Avere 50 anni: viva la mezza età!

18, maggio 2017 in Psicologia 7030 Condivisi

Solo fino a qualche decennio fa, le donne di 50 anni erano viste come dolci nonne. Si dava per scontato che a questa età dovessero già prepararsi al loro imminente ritiro dalla sfera lavorativa e che la loro vita affettiva, qualsiasi fosse, fosse ormai un argomento risolto e definito.

Uno dei cambiamenti culturali più evidenti degli ultimi anni è proprio quello del ruolo secondo l’età. E questo si è riflesso soprattutto sulla donna. Prima, ad esempio, non era raro che le ragazze a 18 anni fossero già sposate. Oggi, invece, la maggior parte delle ragazze a quest’età non ha programmi di matrimonio a breve termine.

“Chiunque smetta di imparare è vecchio, che abbia 20 o 80 anni. Chiunque continui ad imparare resterà giovane”.

-Henry Ford-

È avvenuto lo stesso con le donne di mezza età. I 50 anni non sono più quell’età per “uscire dalla circolazione”. Al contrario, si osservano molte donne approfittare di questa loro fase di vita per fare bilanci produttivi e per vivere nuove esperienze che erano state accantonate, soprattutto per mancanza di tempo.

Si sa, ad esempio, che aumenta sempre di più il numero delle cinquantenni che divorziano. È altrettanto elevato il numero delle donne che a quest’età mettono su un’impresa o avviano un’attività particolare. Come è chiaro, lungi dal sentire che ormai è tutto finito, molte donne a quest’età puntano ad un nuovo inizio.

Le donne di mezza età

La mezza età è una fase di grandi cambiamenti, in tutti i sensi. L’orologio biologico indica che il ciclo fertile si è concluso. La pelle non è più soda come prima e si scopre che le linee del sorriso restano lì, anche quando si è serie. Non possiamo più mangiare una fetta di pizza a mezzanotte senza che ci resti sullo stomaco.

I cambiamenti fisici portano con sé fasi di profonda instabilità. La donna a questa età deve abituarsi a vivere in un nuovo corpo e non è sempre facile. Deve anche accettare che i modelli di riferimento con cui valutare il proprio aspetto devono essere altri. Qualcuna non lo accetta mai e cerca di rivivere in sé la ragazza ventenne che era un tempo.

I 50 anni sono anche un’età di bilanci. Si sono acquisite un’esperienza ed una maturità non indifferenti. Al tempo stesso, si ha ancora grande vitalità, anche se la vita ci dà piccoli avvertimenti sull’arrivo del “declino”. Per questo motivo, per molte donne, è il momento di prendere decisioni importanti che prima avevano posticipato.

Il proprio modo di intendere l’amore e la coppia adesso è molto diverso. Si ama con maggiore serenità. Le cinquantenni al giorno d’oggi si sentono più capaci di lasciar andare e di lasciarsi andare. Per questo motivo, le loro relazioni sono più libere e sane. Vi è più realismo e le aspettative nei confronti dell’amore acquisiscono dimensioni più esatte.

Il ruolo lavorativo in un’età meravigliosa

Alcune hanno avuto figli, quindi hanno dovuto dividere il proprio tempo tra il lavoro e l’educazione dei bambini. Molte sentono di aver fatto entrambe le cose a metà. Tuttavia, a quest’età di solito l’attività di educatrici è già conclusa. I figli adesso vengono visti come persone indipendenti, che non hanno bisogno della tutela materna per continuare a vivere.

La maggior parte delle cinquantenni lavora. Non dovendo più crescere i propri figli, di solito si dedicano a quel lavoro che poteva essere vissuto come un ostacolo in altri tempi, ma che adesso è divenuto un elemento fondamentale della propria vita. È frequente scoprire nuove motivazioni o obiettivi. Molte donne a quest’età decidono di andare all’università o di iscriversi a corsi su tematiche di loro interesse.

I 50 sono un’ottima età per affrontare nuove sfide professionali. L’esperienza lavorativa può essere considerevole e molte sentono sia giunto il momento di passare alla fase successiva. Magari avviano un’attività propria oppure ridirigono la propria vita professionale. È un momento magnifico per farlo.

Alcune imparano a vivere in un altro modo, di maggiore qualità. È un tempo favorevole a ciò. Altre, invece, soccombono ad un’inutile nostalgia degli anni passati e che non torneranno. È possibile che si deprimano un po’. Tuttavia, tutte le cinquantenni, di certo, hanno gli strumenti necessari per fare ordine nella propria vita e godere di un’età nella quale tutto può essere migliore.