Stato di flow nella coppia: vivere felici e in sintonia

Per fluire nell'amore bisogna essere in sintonia con il partner. Creare piccoli momenti di intimità in cui ritrovarsi e scoprirsi ogni giorno un po' di più; parlare, ridere e rafforzare il legame in piena libertà.
Stato di flow nella coppia: vivere felici e in sintonia

Ultimo aggiornamento: 24 settembre, 2021

Lo stato di flow nella coppia permette di raggiungere più facilmente stati di felicità in cui regna l’armonia. Significa creare una coalizione a due che oltre a rinsaldare la complicità serve ad affrontare le avversità quotidiane.

Questa teoria sviluppata da Mihaly Csikszentmihalyi nel 1975 può anche essere applicata alla sfera relazionale e fornire un prezioso aiuto.

Gran parte degli studi e dei lavori che riguardano lo stato di flow si riferisce in genere all’ambito professionale o della crescita personale. Tale concetto descrive uno stato d’animo in cui tutta la nostra attività psicologica è concentrata sull’azione che stiamo realizzando. Questo punto di alta concentrazione è a sua volta accompagnato da un senso di grande soddisfazione.

Negli ultimi anni, tuttavia, specialisti nel campo delle relazioni affettive come la dottoressa Brenda McDaniel dell’Università del Kansas (Stati Uniti), hanno messo in evidenza un aspetto molto interessante, ovvero che anche le coppie possono raggiungere questo stato mentale ed emotivo in diversi modi.

Oltre a ciò, se si tiene conto dei principi generali della teoria dello stato di flow, la relazione di copia non può che avvantaggiarsene in termini di felicità e stabilità.

Per esempio, esperienze semplici come intrattenere quotidianamente delle conversazioni ricche di significato con la persona amata aiutano a ridurre lo stress e favoriscono complicità, affetto e impegno. A volte gli investimenti più semplici sono anche quelli più gratificanti.

“È nell’essere pienamente coinvolti in ogni dettaglio della nostra vita, buono o cattivo che sia, che troviamo la felicità, e non nel tentativo di perseguirla”.

-Mihály Csíkszentmihályi-

Intimità di coppia.

Componenti che contraddistinguono lo stato di flow nella coppia

Mihaly Csikszentmihalyi introdusse il concetto di stato di flow (flusso) in ambito psicologico con una metafora. Quando i venti della fortuna soffiano in nostro favore, ci sentiamo sospinti in avanti, come trasportati placidamente dalla corrente di un fiume.

Così, l’idea di flusso descrive un’attività per noi significativa a tutti i livelli, che non solo ci rende felici e soddisfatti, ma che ci dona anche la netta sensazione di essere sulla strada giusta lungo il viaggio dell’esistenza.

Tali principi si applicano perfettamente anche al mondo delle relazioni affettive. Lo stato di flow nella coppia è dunque un ulteriore punto di vista da prendere in considerazione per godere di maggiore benessere. Vediamo quali sono i componenti principali.

Personalità diverse, ma con obiettivi simili

Avere un partner non significa, neanche lontanamente, avere caratteri simili, opinioni identiche, stessi gusti o passioni. Niente affatto. Per vivere una relazione sentimentale felice e appagante, è invece essenziale condividere valori e obiettivi.

Poco importa se nel lungo viaggio dell’esistenza insieme, uno dei due sia il nostromo, il capitano o il commissario di bordo. Ciò che conta davvero è viaggiare sulla stessa barca e sulla stessa rotta.

Coppia sorridente.

Concentrazione e attenzione nello stato di flow nella coppia

A differenza di ciò che accade nello stato di flow applicato all’ambito professionale, nella relazione di coppia la concentrazione si rivolge alla relazione stessa. Ma cosa vuol dire esattamente?

  • Essere concentrati sulla relazione significa comprendere il senso dell’essere una coppia, il che comporta la consapevolezza dei bisogni dell’altro.
  • Significa ricordarsi quotidianamente che l’amore non va dato per scontato, che bisogna prendersi cura dei dettagli, essere proattivi, coltivare la comunicazione, uscire dalla routine e condividere del tempo di qualità insieme.

Competenze per affrontare insieme le sfide

Lo stato di flow nella coppia richiede anche un’altra abilità importante: saper superare insieme le difficoltà. Questa competenza non si apprende da un giorno all’altro, bensì nei momenti difficili che mettono alla prova. È lì che emerge il meglio o il peggio di noi.

Solo chi è in grado di offrire sostegno, comunicare, trovare accordi, essere accessibile e capace trovare soluzioni piuttosto che problemi nelle avversità, dimostra tutta la sua competenza.

Fluire, dopo tutto, non significa scorrere lungo il fiume della vita solo quando è placido e sicuro, ma anche saper superare ostacoli e pericoli.

Attività da condividere nel flusso

I partner possono avere ciascuno le proprie passioni, momenti di piacere esclusivi, sport e momenti dedicati alla condivisione con i propri amici o parenti

Tuttavia, è altrettanto importante che la coppia dedichi tempo ad attività quotidiane in cui stare insieme porti a uno stato di flow incomparabile.

Stiamo parlando di momenti in cui ridere insieme, coccolarsi a vicenda, rivelarsi, etc. Ecco alcuni esempi di attività che vanno nella direzione del flow:

  • Dialoghi gratificanti.
  • Sesso.
  • Bagno e doccia insieme.
  • Viaggi.
  • Sport.
  • Massaggi.
  • Cucinare insieme.
  • Guardare film, leggere lo stesso libro e commentarlo insieme.
Fidanzati che si baciano.

Conclusioni

Ottenere lo stato di flow non è poi così difficile. Si tratta solo di avviare un metaforico ballo a due, in cui godere della presenza del partner con maggiore fiducia, unione e gioia. L’amore si trova, ma la felicità va coltivata ogni giorno affinché si mantenga viva e non sfugga via.

Potrebbe interessarti ...
Solitudine di coppia: la freddezza che allontana
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
Solitudine di coppia: la freddezza che allontana

La solitudine di coppia è un'esperienza devastante e contraddittoria. Non c'è niente di più doloroso di sperimentare l'indifferenza della persona a...



  • Mirvis, P. H., & Csikszentmihalyi, M. (1991). Flow: The Psychology of Optimal Experience. The Academy of Management Review16(3), 636. https://doi.org/10.2307/258925