby