Il triptofano: l’aminoacido del benessere

9 marzo 2018 in Curiosità 1202 Condivisi
Figura con braccia aperte triptofano

Il triptofano è l’ingrediente fondamentale per la produzione della serotonina. Questo aminoacido essenziale è uno dei preferiti dal nostro cervello per il suo effetto rilassante, perché è un agente positivo durante i nostri periodi d’insonnia e disturbi d’ansia. Questo precursore della serotonina è un elemento indispensabile per il nostro stato d’animo e il nostro benessere.

La letteratura scientifica è molto chiara ed esaustiva: il triptofano ci ripaga in qualità della vita. Sono numerosi gli studi che ci indicano ripetutamente che il consumo di alimenti ricchi di triptofano o integratori dietetici contribuisce a migliorare gli stati depressivi, a regolare lo stress, a ottimizzare il processo d’invecchiamento e a ridurre i comportamenti aggressivi. È una cosa molto affascinante.

Il triptofano è un aminoacido essenziale che agisce come precursore della sintesi della serotonina. È necessario, pertanto, avere cura della nostra alimentazione per far sì che questo componente di base faccia da tramite nella produzione di questo ormone.
Condividere

In realtà, si continuano a scoprire nuove informazioni riguardo a questo componente magico del nostro organismo. Ma è importante sottolineare un aspetto chiave: ci troviamo di fronte a un aminoacido essenziale, pertanto, così come ci indica la parola, il nostro corpo non lo può produrre. È necessario avere cura della propria dieta e integrare gli alimenti ricchi di triptofano con cui poter favorire un’adeguata produzione di serotonina.

Scopriamo ulteriori dati di seguito.

Il Triptofano

Definizione e proprietà

Il triptofano è un aminoacido essenziale la cui formula molecolare è C11H12N2O2. Già sappiamo che senza di esso non potremmo produrre la serotonina sufficiente a garantire il nostro equilibrio emotivo, la nostra digestione e un coretto riposo notturno. Questa molecola polivalente è chiave, dunque, per altrettanti processi:

  • Ci aiuta a sintetizzare le proteine e le vitamine del gruppo B.
  • Il triptofano è l’agente principale che stimola la ghiandola pineale affinché questa secerna melatonina, essenziale per i nostri cicli sonno-veglia e per frenare l’invecchiamento precoce.
  • Questo aminoacido essenziale ha un effetto antidepressivo molto interessante dovuto, come abbiamo visto, alla sua intermediazione nella produzione di serotonina.
  • È un buon ansiolitico e sappiamo che riduce anche i comportamenti aggressivi.
  • Il triptofano si assunto spesso come integratore dietetico dalle persone obese per regolare la fame nervosa.

La sintesi del triptofano

Questo dato è senz’altro interessante. La maggior parte di noi crede che gran parte dei nostri ormoni, neutrotrasmettitori e alcuni aminoacidi si sintetizzino nel cervello, tuttavia non è così. Un esempio su tutti: nel nostro sistema nervoso centrale si trova soltanto un 5% del totale della nostra serotonina. Ma allora… dove si trova e dove si produce il resto? Nell’intestino tenue.

La flora intestinale

È interessante sapere che godiamo di un affascinante legame tra intestino e cervello, un sistema bidirezionale tra i due in cui si collegano i centri emozionali e cognitivi del primo con il funzionamento periferico del secondo.

Un aspetto importante da non perdere di vista è il fatto che possedere una flora intestinale forte e sana equivale a una miglior produzione di triptofano e, di conseguenza, di serotonina.

Tutto ciò ci porta alla conclusione che è fondamentale curare al massimo la nostra alimentazione e non limitarci soltanto a scegliere determinati prodotti piuttosto che altri (ricchi di grassi saturi, farine raffinate, ecc.) bensì che è altrettanto importante conoscerne l’origine.

Si consiglia di acquistare verdura e frutta d’agricoltura biologica per essere certi che contengano tutte le vitamine e gli aminoacidi essenziali come il triptofano.

Alimenti ricchi di triptofano

Non è una novità che gli scaffali delle farmacie siano pieni di prodotti dietetici ricchi di triptofano. È molto facile trovare pastiglie o flaconi a base di triptofano e melatonina, triptofano, magnesio e vitamina B6, ecc. È quindi opportuno ricorrere a questi formati vista l’importanza di questo aminoacido per la nostra salute?

Banana

La risposta è semplice: prima di ricorrere a questi prodotti è meglio rivolgersi al medico.  Non tutti possono consumare queste proposte dietetiche, inoltre, nel caso in cui ci troviamo sotto trattamento contro l’ansia o la depressione non è raccomandabile ricorrervi. Consultiamoci prima con uno specialista e limitiamoci, semplicemente, a curare la nostra alimentazione al massimo.

Vediamo di seguito quali alimenti sono ricchi di questo aminoacido essenziale:

  • Carni di pollame come pollo o tacchino
  • Salmone
  • Sardine
  • Baccalá
  • Tonno
  • Yogurt
  • Kefir
  • Crescione
  • Avena
  • Riso integrale
  • Fave
  • Piselli
  • Lenticchie
  • Ananas
  • Banana
  • Carciofi
  • Mandorle
  • Noci
  • Semi di zucca
  • Semi di girasole
  • Cioccolato fondente

Per concludere, l’ideale è mantenere una dieta diversificata ed equilibrata senza eccessi, considerando i nostri bisogni e le nostre caratteristiche personali. Se siamo affetti da una malattia, se prendiamo farmaci, abbiamo allergie o altri casi particolari, la cosa migliore da fare è consultare un medico.

Ad ogni modo, va sempre ricordato che ciò che mangiamo (o che non mangiamo) influisce in forma diretta sul nostro stato d’animo, laddove spesso il triptofano è la vera soluzione al problema.

Guarda anche