Lettera al mio compagno di vita

· 23 luglio 2015

Ti amo così tanto da invitarti a calpestare le foglie secche di pomeriggio. Ti amo quando usciamo a camminare, quando parliamo d’amore, mentre camminiamo ancora. Ti amo quando ridiamo a crepapelle, ubriachi di niente e quando passeggiamo senza fretta per le strade.

Ti amo come quando vado con te in luoghi che sono solito frequentare e quando ti racconto che è proprio lì che mi siedo a pensarti. Ti amo così tanto che potrei ascoltarti ridere tutta la notte. Ti amo così tanto da non lasciarti andare mai più. 

Ti amo come si amano certi amori, all’antica, con l’anima e senza guardare indietro. 

Jaime Sabines. Poeta messicano.

Significhi per me molto di più di quello che posso esprimere con le parole. Le braccia che si prendono cura di me e il sussurrare che mi incoraggia.

Perché formiamo una grande squadra e perché siamo molto di più di questo. In noi è la passione degli amanti, la follia dei fidanzati e il compromesso degli sposi. Tu ed io saremo sempre bambini, un po’ adolescenti e, a volte, adulti troppo seri. Ma prima di tutto siamo compagni di vita. 

Sei il miglior materasso per le mie cadute. Il mio giubbotto per l’inverno. Una boccata di aria fresca nei momenti infernali. Il mio sole e le mie stelle, le stesse che mi riempiono di vitalità.

persona-420x233

È per questo che puoi contare su di me. Non fino a due, né fino a dieci, semplicemente contare su di me. Sul mio scudo, sulla mia schiena e su tutta la mia cavalleria.

Tra di noi parliamo una lingua diversa con parole e frasi speciali, costruite esclusivamente e riservate solo a noi.

Mi manchi molto spesso e non sei mai di troppo. Questo ti rende meravigliosamente speciale. Con te penso, parlo, piango, sogno e ballo al suono di qualsiasi melodia. Siamo il nostro passato, il nostro presente e il nostro futuro.

Siamo perfettamente imperfetti

Solo tu ed io sappiamo stare lontani, ma vicini. 

Insieme siamo perfettamente imperfetti, e non perché non abbiamo problemi, ma perché abbiamo saputo risolverli. L’amore è fatto di alti e bassi…per questo bisogna impegnarsi al massimo, lavorando insieme per superare le crisi e le discussioni.

Com’è normale, non adoro tutti i tuoi comportamenti, e nemmeno adoro tutti i miei..sarebbe una pazzia! Però c’è qualcosa che non cambierei per niente al mondo, ed è poter vivere al tuo fianco qualsiasi espressione della vita. 

Ti arrabbi, mi arrabbio, e a volte sbagliamo entrambi.  A volte non rispettiamo le nostre promesse come dovremmo, ma sappiamo crescere insieme, superare le nostre imperfezioni.

Tu mi sorreggi ed io mi aggrappo a te

Perché quando ti accarezzai mi resi conto che avevo vissuto tutta la mia vita con le mani vuote.

Alejandro Jodorowsky 

E la mia voce è la tua voce. L’infanzia del mio spirito. Quella tenerezza che provo solo per te e per i nostri momenti. Entrambi sappiamo che se c’è qualcosa che ci sostiene è la complicità dei dettagli quotidiani. In questo consiste l’amore di coppia.

Se il tuo mondo crolla, vieni nel mio e costruiamolo insieme. Funziona così. 

sorreggere

Ti amo fin dove arrivano i tuoi difetti 

Perché la nostra relazione possiede quel punto che, in psicologia, chiamano accettazione. Sei unico e questo ti rende eccezionale. Perché se perdessi il mio tempo a fare giudizi paralleli non potrei godermi il presente con te.

In te non cerco i miei desideri, né voglio colmare i miei vuoti. Siamo entrambi persone piene e complete. Cambiare e maturare insieme è un piacere infinito.

E no, non ho bisogno di te, ma ti preferisco e ti scelgo per goderci insieme il paesaggio. Perché l’amore è questo, amare senza dipendere e sentirsi amati. Amare senza catene emotive e con i limiti che ci impone il caso.

E la mia voglia di te non svanisce, ma aumenta sempre più.