Abitudini che rovinano il sonno

· 23 Febbraio 2019
Identificare le abitudini che rovinano il sonno è importante se vogliamo avere più energie, se vogliamo raggiungere i nostri obiettivi

Può capitare a volte di sentirsi affaticati, stanchi e senza forze. Lo stress, le scadenze, i cambiamenti e gli imprevisti rubano parte del nostro tempo, soprattutto se non abbiamo ben riposato. Identificare le abitudini che rovinano il sonno è importante se vogliamo avere più energie, se vogliamo raggiungere i nostri obiettivi e, ovviamente, sfruttare i momenti di relax.

In linea generale, una mente riposata è meno dispersa, più concentrata e predisposta al raggiungimento di un equilibrio interiore. Affinché questo sia possibile, tra le altre cose è necessario disconnettere il cervello quando si va a letto. Cosa che, a volte, può rivelarsi molto complicata. Non appena chiudiamo gli occhi, milioni di pensieri cominciano ad affollare la nostra mente impedendoci il sonno.

Uno studio realizzato dall’Università Politecnica delle Marche affronta i pericoli della mancanza di sonno sul cervello. I risultati confermano che non dormire un numero sufficiente di ore in maniera continuativa può incidere a livello permanente sul cervello. La privazione cronica del sonno può persino consumare il cervello, aumentando il conseguente rischio di sviluppo di disturbi neurologici.

In questo articolo vi presentiamo quindi alcune abitudini che rovinano il sonno. Una volta posto rimedio a questo problema, sarete in grado di sfruttare al massimo le ore notturne per sentirvi riposati e rilassati.

4 abitudini che rovinano il sonno

1- Stile di vita sedentario

Una delle abitudini che rovinano il sonno è la sedentaretà. La mancanza di attività fisica impedisce al corpo di conservare le energie. E questo interferisce con i geni del sonno.

L’attività fisica è particolarmente importante per l’equilibrio dei cicli di riposo, dato che stimola la secrezione di sostanze come la serotonina e la melatonina.

Vi consigliamo quindi di praticare almeno mezz’ora di esercizio fisico al giorno. Se vi allenate molto intensamente, è importante concludere la sessione tra le 3 e le 4 ore prima di andare a dormire. In questo modo il corpo avrà tempo a sufficienza per riequilibrare la sua attività interna e impedire che l’attività fisica interferisca con il sonno.

Dispositivi elettronici

2- Dispositivi elettronici

La maggior parte di noi passa ormai gran parte del giorno utilizzando diversi dispositivi elettronici. Guardiamo le notifiche, navighiamo su internet, controlliamo la posta elettronica e i social network. Queste abitudini occupano una grande quantità di tempo, compreso quello precedente alle ore di sonno.

Questa iperconnettività ci impedisce di sfruttare il momento presente. Inoltre, numerosi studi affermano che la luce azzurra emessa dai dispositivi elettronici interferisce con la nostra capacità di dormire bene. Ecco perché una delle abitudini che rovinano il sonno riguarda l’uso di questi dispositivi quando si va a dormire.

Vi consigliamo di sostituirli con la lettura di un libro una o due ore prima di andare a letto. Un’opzione validissima che favorirà il vostro riposo.

“Quando non si trova riposo in sé stessi, è inutile cercarlo altrove.”
-François de la Rochefoucauld-

3- Stress

Tutti abbiamo sulle spalle una certa quantità di stress accumulato. Che sia legato alle nostre responsabilità in ambito lavorativo, ai problemi familiari, a difficoltà finanziarie o anche solo ai semplici inconvenienti quotidiani come il traffico. Questo stress ci rende molto difficile rilassarci e disconnetterci.

Secondo alcuni psicologi, una normale quantità di stress è salutare tanto per il nostro corpo quanto per la nostra mente. Il sentimento di tensione causa il rilascio di norepinefrina, un neurotrasmettitore che migliora lo stato d’animo e la memoria.

Eppure, quando lo stress è costante, il livello di cortisolo rimane alto e il cervello rischia di pagarne le conseguenze. Uno dei primi aspetti a risentirne è il riposo. Se credete quindi che i vostri livelli di stress vi impediscano di dormire, cercate di ridurli in qualche modo. Tecniche come il rilassamento, lo yoga o la meditazione possono aiutarvi.

 

Uomo stressato

4- Essere troppo occupati

L’ultima delle abitudini che rovinano il sonno è l’eccessiva quantità di attività giornaliere.Forse non ce ne accorgiamo, eppure siamo sempre occupati. Ovviamente, questo fattore incide sul nostro riposo. Tenete in considerazione che se state facendo i salti mortali per far conciliare la vostra vita professionale con quella personale, prima o poi ciò altererà la vostra routine notturna.

È quindi importante esaminare i compiti che vi trovate a realizzare ogni giorno. Quali di questi sono necessari e quali invece superflui? Se credete di aver bisogno di un numero maggiore di ore di sonno, concentratevi solo su quelle attività che richiedono davvero la vostra attenzione.

Allo stesso tempo, essere estremamente esausti impedisce sia di riposare che di rilassarsi. Se volete sfruttare al meglio le vostre ore di sonno, dovete cominciare a ridurre il vostro carico di lavoro. Delegate a qualcun altro alcune responsabilità.

Se la mancanza di riposo è un problema che riguarda la vostra quotidianità, cercate di eliminare le abitudini che rovinano il sonno. Scartate quelle che non vi riguardano e adottatene altre.