Rendete il vostro lavoro amore reso visibile

· 30 maggio 2016

Dedichiamo gran parte della nostra vita al lavoro e anche se alcune persone si adattano a sopravvivere, altre fanno del proprio lavoro una forma di vita. Quando una persona ama il suo lavoro, risalta rispetto agli altri, poiché è capace di vivere con un’allegria e una passione costante.

Che tipo di persona siete? Di quelle che si adattano e sopravvivono con il loro lavoro oppure di quelle che si dedicano a ciò che le appassiona?

Di certo vi sarete imbattuti in una di queste persone che amano il loro lavoro; persone che si allietano con esso e, per questo motivo, disposte a crescere e migliorare ogni giorno. Sono professionisti che danno il meglio di sé come persone, senza trascurare gli aspetti più importanti della loro professione.

Non importa di che lavoro parliamo, è possibile trovare quello che ci appassiona in qualsiasi settore: la costruzione, le pulizie, attenzione al cliente, la salute, l’amministrazione, l’agricoltura, l’educazione, etc. Tutti i lavori sono degni allo stesso modo e possiamo renderli un’arte.

“Amare la vita tramite il lavoro vuol dire entrare in intimità con il segreto più recondito della vita”
-Khalil Gibran-

Dedicarsi a quello che appassiona

Tutte le volte che vediamo qualcuno felice di quello che fa a lavoro, ne parliamo come di un privilegiato, poiché ha trovato quello che, non solo gli/le permette di vivere, ma che genera in lui/lei anche soddisfazione e allegria. Tuttavia, per ottenerlo, questa persona di certo ha dovuto realizzare un grande sforzo.

Trovare quello che ci appassiona richiede soddisfare le nostre necessità, non adattarsi al semplice vivere, ma voler esistere in modo pieno, sviluppare tutti i nostri aspetti e le nostre potenzialità.

“Il tuo lavoro è scoprire il tuo lavoro e, allora, dare tutto il tuo cuore per esso.”
-Buddha
mano su un pianoforte

Una volta individuata la propria passione e l’ambito che più ci piace, perché ci permette di crescere non solo come professionisti, ma anche come persone, bisogna tirare fuori tutto il proprio coraggio per non abbandonare questa idea.

Non è facile dedicarsi a quello che ci appassiona, poiché ci saranno molte situazioni da affrontare; tuttavia, vale la pena dirigersi verso ciò che si ama anche se pian piano e a piccoli passi, fino ad ottenerlo.

Il lavoro fatto con amore

In tutte le nostre azioni possiamo lasciare traccia del nostro amore, che, inevitabilmente, influirà sulla sensibilità delle persone con cui stiamo in contatto. Lasciamo delicate carezze sparse per chi è disposto a riconoscerle e a farsi toccare nell’anima.

Il lavoro è una di queste attività in cui si ha l’opportunità di commuoversi ed apportare tutta la sensibilità di cui disponiamo, mostrando tutta la bellezza di cui siamo fatti. Una forza che può andare oltre le paure e l’insicurezza, una forza colma di energia che muove l’amore.

È facile capire quando qualcuno mette amore in quello che fa, la più umile azione diventa un importante apporto, capace di generare gradevoli emozioni. La persona che deposita il suo amore entra in uno stato di benessere e pienezza che permette ai suoi occhi di brillare, raggiungendo l’entusiasmo proprio di un amante della vita.

Il lavoro è amore reso visibile. Se non puoi lavorare con amore, ma con dispiacere, è meglio lasciare il tuo lavoro e sederti davanti la porta di un tempio a chiedere l’elemosina a chi lavora con allegria”.
-Khalil Gibran-
donna che osserva l'orizzonte

No vivete a metà, vivete a pieno

Dobbiamo vivere a pieno questo fiume nel quale possiamo ristagnare o attraversare per raggiungere nuove mete, transitando le correnti e immergendoci nelle sue profondità, esplorando, noi per primi, per raggiungere la fusione con la natura e il senso che essa ci dà.

Se deciderete di vivere a pieno, metterete amore in tutto quello che farete. Consegnandovi del tutto, sarete felici e crescerete imparando, al tempo stesso, a condividere con gli altri il vostro lavoro.

Se volete vivere davvero: vivete a pieno, con la sicurezza di pentirvi solo di quello che non avete fatto, di quello che non avete provato e di tutto quello che non avete assaporato per paura di rischiare, perché siete rimasti bloccati in uno stato illusorio di sicurezza che non vi ha permesso di conoscere le vostre potenzialità.

“Il tuo lavoro riempirà gran parte della tua vita e l’unico modo per essere davvero soddisfatto è fare quello che credi essere un gran lavoro. E l’unico modo di fare un gran lavoro è amare quello che si fa”
-Steve Jobs-