Sintomi della depressione meno conosciuti

· 13 novembre 2018
La depressione è uno stato complesso, che si manifesta in maniera diversa a seconda della persona. Sebbene alcuni sintomi della depressione siano riccorrenti, ne esistono altri meno conosciuti. E' importante capirli per poterli riconoscere.

La mente umana è estremamente complessa, impossibile da ridurre a uno schema fisso. Per questo motivo non tutti i sintomi della depressione sono conosciuti. Esistono stati d’animo, atteggiamenti e comportamenti che a prima vista non assoceremmo mai a questo disturbo emotivo.

La depressione si manifesta con forme, dinamiche e intensità diverse a seconda della persona. Non sempre chi piange è depresso, così come chi si mostra sempre sorridente non è necessariamente una persona felice. Ecco perché la depressione non è sempre uno stato evidente.

“La depressione è una prigione in cui sei sia il prigioniero che il crudele carceriere.”

-Dorthy Rowe-

Alcuni sintomi della depressione spesso non vengono riconosciuti come tali. Si tratta, tuttavia, di indizi che potrebbero segnalare la presenza di questo problema, ma che vanno analizzati nell’insieme e a seconda del contesto. Vediamone 7.

Sintomi della depressione meno conosciuti

1. Disturbi fisici non associati ad alcuna malattia

Rientrano in questa categoria i dolori muscolari che si verificano all’improvviso senza un motivo specifico, oppure emicrania, indigestioni frequenti, senso di nausea e malesseri fisici in generale.

Se andate dal medico, non vi verrà diagnosticato niente di anomalo. Ma questi disturbi continueranno a verificarsi.

Donna con male al collo

È anche possibile che non appaia nessuno dei disturbi fisici citati, ma che si abbia la sensazione di non essere perfettamente in salute. Per esempio, spunta un’afta in bocca e si pensa che possa essere un principio di leucemia oppure si sente il battito un po’ accelerato e ci si convince di soffrire di seri problemi cardiaci.

2. Cancellare e rimandare le uscite

Si ha la tendenza a posticipare ogni tipo di attività sociale. Ci si ritrova spesso a pensare di essere troppo occupati per uscire o di non averne proprio voglia.

Gli appuntamenti con gli amici si riducono drasticamente senza volverlo in modo consapevole. Semplicemente ci si sente troppo stanchi per uscire o si è distratti da altre cose.

3. Movimenti lenti

La lentezza dei movimento rappresenta uno dei sintomi della depressione che spesso non vengono riconosciuti come tali. La mente di una persona depressa funziona in modo diverso rispetto a quella di una persona serena e felice. Questo influisce sicuramente sulla motricità, rendendo i movimenti più lenti.

Pioggia su uomo

Si ha la sensazione di muoversi a rallentatore e i riflessi agli stimoli esterni appaiono più lenti del normale. Quando qualcuno parla, ci si mette un po’ prima di rispondere, come se sia necessario meditare su ogni singola parola.

4. Dermatite atopica

La scienza non ha ancora stabilito il legame tra la depressione e la dermatite atopica. Un recente studio dell’Università del Wisconsin (USA) afferma, però, che questo disturbo spesso si presenta nelle persone che soffrono di depressione. 

La dermatite atopica è caratterizzata dalla comparsa di eczemi sulla pelle che causano prurito e dolore. Non è nota la causa di questo disturbo, ma è spesso considerato psicosomatico, ossia associato allo stato d’animo dell’individuo che ne soffre.

5. Guardare troppa televisione

Vedere troppa televisione o passare troppo tempo con gli occhi incollati allo schermo del computer o del cellulare possono rientrare tra i sintomi della depressione. Si sviluppa una relazione di tipo ossessivo con lo schermo, che non è altro che una forma di isolamento.

Testa di televisione

Spesso chi guarda per troppo tempo la televisione desidera “non pensare”. Vuole distrarsi o evadere dalla realtà. Passando troppo tempo incollati allo schermo, però si rischia di essere talmente concentrati su una realtà alternativa da non essere in grado di rapportarsi al mondo circostante.

6. Calo del desiderio sessuale

Il calo del desiderio sessuale, se protratto nel tempo, può indicare l’inizio di depressione. Si tratta però di un dato che va analizzato con attenzione. Una cosa non implica necessariamente l’altra.

Bisogna tenere in considerazione il livello abituale, o normale, del desiderio sessuale. Se quest’ultimo è in calo, e continua a mantenersi basso a lungo, c’è senz’altro un problema. Le persone depresse faticano, infatti, ad adottare comportamenti o atteggiamenti erotici.

7. Confusione

In uno stato depressivo, la mente lavora più lentamente. Non è raro faticare a trovare la concentrazione, a riordinare le idee e pianificare le attività. Ecco perché le persone depresse spesso commettono piccoli errori nella loro quotidianità.

Donnatralefronde

Si tratta di errori tra cui dimenticanze, confusioni su argomenti facili, distrazioni e difficoltà a registrare nuove informazioni. Quasi come se l’individuo in questione non fosse totalmente presente e recettivo “qui e ora”.

Tutti i sintomi elencati di solito non sono noti come sintomi della depressione dalle persone che ne sono affette. E non vengono colti dagli altri. Se molti di essi compaiono, e in maniera simultanea, sarebbe meglio indagare più a fondo e capire cosa sta succedendo.