Sport e depressione: cura emotiva

· 12 luglio 2015

La depressione è diventata ormai la malattia del XXI secolo ed è la prima ragione di assenza sul posto di lavoro in diverse parti del mondo occidentale, relazionata agli alti livelli di stress di cui soffriamo. 

La domanda che vi poniamo vi inviterà a riflettere sulle strategie che vi sembrano più indicate per superare questo problema di natura emotiva. Prozac o adidas?

Questa domanda è il titolo di un capitolo del libro intitolato “Cura emotiva” di David Sevan-Schereiber. In questo capitolo del libro si parla dei modi più semplici per curare la depressione.

Un nuovo studio pubblicato nel Journal of Clinical Psychiatry, riporta che il 69% delle persone che assume inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina, ovvero il principio attivo degli antidepressivi, non hanno mai sofferto di gravi disturbi depressivi.

Brazo Dopado

Quali sono le cause della sovramedicazione? 

-Le persone cercano soluzioni rapide e forti

Una prescrizione maggiore da parte dei medici delle cliniche, che rimangono spiazzati dalla mancanza di psicologi e psichiatri che si occupano di questi casi.

–Mancanza di organizzazione nei centri medici, affinché questi casi siano affidati ad uno psicologo o psichiatra se necessario.

In realtà, esistono numerosissimi rimedi per combattere le depressione, ma in questo articolo ci concentreremo in un paragone: la cura medica e la cura sportiva. 

Sono paragonabili? Credete che anche nei casi di più disperata tristezza umana, lo sport possa intervenire non solo come balsamo per l’anima, ma come rimedio?

enfermedadesmentales2

Lo sport può contrastare alcuni effetti dello stato depressivo nelle persone: permette di tenere il peso sotto controllo, aumenta la libido, migliora il sonno, riduce la tensione arteriosa e rinforza il sistema immunitario, protegge dalle malattie cardiache e da alcuni tipi di cancro.

Sebbene in alcuni casi sia indispensabile l’intervento di un esperto, sarebbe bene che i pazienti che non compiono più nessun tipo di attività sapessero che, anche se i medicinali hanno effetti immediati e aiutano i pazienti a riprendere il loro ritmo di vita abituale, a lungo andare avranno la stessa efficacia dei trattamenti non medici

Tenendo conto di questi dati, è bene sottoporsi a trattamenti medici contro la depressione solo quando si tratta di casi gravi, e dopo essersi sottoposti a terapie psicologiche.

Indipendentemente dal tipo di trattamento che ogni paziente decide di prendere, bisogna essere coscienti che lo sport può aiutare davvero tanto, in tutti i casi a seguire: senza nessun sintomo di depressione, depressione lieve, distimia o altre alterazione dell’umore non così gravi (sindrome premestruale, depressione stagionale, tristezza, angosce, paura e stress).

I principali benefici della scelta dello sport invece delle medicine: 

–Il running, con il suo sforzo fisico prolungato, blocca il flusso di idee negative, caratteristico della depressione. 

–Una volta realizzati 30 minuti di sforzo sostenuto, si entra automaticamente in uno stato in cui i pensieri sono spontaneamente creativi e positivi. Sono involontari e si lasciano guidare a ritmo dello sforzo.

Mihaly Csikszentmihalyi, lo studioso del flusso o stato di Flow, riflette sul fatto che ciò che mantiene un corridore in questo stato, è lo sforzo portato al limite, senza superarlo.

-Non è necessario essere giovani per praticare attività fisica, perché persone depresse tra i 50 e i 67 anni che camminano per 30 minuti al giorno, traggono da quest’attività effetti terapeutici.  

L’esercizio ha un impatto sul cervello emotivo, sulle endorfine e sui suoi derivati simile a quello dell’oppio, della morfina e dell’eroina, perché apporta un’immediata sensazione di benessere, senza effetti secondari sgradevoli come quelli di queste sostanze.

Quando si stimola il cervello emotivo, si stimola anche l’attività del sistema immunitario.

Affinché l’attività fisica abbia effetti terapeutici è necessario:

-Che sia regolare

-Non è necessario praticarne troppo

Sforzo sostenuto

-Iniziare pian piano, farsi guidare dal corpo e rimanere sempre al limite, senza superarlo.

-L’esercizio collettivo e di gruppo è ancora più efficace

–Scegliere un esercizio e un luogo che ci piaccia

Se state attraversando un brutto periodo, se siete tristi o soffrite di lieve depressione, cercate di non sottoporvi immediatamente a trattamenti medici, ma rivolgetevi ad un esperto e.. infilate le scarpe da ginnastica!