Esercizi di respirazione per bambini

· 19 febbraio 2018

Gli esercizi di respirazione per bambini sono utili ed efficaci. Li aiutano a controllare meglio le emozioni e migliorano la loro capacità di attenzione e messa a fuoco. Li fanno sentire più rilassati perché possono capire meglio il loro corpo e, inoltre, migliorano la loro pronuncia e il loro modo di comunicare con gli altri.

A prima vista, per molti, potrebbe sembrare una sciocchezza. I bambini non vengono al mondo sapendo già respirare? Certamente sì. La biomeccanica dell’ispirazione ed espirazione è un processo automatico che realizziamo tutti e che nessuno ci ha dovuto mai insegnare. Detto ciò, la domanda che ci dobbiamo porre per riflettere è la seguente: tutti sappiamo respirare, ma lo facciamo bene?

“Gli esercizi di respirazione ottimizzano lo sviluppo cerebrale dei bambini per migliorare l’attenzione e ridurre l’effetto dello stress”.

-Daniel Goleman-

La risposta è no. Non sempre respiriamo correttamente. Per cominciare, un fatto più che ovvio è che non sfruttiamo tutta la nostra capacità polmonare, ci dimentichiamo di avere anche un diaframma e che esso può ottimizzare meravigliosamente tutto il processo. Allo stesso modo, un altro dato che dimentichiamo è che, in generale, respiriamo molto rapidamente, prendendo pochissimo ossigeno a ogni inalazione, e ciò ci obbliga a farlo molte volte e in forma aritmica.

Tutto ciò si traduce in una maggiore sensazione di stanchezza, mal di testa frequenti e un maggior impatto di stress e ansia sul nostro organismo. Ebbene, nel caso dei neonati, bisogna considerare un dato curioso. Quando un bambino viene al mondo, respira in modo corretto e profondo e usa il diaframma. Tuttavia, durante la crescita, dovuto alla postura e allo stile di vita, perde questa abilità naturale.

Insegnargli attraverso il gioco como respirare “bene”, gli permetterà di recuperare quella capacità dimenticata migliorando la sua qualità di vita.

Bambina che fa esercizi di respirazione per bambini

Esercizi di respirazione per bambini

Daniel Goleman spiegò in un articolo il grande beneficio che possono apportare gli esercizi di respirazione per bambini. Portò l’esempio di una piccola scuola di Harlem, a New York, e di come una professoressa avesse introdotto nelle sue classi la dinamica de “gli amici che respirano”.

Ogni mattina, prima di cominciare le lezioni, tutti questi bambini tra i 5 e i 6 anni si stendevano su dei materassini con un orsacchiotto sulla pancia. Dovevano prendere ossigeno durante 3 secondi e osservare come il loro peluche preferito si sollevava. Poi, esalavano profondamente e ricominciavano.

Questo gioco durava poco più di 5 minuti, ma Daniel Goleman vide che gli effetti erano veramente vantaggiosi. Questo esercizio rafforzava i circuiti cerebrali dei bambini migliorandone i processi di attenzione e gestione emotiva. Così, quegli alunni già avevano alle spalle già 2 anni di pratica di queste sessioni mattutine di respirazione, mostrarono meno problemi di attenzione e iperattività, oltre a una maggiore predisposizione allo studio e all’apprendimento.

Come possiamo osservare, un’abitudine così semplice ed elementare come dedicare un piccolo intervallo al giorno a questa serie di esercizi di respirazione, può avere effetti molto positivi nello sviluppo e nelle capacità del bambino. Vale la pena di provarci. Vediamo adesso alcune di questi esercizi di respirazione per bambini.

1. Il gioco del serpente

Semplice, divetente ed efficace. Il gioco del serpente è uno dei preferiti tra i più piccoli; vediamo in cosa consiste:

  • Faremo sedere i bambini su una sedia indicando loro di mantenere la schiena diritta.
  • Dovranno mettere le mani sulla pancia e concentrarsi sulle indicazioni che daremo loro.
  • Dovranno inspirare a fondo attraverso il naso per 4 secondi (possiamo contare il tempo per loro) notando allo stesso tempo come si gonfia la pancia.
  • Infine, dovranno espellere l’aria mentre riproducono il verso del serpente, un sibilo che deve durare finché resistono.
Serpente

2. Gonfiamo un palloncino grandissimo

Il secondo tra gli esercizi di respirazione per bambini è altrettanto divertente. Per farlo, seguiremo questi passaggi:

  • Il bambino dovrà sedersi comodamente su una sedia con la schiena eretta.
  • Gli spiegheremo che il gioco consiste nel gonfiare un palloncino invisibile, un palloncino colorato che dev’essere molto, molto grande.
  • Per farlo, devono inalare l’aria attraverso il naso e poi esalarla immaginando come si gonfia il palloncino e come diventa sempre più grande.

In questo esercizio i bambini (come gli adulti) tendono a inalare l’aria con la bocca. Di fatto, è ciò che facciamo quasi tutti per gonfiare un palloncino. È, dunque, necessario correggerli e indicare loro che l’aria s’inala dal naso mentre la pancia si gonfia, e che poi devono esalare contraendo le labbra come se avessero in bocca quel palloncino colorato gigante.

3. Respirare come gli elefanti

Questo gioco di respirazione riscuote grande successo tra i piccoli, lo adorano. Le indicazioni che useremo sono le seguenti:

  • I bambini devono stare in piedi con le gambe leggeremente separate.
  • Diciamo loro di trasformarsi in elefanti e, dunque, di respirare come questi animali.
  • Devono inalare profondamente dal naso e, nel frattempo, alzeranno le braccia come se fossero la proboscide dell’elefante, facendo in modo che l’addome si gonfi.
  • Poi arriva il momento di esalare: dovranno farlo con la bocca e in maniera sonora, abbassando le braccia mentre s’inclinano leggermente portando la “proboscide dell’elefante” verso il basso.
Elefante rosa piccolo

4. La respirazione del leopardo

L’ultimo degli esercizi di respirazione per bambini è un po’ più complesso, ma altrettanto divertente ed efficace, per introdurli alla respirazione diaframmatica:

  • Daremo indicazioni ai piccoli affinché si mettano a carponi come se fossero un leopardo.
  • Devono inspirare dal naso, notando come si gonfia la pancia e scende la colonna vertebrale.
  • Poi devono esalare dalla bocca concentrandosi sulla percezione dell’addome che si sgonfia e della schiena che si alza leggermente.

È importante segnalare che questo esercizio deve essere eseguito lentamente affinché i bambini percepiscano i processi nel corpo legati a questo tipo di respirazione che, in fondo, è la più proficua.

Per concludere, segnaliamo che esistono molti altri esercizi di respirazione per bambini, l’importante è trovare quelli che più li attraggono e che realizzino ogni passaggio in modo corretto, così da renderli un’abitudine quotidiana. Soltanto in questo modo impareranno a respirare meglio, e potranno potenziare il loro sviluppo e la loro qualità di vita.