Prevenire la demenza digitale con 5 strategie

17 Dicembre 2018
Cos'è la demenza digitale? Come prevenirla? Scoprite in questo articolo come evitare il calo delle nostre abilità cognitive.

Il termine demenza digitale è stato utilizzato per la priva volta dallo psichiatra tedesco Manfred Spietzer. Nell’articolo di oggi analizziamo i 5 punti chiave per prevenire la demenza digitale.

Si tratta della riduzione delle nostre capacità cognitive dovuta al cattivo uso delle nuove tecnologie. Un meccanismo simile al processo di invecchiamento.

Fino a vent’anni fa, il concetto di demenza digitale sarebbe stata fantascienza. Come è possibile che l’essere umano si lasci dominare dai mezzi digitali? Siamo animali sociali, capaci di ragionare e di innovarci. È impossibile che ci lasciamo catturare da questa realtà virtuale. Eppure, non è proprio così; ecco perché utile disporre di strumenti per prevenire la demenza digitale.

Le cattive abitudini tecnologiche hanno diverse conseguenze. Ovviamente, le generazioni più giovani sono le più esposte ai problemi legati alla memoria a breve termine.

Spitzer afferma che le nuove tecnologie diminuiscono il rendimento cognitivo e la memoria nelle persone che ne fanno un uso incorretto. Mette in risalto anche il fatto che il nostro cervello funziona come un muscolo. Con l’uso continuo cresce, ma se non viene allenato si atrofizza. È dunque essenziale stimolare ed esercitare la nostra mente.

La dipendenza dalla tecnologia provoca demenza digitale, vale a dire la riduzione delle nostre abilità cognitive.

Ragazza con dipendenza digitale

Come prevenire la demenza digitale

Viviamo in un mondo iperconnesso. È sempre più comune vedere bambini che usano telefonini e computer. Possiamo cercare su Google qualsiasi parola, senza fare alcuno sforzo mentale. È proprio questa la causa del dilagare della demenza digitale.

Stabilire un orario

Stabilire un orario in cui usare il telefono o il computer. Se ne avete bisogno per lavorare, cercate di rispettare i momenti di riposo, necessari per il benessere. Ad esempio, dopo la cena o in altri momenti della giornata in cui prendete una pausa.

Non dimenticate di trascorrere del tempo con la famiglia e gli amici. Quando siete in compagnia, non preoccupatevi dei social consultando di continuo il telefono. Ciò non significa che dobbiate rinunciarvi del tutto. Ma, come le altre cose, con moderazione ed equilibrio.

Steve Jobs affermava che “La tecnologia non è niente. L’importante è avere fiducia nelle persone che sono buone e intelligenti”.

Cercare passatempi che sostituiscano la tecnologia

Imparate a suonare uno strumento, iscrivetevi a un corso di lingue o in palestra… sono tutti ottimi modi per prevenire la demenza digitale. Cercate di trovare dei passatempi che vi facciano dimenticare il mondo digitale. Dovrebbe essere un hobby che non vi costringa a pensare o analizzare, quindi niente giochi di brain training del computer!

Dirigete la vostra attenzione al mondo reale, con esercizi da fare con carta e penna. Ad esempio, potete riunire un gruppo di amici o familiari e trascorrere con loro alcune ore.

Passatempi per prevenire la demenza digitale

Organizzare attività fuori casa

Uscite e godetevi la natura. Non importa se fa freddo o piove, ogni stagione ha qualcosa di interessante. Anche se vivete in città, sicuramente avrete a disposizione un parco per stare all’aria aperta. È ottimo per i polmoni e lo spirito.

Anche se all’inizio la pigrizia prende il sopravvento, cercate di ripetere questa routine tutti i giorni. A poco a poco il corpo e il cervello si abitueranno e non vorrete più rinunciare ai vostri momenti al sole o sotto la pioggia.

Obbligarsi a pensare

La prossima volta che avrete la tentazione di optare per la via semplice, fermatevi. Un’ottima strategia per prevenire la demenza digitale è chiedervi come avreste fatto quando ancora non esisteva internet. Vi accorgerete che esistono molte alternative alla tecnologia.

Praticate l’introspezione e maturate le vostre opinioni. È possibile ottenere una risposta senza consultare Google? Non sarebbe meglio leggere un libro ogni tanto? Esercitate il vostro cervello, non fatelo ossidare! La speranza di vita cresce sempre più ed è indispensabile mantenerci attivi.

Introspezione e riflessione

Sostituire le serie tv con i libri

Vedere le serie televisive è un passatempo molto divertente, ma non deve essere l’unica attività. Se vi piace evadere e immergervi in nuove storie, provate con un libro. La vista soffrirà meno e la vostra immaginazione si rinforzerà.

La letteratura aumenta la creatività e, di conseguenza, sviluppa are cerebrali poco utilizzate. Ogni tanto lasciate che si esprima anche il bambino che è dentro di voi.

La demenza digitale è un grosso problema e riguarda un numero sempre maggiore di persone. Combatterla è facile, ma deve partire da voi stessi. Provate a chiedere a qualsiasi persona cosa desidera fare dopo una dura giornata di lavoro: distendersi sul divano, giocare con il telefono o vedere una serie.

L’uso costante delle nuove tecnologie può essere pericoloso. L’ideale sarebbe trascorre almeno un’ora al giorno all’aria aperta. Sia il cervello che il corpo vi ringrazieranno. E non dimenticate che l’uso di dispositivi tecnologici non deve per forza isolarvi dagli altri, se non lo volete. La vita reale è molto più interessante di quella digitale.