Prendersi cura di sé: ora è il momento

23 febbraio 2018 in Psicologia 1591 Condivisi
Donna che fa cuore con le mani prendersi cura di se

A volte i tanti impegni fanno dimenticare che bisogna prendersi prendersi cura di sé: l’unica persona che ci accompagnerà per tutta la vita.

Può darsi che pensare al proprio benessere e fare di se stessi una priorità nella propria lista di “doveri” quotidiani ci sembri egoista,ma non lo è. Di fatto, uno degli investimenti più importanti che possiamo fare è quello che riguarda noi stessi, la nostra salute, i nostri bisogni e il nostro benessere. Inoltre, è fondamentale sapere come prendersi cura di se stessi affinché ci si possa prendere cura degli altri in modo più integro.

Dedicare le ore della nostra giornata a prenderci cura degli altri è un’iniziativa che nasce dall’affetto più genuino e profondo; tuttavia, quando questa situazione è costante, il conto a livello emotivo è salato. Se una persona dedica gran parte della sua vita a prendersi cura degli altri, a livello pratico (fare cose per gli altri) o sentimentale (dare sostegno emotivo), smette di prendersi cura di sé e può persino dimenticarsi di come farlo.

Per questo motivo, in questo articolo parleremo di come prendersi cura di sé, dato che si tratta di una capacità fondamentale e necessaria per poter godere di buona salute psicologica ed emotiva.

“Non c’è più grande soddisfazione che guardarsi alle spalle e rendersi conto di essere cresciuti in termini di autocontrollo, criterio, generosità e atti disinteressati”.
-Ella Wheeler Wilcox-
Cuore di carta in mano

Perché prendersi cura di sé può risultare così difficile?

Perché gli esseri umani molte volte agiscono, si muovono e prendono decisioni in funzione di quello di cui hanno bisogno o di quello che dicono gli altri; non pensano alle loro necessità e se ne dimenticano.

In altre parole, così come se smettiamo di fare una determinata attività, perdiamo pratica e scioltezza e dimentichiamo persino quanto ci fosse gradita, se smettiamo di ascoltarci e prenderci cura di noi stessi, dimentichiamo come si fa. Questa situazione si osserva in particolare nelle persone che dedicano molti anni ad accudire i loro figli o un familiare e, nel momento in cui smettono di farlo, si deprimono, sperimentano ansia e non comprendono cosa gli stia accadendo e perché si sentono così.

Le persone che non sanno come prendersi cura di sé, si recano da un terapista e spiegano di avere la sensazione di essere perse: si sentono alla deriva, bloccate e incapaci di fare qualcosa di diverso per uscire dalla situazione nella quale si trovano. In tutti questi casi accade che è arrivato il momento di “prendersi cura di se stessi” ma non si sa come farlo. Ci si trova davanti a un compito che risulta quasi impossibile, strano e non si sa da dove cominciare.

Guarda anche