Dopo alcuni inferni, non possiamo bruciare facilmente

· 14 novembre 2016

Non ci sono inferni piacevoli, ma esistono inferni che bruciano senza compassione chi semplicemente si avvicina ad essi. È complicato uscirne e ricomporre la nostra pelle dopo aver attraversato le loro braci, ma sappiamo che è possibile. A volte, però, riusciamo a riprenderci dalle ferite più profonde che ci sono state inflitte.

Per questo motivo, siamo ben consci che non permetteremo a nessun demonio di condurci all’inferno e di bruciarci. In altre parole, abbiamo sofferto molto e lottare contro la sofferenza ci ha resi più forti. Per questo, adesso sfoggiamo il sorriso dei coraggiosi e non permetteremo facilmente di farci ferire.

Per comprendere bene questo articolo, è necessario chiarire che gli inferni sono una metafora: ci riferiamo a momenti duri della nostra vita o a periodi nei quali ci siamo sentiti bloccati davanti alle circostanze che abbiamo dovuto affrontare.

Gli inferni hanno dei punti deboli

Qualsiasi labirinto, per quanto possa essere ingarbugliato e confuso, nasconde un’uscita. Sicuramente non è facile trovarla a prima vista, ma prima o poi ce la farete.

ragazza-avvolta-da-fiamme

Un inferno non è tanto diverso: ha dei punti deboli attraverso i quali si può scappare e riprendere a respirare. È innegabile che trovare questi punti deboli richieda qualcosa da parte nostra. C’è bisogno di uno sforzo considerevole per riuscire a stare in piedi abbastanza a lungo da trovarli, inoltre ci richiede una profonda conoscenza di noi stessi.

Il dolore è una casa dove gli specchi non sanno più riflettere i nostri volti, le sedie non sanno più sostenerci, le pareti non sanno più accoglierci.

-Jandy Nelson-

Quando il mondo che ci circonda e che ci riconosceva sembra non riconoscerci più, è necessario lottare per non perdere il corso degli eventi e delle cose. Dal momento in cui ci siamo immersi in un inferno è di importanza primaria non dimenticare le nostre motivazioni, i sogni, gli insegnamenti, ecc. Così, troveremo sempre la forza per continuare a cercare una via d’uscita.

La fermezza ci rende forti

La parola fermezza è simbolo di integrità, di costanza e di forza morale. Agisce con questa qualità chi in qualsiasi circostanza della sua vita non si sia lasciato dominare né abbattere da qualcosa che cercava di indebolirlo. Allo stesso modo, gestire e indirizzare il potere delle nostre emozioni ci rende forti.

[…]Se non aveste sofferto come avete sofferto, non vi fosse in voi alcuna profondità come esseri umani, non avreste umiltà né compassione. Adesso, non stareste leggendo questo libro. La sofferenza incrina e rompe il guscio dell’ego e così raggiunge un punto nel quale ha ottenuto il suo scopo. 

-Eckhart Tolle-

Il titolo dell’articolo recita “dopo alcuni inferni, non bruciamo facilmente” perché gli inferni cercano di mettere in bilico l’equilibrio della nostra anima. Siccome si acquisisce molta fermezza e forza dopo asservi passati attraverso, non è più così facile farci abbattere o farci ustionare da essi.

Chi arriva nella nostra vita con questa intenzione dovrà impegnarsi molto. Abbiamo imparato e, proprio per questo, non sarà un compito molto semplice per loro.

Bisogna continuare a lottare

Con il percorso di auto-conoscenza e usando la fermezza nei momenti di difficoltà, possiamo imparare, perché le difficoltà insegnano. Ma, cosa insegnano esattamente? Si impara soprattutto a capire che finché sentiamo ancora il cuore battere, dobbiamo puntare a quella opportunità che ancora ci tiene legati alla vita seppur con un filo sottile.

gatto-coccola-padrona

Si impara a proseguire con il sorriso, a pensare alle cose positive che possiamo trovare anche nelle difficoltà e si comprende che quel sorriso è più forte di qualsiasi ferita. Gli inferni, inoltre, ci permettono di trovare risorse in noi stessi che mai avremmo immaginato prima e nuovi strumenti per superare queste situazioni.

Il miglior modo per vincere le difficoltà è affrontarle con un magnifico sorriso

-R.B. Powel-

Ci insegnano a farci avanti, ad accogliere il lato positivo del dolore, a non fuggire senza affrontare il problema. In conclusione, gli inferni ci mostrano il volto più nascosto della nostra personalità: la capacità di sopravvivenza e la resistenza.