Il lupo sarà sempre cattivo se ascoltiamo solo Cappuccetto

· 23 settembre 2016

Non tutto ciò che ci dicono è vero, Il lupo sarà sempre cattivo se ascoltiamo solo Cappuccetto. Lo sappiamo e, quindi, non dobbiamo darla vinta all’incertezza che ci causa. Siamo consapevoli del fatto che dietro parole gentili, a volte, si nascondo bui interessi o sagaci manipolatori. D’altra parte, sappiamo anche che non va bene confondere la verità con le opinioni della maggioranza.

Filosofi classici come Platone o Aristotele definivano la verità come ciò che corrisponde alla realtà. Nonostante ciò, il vero problema sta nel fatto che la verità è come un diamante dalle molte facce che può essere osservato da molte prospettive diverse. La mia verità non è uguale alla tua, perché io vedo il mondo attraverso le mie esperienze personali, alle mie emozioni e al mio punto di vista.

Non tutto ciò che ci dicono è vero, ma si dice che la verità trionfi sempre da sola, perché la menzogna ha bisogno di troppi complici.

Anche se è vero che crearsi un’opinione ascoltando una sola voce non è la cosa giusta da fare, a volte una sola persona custodisce una verità autentica. È quindi necessario usare l’intuito e saper isolare il semplice rumore dalla nobile sincerità.

illustrazione-di-cappuccetto-con-il-lupo

Il preoccupante problema della verità in tutto ciò che ascoltiamo

Chimamanda Ngozi Adichie è una giovane scrittrice nigeriana che ha raggiunto il successo con pubblicazioni come Metà di un sole giallo. In molte delle sue conferenze ha parlato spesso di un concetto interessante al quale si riferisce come “il pericolo della storia unica”.

Adichie parla di quanto possa essere difficile affrontare discorsi minoritari, ma che sono in grado di influire sulle grandi masse e su aspetti che nemmeno conoscono. Nel suo caso, deve correggere ogni giorno coloro che pensano che la Nigeria sia solo un paese di leoni e giraffe, abitato da popoli incolti e selvaggi.

  • Di solito, le persone credono che le idee che sostengono e difendono rappresentino LA VERITÀ, che hanno acquisita in piena libertà.
  • Tuttavia, queste costruzioni psicologiche sono determinate da STEREOTIPI che vengono dati per scontato e da sfumature di valori acquisite in modo inconsapevole da molte di queste “storie uniche”.
  • È necessario saper riconoscere tutte le verità imposte, gli stereotipi che abbiamo interiorizzato e capire che la nostra realtà è composta da molti punti di vista, voci e casi specifici che racchiudono in sé la bellezza del nostro mondo.
cappuccetto-e-il-lupo

Anche se la verità è sostenuta da pochi, è comunque la verità

Forse solo Cappuccetto ci ha parlato delle cattive intenzioni del lupo, forse solo lei ha avuto il coraggio di alzare la voce tra tanti, eppure, come accade spesso nella nostra società, la verità si trova nel cuore delle minoranze. La falsità, d’altra parte, che viene difesa dalle grandi masse, è spesso più facile da adottare, ci “rende normali”.

Il pericolo del conformismo

Solomon Asch è stato un celebre psicologo che, grazie ai suoi esperimenti sociali, ha dimostrato che, in generale, ci facciamo influenzare dall’opinione della maggioranza, anche se è sbagliata, e lo facciamo per semplice conformismo.

Dietro a questo comportamento tanto comune in molti dei nostri contesti sociali, si nasconde in realtà un istinto ancestrale dell’essere umano, quello che ci serve a non essere esclusi o emarginati dalla “grande massa”. Per i nostri antenati, l’essere divisi dal resto, a volte, implicava la “mancata sopravvivenza”.

cappuccetto-con-il-lupo

Il potere dei piccoli gruppi

Di sicuro, dopo aver letto tutto questo, penserete che il problema di tutto si trova nel peso dei grandi gruppi sociali (i politici, i mezzi di comunicazione, le grandi organizzazioni che agiscono nell’ombra…) poiché ci spingono ad adottare certe idee come verità quando, in realtà, non lo sono del tutto.

Nonostante ciò, gli psicologi Tajfel, Billing, Bundy e Flament (1971) hanno definito il concetto di gruppo minimo per spiegare che, a volte, i nostri “micromondi” della famiglia, degli amici o del lavoro ci trasmettono le loro preferenze, le loro idee e i loro stereotipi in modo quasi impercettibile, che adottiamo quasi senza rendercene conto.

La verità è dentro di voi

Pensare che la soluzione ai nostri problemi, così come la verità di tutte le cose, si trovi dentro di noi è, senza alcun dubbio, un concetto complicato da accettare. La nostra mente è piena di pregiudizi, paure e comportamenti limitanti, mescolati, inoltre, al quel rumore esterno che ci arriva dalla vita moderna.

Stando a numerosi testi dell’Antica Grecia, nel tempio di Apollo a Delfi si trovava incisa una frase che è sopravvissuta nel tempo, ma non sul monumento. La frase diceva: “Conosci te stesso e conoscerai gli dei e l’universo”.

Queste sagge parole sono un chiaro esempio di che cosa implica l’autoconoscenza: significa avere un’autostima che sia abbastanza forte da saper cercare la propria verità, senza cedere al conformismo. Significa saper ascoltare e provare empatia nei confronti degli altri, per capire il prossimo proprio come comprendiamo noi stessi e capire, così, la realtà di tutto ciò che ci avvolge. Senza paure e con senso critico.

La verità è stata pensata solo per le persone coraggiose, per coloro che ascoltano, per coloro che hanno il coraggio di porre domande e per coloro che hanno un cuore nobile, che desiderano conoscere la sensibilità del mondo.

paesaggio-con-papaveri