Qual è l’intelligenza che aiuta a salvaguardare le relazioni sociali?

· 28 marzo 2015

Ottenere una vita piena e felice è il proposito nel quale investiamo tutti i nostri sforzi e mettiamo tutto il nostro impegno. Gli unici responsabili del possibile raggiungimento di questo obiettivo siamo noi stessi grazie all’atteggiamento con il quale decidiamo di affrontare il nostro quotidiano. Raggiungere questa soddisfazione dipenderà, fra altri fattori, dalla nostra intelligenza interpersonale, ovvero dalla capacità che abbiamo di relazionarci con altre persone e di metterci nei loro panni.

L’empatia e l’abilità nel costruire relazioni sociali sono le capacità che formano l’intelligenza interpersonale, la quale è determinante per la nostra scelta degli amici o del partner, per esempio, ed è anche in buona parte la responsabile dei nostri successi lavorativi ed accademici.

L’empatia è la destrezza che ci permette di avvicinarci agli altri, di comprendere le loro emozioni, di condividere con loro le preoccupazioni e di capire il loro comportamento. Essa è la chiave del successo delle relazioni interpersonali; essere empatici significa comprendere le emozioni di coloro che ci stanno attorno.

Le competenze che sviluppiamo tramite le abilità sociali sono quelle che associamo alla popolarità e alla capacità di essere leader. Sono quelle destrezze che usiamo per persuadere e guidare, negoziare e risolvere conflitti, o collaborare e lavorare in squadra. Se diamo uno sguardo attorno a noi, potremo individuare questo tipo di intelligenza in quelle persone particolarmente sensibili, con abilità sociali ben definite e che normalmente riescono simpatiche a tutti.

Potenziate la vostra intelligenza interpersonale

Se avete deciso di migliorare le vostre abilità sociali e di fortificare le relazioni con il vostro ambiente, dovete sapere che ci sono degli esercizi sui quali potete lavorare e che vi aiuteranno a sviluppare la vostra intelligenza interpersonale:

  • La comprensione è fondamentale. Di fronte a una situazione concreta che vi crea malessere con un’altra persona, cercate sempre di mettervi nei panni dell’altro, guardate i fatti dal suo punto di vista ed immaginatevi i suoi sentimenti.
  • Imparate ad ascoltare. Quando state tenendo una conversazione con altri, cercate di fare caso a tutte le volte in cui interrompete senza lasciar finire le frasi e senza che questi possano esprimere a pieno le loro idee. Se vedete che vi capita di commettere spesso questo gesto, cercate di correggervi.
  • Analizzatevi. Per poterlo fare, redigete un piccolo testo descrivendo voi stessi. Scrivetene poi un altro, pensando a come lo farebbe il vostro migliore amico, ed infine un terzo cercando di immaginare cosa direbbe di voi uno sconosciuto.
  • Accettate le critiche con serenità. Chiedete aiuto a un familiare oppure ad un amico affinché vi dica gli aspetti negativi che egli vede nel vostro carattere. Accettate le cose che sono veritiere e rifiutate quelle che non lo sono, ma fatelo sempre con un atteggiamento aperto e tranquillo.
  • Individuate le emozioni. Quando assistete ad una scena molto tesa o di conflitto nella vostra famiglia o fra i vostri amici, osservate lo stato d’animo delle persone implicate.
  • Avvicinatevi ad altre culture. Interessatevi e leggete a proposito di altre tradizioni, credenze e valori; questo vi aiuterà a comprendere meglio coloro che non la pensano come voi.

Sviluppate la vostra intelligenza interpersonale ed essa vi aiuterà ad entrare in contatto con i vostri sentimenti e con quelli degli altri. Potenzierà la vostra abilità nel relazionarvi con gli altri, nel mantenere le amicizie e nel capire quelli che pensano in maniera differente rispetto a voi. È una delle chiavi per raggiungere una vita piena e felice.