Sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci

Sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci

Ultimo aggiornamento: 03 marzo, 2016

Le persone hanno un desiderio naturale di sentirsi connesse emotivamente agli altri. Con tale intenzione, ci relazioniamo a questi scambi nei quali sorge la possibilità di molteplici interpretazioni e, di conseguenza, in cui possono presentarsi malintesi.

Questo succede come conseguenza del fatto che le interpretazioni sono necessarie per comunicare e che esse sono diverse ed uniche per ogni persona. Questo genera ira, discussioni e rotture affettive.

A volte gli altri non ci capiscono, anche se spieghiamo le cose mille volte. Non riuscirci, non vuol dire essere una persona cattiva, stupida o indifferente alla situazione. Semplicemente ci troviamo davanti ad un altro soggetto, che occupa un posto diverso dal nostro.