I nipoti: un’eredità d’amore tra figli e genitori

6 aprile 2016 in Psicologia 23 Condivisi

Si dice spesso che solo quando nascono i primi nipoti le persone scoprono l’amore vero. È un vincolo che va molto oltre il legame di sangue, è l’unione di due generazioni che lasceranno un’impronta emotiva permanente, perché non c’è niente di più soddisfacente che “essere nipote”, e poi, “essere nonno“.

A sua volta, con l’arrivo di questi nuovi membri della famiglia, si riformulano le relazioni tra genitori e figli: se prima era meraviglioso essere madre, ora la soddisfazione è ancora maggiore, perché si è madre di una madre o padre di un padre. È una tappa in più del nostro ciclo vitale, grazie alla quale tutti possiamo arricchirci, limare le differenze e intensificare i legami.

L’unione tra generazioni lontane è a volte più intensa e speciale che quella con generazioni simili e vicine. I ruoli si rilassano e si stabilisce un unico linguaggio: quello della complicità, dell’amore scandito dalle merende pomeridiane e dalle storie ascoltate sotto il caldo delle coperte.
Condividere

L’arrivo dei nipoti e la creazione di nuovi vincoli

Tra ogni nonno, genitore e figlio, si costituisce una trama generazionale nella quale ognuno deve definire la sua posizione. Oggigiorno, tutti abbiamo ben chiaro che i nonni sono fondamentali per il benessere dei loro nipoti e spesso ci si chiede se anche questi hanno il dovere di educarli.

Sappiamo che all’interno della società tutto siamo responsabili dell’educazione delle generazioni a venire, a partire dai genitori, seguendo con la scuola e con i mezzi di comunicazione. Ciò nonostante, i nonni hanno già compiuto il loro lavoro di “crescita” con i propri figli, e adesso, con i nipoti, si meritano di assumere un ruolo più rilassante, basato sulle attenzioni reciproche e su quel vincolo emotivo indispensabile.

Non esiste miglior luogo per riposare e sognare che le braccia dei nostri nonni; sono la nostra vitamina, involucri formatisi negli anni e capelli argentati che nascondono bambini come noi.
Condividere
 i nipoti - bambina dai grandi occhi

Secondo una ricerca intrapresa dall’Università di Oxford, i nonni hanno una responsabilità fondamentale nella quotidianità dei loro nipoti.

 I nonni e la loro figura nella società attuale

Nell’attualità, i nonni si ergono come figure importanti all’interno della società:

  • Oggigiorno la speranza di vita è più elevata e, nella maggior parte dei casi, entrambi i genitori dei bambini lavorano, quindi la cura dei nipoti spetta ai nonni.
  • A sua volta, è stato dimostrato che più i nonni partecipano alla cura dei bambini, più il benessere psichico di questi ultimi è forte.   
  • Un altro aspetto da prendere in considerazione è che la figura dei nonni è indispensabile nelle famiglie con genitori divorziati o disoccupati. L’appoggio emotivo ed economico che i nonni prestano ai loro figli, influisce in modo positivo sui nipoti. I nonni diventano significative figure positive.

L’importanza dei nipoti nella vita dei nonni

Grazie ai nipoti, i nonni non solo garantiscono una discendenza, ma, inoltre, riorganizzano la loro vita.

L’invecchiamento non dovrebbe essere scandito solo dalle conquiste e dai successi materiali che una persona ottiene durante la sua vita. Il processo di invecchiamento in saggezza corrisponde al capire che la cosa più importante sono i vincoli creati, dando valore a quella ricchezza emotiva che dovrà lasciare il segno ed essere sostituita quando loro non ci saranno più.

nonna legge una fiaba al nipote che dorme

La migliore eredità che i nonni lasciano ai nipoti è la gratitudine

Insegnare ai bambini ad essere grati per tutto quello che li circonda è una delle più grandi eredità che i nonni possono offrire ai loro nipoti. Una cosa curiosa, che si è soliti rinfacciare alle persone di una certa età, è che fanno troppi regali ai bambini, che danno loro troppi soldi e troppi dolci in giornate comuni.

I nonni sono saggi e sanno che la migliore eredità che possono offrire alle nuove generazioni sono segni, impronte emotive.

  • Offrire gratitudine è un modo meraviglioso per insegnare cos’è la riconoscenza altrui, poiché significa permettere ai bambini di imparare a riconoscere il valore delle cose e vedere il mondo in modo più rispettoso.
  • La gratitudine è anche permettere che il mondo non vada così veloce, capire che ogni cosa ha il suo tempo, il suo ritmo, i suoi principi, che il “voglio questo ora” non è sempre possibile né consigliabile.  
  • Un altro aspetto essenziale dell’essere riconoscenti è imparare a valorizzare le cose davvero importanti della vita. Se i bambini lo capiscono fin dalla tenera età, li aiuteremo a crescere in modo saggio e maturo.

nipoti e nonni

Mio nonno è saggio come un vecchio lupo, che sa tutto. Le sue rughe raccontano milioni di storie, ciò nonostante, i suoi occhi sono quelli di un bambino che non si dà mai per vinto e che è felice di essere il mio migliore amico…
Condividere
Immagini per gentile concessione di Pascal Campion e Gartz Etz
Guarda anche