Cosa succede se oggi non mi alzo?

· 24 novembre 2016

Anche se il geniale inventore James Watt diceva “ho conosciuto solo due piaceri: la pigrizia e il sonno”, in realtà ha avuto un ruolo molto importante nella Prima Rivoluzione Industriale. Immaginate se ogni mattina avesse detto: “oggi non mi alzo” e l’avesse fatto davvero. Forse oggi non potremmo prendere la nave. James Watt, infatti, ha inventato la macchina a vapore.

Dietro ad un’affermazione come “oggi non mi alzo”, possono nascondersi diversi motivi. Non sempre la si può attribuire alla pigrizia, alla mancanza di energie o di entusiasmo. A volte può nascondere un vero e proprio disturbo: problemi di natura psicologica o anche fisiologica. L’apatia, la depressione, un lavoro che rende infelici, ecc.

Ci sono molti motivi che spingono a dire una frase come “oggi non mi alzo”. Tuttavia, non deve per forza essere una realtà quotidiana. Bisogna capire cosa sta succedendo e trovare una soluzione. Ed è di questo che parleremo oggi.

Perché oggi non mi alzo?

La mancanza di energie per alzarsi ogni giorno può nascondere alterazioni comportamentali anche gravi. Come abbiamo detto, potrebbe dipendere da un’insoddisfazione relativa a qualche ambito della vita, ma potrebbe anche essere la conseguenza di una lesione cerebrale.

ragazza-depressa

Il danno cerebrale può portare ad una condizione di apatia. Di conseguenza, la motivazione per fare qualsiasi cosa o movimento sarà minima. Questo è quanto afferma Ignacio Quemada, direttore della realtà ospedaliera spagnola Red Menni de Daño cerebral.

In questo senso, un paziente che ha subito un danno cerebrale può mostrarsi senza energie. L’indifferenza e la mancanza di spontaneità sono le caratteristiche principali. L’individuo non si sente in grado di fare alcuna attività, nemmeno la più semplice e abitudinaria.

La depressione nascosta

Non è solo il danno cerebrale a provocare l’apatia. Anche la depressione, una terribile malattia che sorge dal nulla, potrebbe essere il motivo per cui si fa fatica ad alzarsi ed affrontare una giornata qualsiasi.

La depressione sembra nascere dal nulla, ma in realtà non è così. Anche se un paziente può dover affrontare una depressione senza avviso, sarà lo psicologo o lo psichiatra ad investigare sulla cause e sui risvolti comportamentali che la mantengono.

La tristezza costante, giorno dopo giorno, la mancanza di tempo libero di qualità, le costanti vicissitudini della vita. C’è un’infinità di motivi che, passando inosservati, possono scatenare questa terribile malattia che isola il paziente e chi lo circonda.

L’insoddisfazione sul lavoro

Secondo la terapeuta Melody Wilding, uno dei principali motivi per cui non riusciamo ad alzarci la mattina è un lavoro che ci stanca. Una situazione lavorativa insoddisfacente che si prolunga nel tempo può provocare una seria depressione che richiederà mesi o anni di terapia per uscirne.

In realtà è logico. Ogni mattina ci alziamo per andare a fare un lavoro che non ci piace, è una fatica enorme. E ogni giorno che passa, il carico si fa sempre più pesante. Fino a che arriva il momento in cui non siamo più in grado di sostenerlo, tra i vari motivi perché non vediamo una via d’uscita.

ragazza-preoccupata

Come superare le situazioni difficili

Ci sono terapisti e attività diverse per superare queste situazioni difficili ed altre che si potrebbero presentare. Sia a livello lavorativo sia a livello psicologico o fisico, esistono routine e abitudini che aiutano a rendere tutto più semplice e sopportabile:

  • Il primo passo è essere pienamente consapevoli del problema. Altrimenti, sarebbe impossibile lavorare per eliminarlo.
  • È importante creare un programma di routine quotidiane che non si possono mai saltare.
  • È necessario stabilire un programma di attività che favoriscano la motivazione e la responsabilità.
  • Si devono poi mettere in pratica strategie che supportino l’iniziativa personale.
  • Una volta osservati i primi sintomi di guarigione, è importante rinforzare i progressi in modo positivo.

Che cosa succede se oggi non mi alzo? Se è per un giorno, probabilmente nulla. Se invece diventa un’abitudine, allora può essere un problema. L’importante è capirlo il prima possibile e trovare una soluzione. Come potete vedere, è possibile. La vostra felicità dipende davvero da voi. Siete voi a decidere come affrontare la vostra vita di tutti i giorni.