Gestire il tempo dopo il divorzio: alcune idee

2 Gennaio 2020
Non sapete in che modo gestire il tempo dopo aver divorziato? Le ore morte, l'assenza di attività, i piani che sono saltati e il vuoto arrivato all'improvviso. In questo articolo vi diamo alcune idee.

Gestire il tempo dopo il divorzio non è affatto semplice. Avere una relazione di coppia per anni contribuisce a stabilire una routine in cui rientrano attività e abitudini che, finita questa esperienza, vengono meno. E così le passeggiate o le serate al cinema restano alle nostre spalle, dando spazio a una serie di ore libere in cui non sapremo che fare.

Tutto questo può essere difficile, soprattutto se dopo la rottura con il partner abbiamo rinunciato ad alcune amicizie o se c’eravamo concentrati così tanto sull’altra persona da non avere avuto tempo per prenderci cura di noi o per coltivare i nostri interessi. Una situazione molto comune, ma che ha una soluzione se impariamo a gestire il tempo dopo il divorzio.

Donna guarda dalla finestra

Consigli per gestire il tempo dopo il divorzio

1. Coltivare la propria autostima

L’articolo in spagnolo Percepción de mujeres divorciadas acerca del divorcio  (La percezione che le donne divorziate hanno del divorzio), recita più o meno così: “non è raro che la separazione scalfisca l’autostima e l’identità delle persone che ne sono protagoniste”. È dunque necessario imparare a coltivare la nostra autostima ora che abbiamo a disposizione del tempo da dedicare a noi stessi.

Frequentare corsi per imparare a modulare e a gestire al meglio le nostre emozioni, scegliere letture sull’amor proprio e apprezzare tutto quanto di positivo abbiamo nella nostra vita può essere di grande aiuto. Per non dimenticare quest’ultimo punto, possiamo contare su un quaderno in cui annotare una lista di motivi per i quali siamo grati. Nei momenti più tristi, sfogliare questo quaderno ci aiuterà a vedere la situazione da una nuova prospettiva.

2. Pianificare il tempo nella vita privata

C’è un’attività fondamentale che cerchiamo di annotare a inizio settimana: tutto quello che vorremmo fare. Ad esempio, andare alla fiera del libro, visitare un museo in città, che ospiterà una mostra su un pittore in particolare, oppure ancor, passeggiare in mezzo alla natura, andare in palestra almeno un’ora al giorno, ecc.

Pianificando il nostro tempo con questo genere di attività non ci sentiremo così soli, né avremo ore morte in cui pensare e lamentarci di ciò che abbiamo passato. È importante, inoltre, trascorrere del tempo con noi stessi, possiamo fare una passeggiata, andare a correre o al cinema da soli. Un divorzio è un’eccellente opportunità per tornare ad abbracciare la nostra solitudine.

Fino a quando non ti sentirai a tuo agio da solo con te stesso, non saprai mai se stai scegliendo qualcuno per amore o per necessità.

-Socrate-

3. Realizzare i propri sogni

Quando arriva il momento di gestire il tempo dopo il divorzio, possiamo riprometterci di spazzare via la polvere da quei vecchi sogni rimasti chiusi nel cassetto dei desideri. Fare un viaggio, prenderci delle vacanze, iscriverci a un corso o realizzare un obiettivo specifico (iniziare un’attività, scrivere un libro, imparare a cantare, ecc).

Dopo la separazione il tempo abbonda e non abbiamo scuse per non agire e per non fare tutto quello che era rimasto solo un’idea che forse, un giorno, avrebbe preso forma (cosa che non succedeva mai). Adottare questo atteggiamento ci aiuterà a migliorare la nostra autostima e a goderci la compagnia di noi stessi.

4. Recuperare le amicizie per gestire il tempo dopo il divorzio

Recuperare quelle amicizie che avevamo messo da parte per concentrarci così tanto sulla nostra relazione può essere un buon modo per “ripopolare” la nostra cerchia sociale. Eppure, è bene essere consapevoli che i nostri amici potrebbero essere reticenti o mostrarsi contrariati proprio perché, a suo tempo, il nostro atteggiamento li ha feriti.

Oltretutto, le persone che facevano parte della nostra cerchia di amici potrebbero esserci trasferiti in un altro Paese o aver riempito in altro modo proprio il vuoto lasciato da noi. Questo punto è interessante, perché rappresenta il punto di partenza di quello che stiamo per mostrarvi.

Molte persone entreranno e usciranno dalla tua vita, ma solo i veri amici lasceranno un segno nel tuo cuore.

-Eleanor Roosevelt-

Gestire il tempo

5. Fare nuove conoscenze: un’idea per gestire il tempo dopo il divorzio

L’ultima strategia (o obiettivo) che stiamo per presentarvi per imparare a gestire il tempo dopo il divorzio consiste nell’ampliare la cerchia di amici con nuove conoscenze. Anche se è importante rimanere in contatto con le vecchie amicizie, molte potrebbero avere un partner o persino figli che li limitano al momento di programmare qualcosa. Per questo motivo, conoscere persone che potrebbero essere in una situazione simile alla nostra può rappresentare quel sostegno che non troviamo nel nostro ambiente.

Entrare a far parte di gruppi e frequentare corsi aumenterà le probabilità di instaurare legami. Questi saranno utili ad ammortizzare la sensazione di vuoto che fa capolino ogni volta che viene a mancare un elemento di grande importanza nelle nostre vite. Non faranno al posto nostro il lavoro di ricostruzione che non abbiamo altra scelta che mettere a punto da noi, ma possono rappresentare un valido aiuto in questo percorso.

Gestire il tempo dopo il divorzio è possibile se coltiviamo la nostra vita privata quanto la nostra vita sociale. L’ideale è trovare un equilibrio tra queste “due forze”, distribuendo gli spazi in modo che ce ne sia a sufficienza per la solitudine e per la compagnia.

  • Alberdi, I. (1979). Historia y sociología del divorcio en España (No. 9). Cis.
  • Houle, R., Simó, C., Solsona, M., & Treviño, R. (1999). Análisis biográfico del divorcio en España. Reis, 11-35.
  • Testor, C. P., Pujol, M. D., Vidal, C. V., & Alegret, I. A. (2009). El divorcio: una aproximación psicológica. Universidad Ramon Llull2, 39-46.