Matrici di Raven: a cosa servono?

10 febbraio 2018 in Psicologia 39 Condivisi
Matrici di Raven

Le matrici di Raven sono uno degli strumenti più utilizzati per misurare il ragionamento analogico, la capacità di astrazione e la percezione. Le 60 domande di questo test permettono di valutare il fattore “g” dell’intelligenza proposto da Spearman, ovvero i processi mentali e cognitivi più generali con cui diamo risposte più o meno efficaci ai problemi quotidiani.

Alla maggior parte di noi sarà capitato in qualche occasione di avere a che fare con questo strumento. Viene impiegato in modo abituale nei centri educativi e nelle prove di selezione del personale. Oggigiorno è comune trovarlo anche tra le prove psicotecniche dei processi selettivi per diverse professioni.

Guarda anche