L’angoscia può sconvolgere la nostra vita

· 11 dicembre 2015

“Non disperare mai, nemmeno nei momenti di sofferenza più bui, perché è dalle nubi più scure che scende l’acqua più pura e feconda”.
-Proverbio cinese-

Tutti, in qualche momento della nostra vita, abbiamo sentito che l’angoscia ci stava invadendo. Una sensazione di profonda inquietudine che non ci abbandona, e alle volte ci impedisce di agire.

L’angoscia è un’emozione che, quando dura troppo a lungo, può provocarci un grande malessere e farci sprofondare in una tristezza profonda. E così, sempre più depressi, sentiamo di star affondando in quella sensazione di lamentela e soffocamento.

Fare un passo avanti per uscire da quest’angoscia che ci limita è molto importante se vogliamo evitare che essa condizioni la nostra vita. Anche se non ce ne rendiamo conto, infatti, l’angoscia cambia molti lati del nostro carattere di cui non siamo consapevoli.

La nostra visione del mondo diventa pessimista

Potete essere le persone più ottimiste del mondo, ma quando venite colpiti dall’angoscia, dalla negatività e dal pessimismo, essi si impossessano del vostro punto di vista. All’improvviso tutto diventa nero, senza speranze, e voi sprofondate in un circolo di paura e rabbia da cui è difficile uscire.

L’angoscia ha il potere di annebbiare la vista e far sembrare tutto ancora peggio di quanto non sia già. La vostra vita viene condizionata da ciò che provate, e l’angoscia farà andare tutto male.

Per lottare contro questo, è necessario un grande sforzo di positività: dovete riuscire a cambiare quella prospettiva che l’angoscia vi ha provocato. Sforzatevi di vedere il lato buono delle cose, mentre superate uno ad uno gli ostacoli che l’angoscia mette lungo il vostro cammino.

Se vedete le cose in modo positivo, scaccerete la negatività che vi circonda.

ansia2

Ascoltate e parlate nello stesso modo?

Quando l’angoscia cambia il vostro modo di vedere le cose, il modo di ascoltare e di parlare cambiano a loro volta. Si tratta di un cambiamento appena percettibile, che forse non notiamo, ma che ci sottomette all’angoscia.

All’improvviso, interpretiamo in un modo non sempre adeguato ciò che ascoltiamo. Il nostro dialogo interno non riesce a fare a meno di essere negativo e di sussurrarci parole che ci scoraggiano, come “nessuno ti apprezza”, “non sei importante per nessuno”, “sei da solo”, “nessuno ti capisce”.

Basta solo questo per farvi crollare il mondo addosso: smettete di valorizzarvi come persone e il pessimismo si impossessa di voi.

Di conseguenza, anche il vostro modo di parlare cambia. L’insicurezza e la paura si manifestano nelle vostre parole e iniziate a pronunciare frasi come “la vita va così”, “non ci posso fare nulla” o “è ciò che mi è toccato vivere”.

Per riuscire a ribaltare la situazione, è importante iniziare a parlare a noi stessi impiegando un linguaggio positivo.

Vi sentite sprofondare? Quel commento vi ha feriti? Cercate il lato positivo, pensate a ciò che avete imparato da questa situazione.

Concentratevi sulle cose positive e abbandonate la negatività che si impossessa di voi.

ansia3

La vostra salute e il vostro futuro ne soffrono

L’angoscia non è solo una questione mentale: se non la risolviamo, potrebbe iniziare a manifestarsi anche nel nostro corpo, in molti modi diversi.

Un mal di testa o di schiena, tremore senza motivo o insonnia potrebbero essere segnali lanciati dal corpo per dirci che c’è qualcosa che non va.

Ma non è tutto. Se dopo tutto questo non siete ancora riusciti a scacciare una volta per tutte l’angoscia, è probabile che questa si ripercuota anche sul vostro futuro.

L’angoscia può arrivare a paralizzarci in un modo tale da limitare tutto ciò che vogliamo realizzare, e persino le nostre relazioni sociali vengono colpite. All’improvviso, non avremo più voglia di relazionarci con gli altri, non ci sentiremo bene e inizieremo a rendere di meno anche sul lavoro.

“La mente ha il suo proprio luogo, e da sola può trasformare l’inferno nel paradiso o il paradiso in un inferno.”
-John Milton-

Non ignorate l’angoscia! È uno stato passeggero che può diventare grave se ci accompagna troppo a lungo. Ma ora conoscete la soluzione: una mentalità positiva potrà sempre sconfiggere la negatività che l’angoscia continua a mostrarci. Imparate a trasformare l’angoscia in una nuova opportunità per imparare.