Tecniche di studio efficaci

29 Novembre 2019
Assimilare e memorizzare le informazioni può essere una sfida complicata. Questo è il motivo per il quale oggi vogliamo parlarvi di cinque tecniche di studio efficaci che potranno esservi d'aiuto quando le nozioni che dovete studiare non vi motivano troppo.

Il motivo che ci spinge a parlarvi di diverse tecniche di studio evitando di concentrarci su una sola, risiede nel fatto che ognuno di noi si adatta meglio a un determinato modo di assimilare e memorizzare le informazioni piuttosto che a un altro. Alcuni studenti hanno un approccio visivo, mentre altri si registrano mentre leggono gli appunti e poi si riascoltano.

Oggi vogliamo presentarvi cinque tecniche di studio efficaci che potrete, se volete, combinare tra loro. L’obiettivo è quello di dare alle persone che stanno studiando (a scuola, all’università, ecc.) un piccolo aiuto per affrontare la preparazione di un esame o di un test.

Ragazza con occhiali che studia seduta sulla poltrona

5 utili tecniche di studio

1. Sottolineare solo le nozioni importanti

In molti studi, si parla della sottolineatura come uno dei modi per “[…] evidenziare le informazioni importanti che stiamo leggendo”.

Questa azione ci permette di gestire al meglio il tempo che abbiamo a disposizione per lo studio. Quando andremo a rileggere le pagine studiate, ci concentreremo solo sulle informazioni sottolineate. In questo modo, memorizzeremo quello che è importante e tralasceremo quello che non lo è.

La sottolineatura è un modo per evidenziare le informazioni importanti di ogni paragrafo. In seguito, quando verrà fatta una seconda lettura, si destinerà un’attenzione maggiore solo alle parti che sono state sottolineate.

2. Leggere ad alta voce

La seconda tecnica di studio di cui vogliamo parlarvi è leggere ad alta voce. Questa semplice azione ci permette di concentrarci su quello che stiamo leggendo anche quando gli argomenti sono piuttosto noiosi. Leggere ad alta voce migliora inoltre la nostra comprensione. Molti studenti utilizzano questa tecnica per una migliore memorizzazione delle informazioni contenute nel testo.

Leggere ad alta voce consente agli studenti di ripetere gli argomenti più difficili da capire permettendo loro di acquisire la capacità di spiegarli con parole proprie. Si tratta di una delle migliori tecniche di studio e dà buoni risultati.

3. Tecniche di studio efficaci: fare un riassunto

Molti studenti fanno dei riassunti perché preferiscono studiare su un testo prodotto da loro. Tuttavia, a volte, risulta difficile separare le informazioni importanti da quelle che non lo sono. Questa tecnica potrebbe rappresentare un passo successivo rispetto alle due precedenti.

Dopo aver fatto un riassunto – che permette a uno studente di esprimersi con parole proprie e di facilitare la memorizzazione delle informazioni – vi consigliamo di sottolineare le parti importanti del testo che avete prodotto. Questo vi permetterà di rendere più produttivo il tempo dedicato allo studio quando verrà il momento di ripassare.

4. Fare uno schema

Alcune persone non riescono a studiare dai riassunti. Ritengono che sia un passaggio che si possa saltare perché preferiscono fare degli schemi. Questa convinzione è piuttosto comune in chi ha una memoria visiva (o fotografica) molto sviluppata. Attraverso gli schemi, queste persone riescono a vedere più chiaramente le informazioni importanti e quelle che non lo sono.

Gli schemi aiutano a ricordare i concetti significativi in maniera veloce senza dover ricorrere a pagine e pagine di riassunti. Lo studente può usare parole proprie per esprimere le informazioni che sono state schematizzate. Per fare uno schema, bisogna leggere l’intero testo.

Nella creazione di uno schema efficace bisogna utilizzare frasi brevi, esprimere i concetti in modo chiaro e creare una struttura che permetta allo studente di ricordare le informazioni. È la più personale delle tecniche di studio.

Ragazza che prende appunti mentre studia

5. Usare regole mnemoniche

Se uno studente ha scoperto di trovarsi bene utilizzando gli schemi, ma ci sono ancora dei concetti che non riesce a memorizzare, può ricorrere alle regole mnemoniche. Richiedono un po’ di allenamento, ma sono molto utili ed efficaci.

Eccovi un esempio molto semplice. Immaginate di studiare il modello OCEAN (o Big Five), ma non riuscite a memorizzare alcuni tratti della personalità che lo compongono. Una regola mnemonica potrebbe essere la seguente:

  • A: amicalità.
  • C: coscienziosità.
  • A: apertura mentale.
  • S: stabilità emotiva.
  • E: estroversione.

Quando in un esame si dovrà parlare di questo modello, basterà ricordare la parola ACASE, e completare la spiegazione con il resto delle informazioni. Questa tecnica è efficace per ricordare gli elenchi e la si può usare in molti modi.

Delle tecniche di studio che vi abbiamo presentato, quale utilizzate? Ne usate una sola o ne combinate più di una? Speriamo vivamente che le tecniche che vi abbiamo presentato possano servirvi. Ora sapete che se una non si adatta alle vostre abitudini di studio, potete provarne un’altra. Non disperatevi, i risultati arriveranno!

“Studiare non è l’atto di assimilare le idee, ma di crearle e ricrearle”

-Paulo Freire-

  • Camarero Suárez, F. J., del Buey, M., de Asís, F., & Herrero Díez, F. J. (2000). Estilos y estrategias de aprendizaje en estudiantes universitarios. Psicothema, 12 (4).
  • Pérez, V. M. O., & Barberis, L. T. (2005). Análisis de los hábitos de estudio en una muestra de alumnos universitarios. Revista Iberoamericana de Educación36(7), 1-9.
  • RIFFO, BERNARDO, CARO, NATALIA, & SÁEZ, KATIA. (2018). CONCIENCIA LINGÜÍSTICA, LECTURA EN VOZ ALTA Y COMPRENSIÓN LECTORA. RLA. Revista de lingüística teórica y aplicada56(2), 175-198. https://dx.doi.org/10.4067/S0718-48832018000200175