Acquisire abitudini sane: perché è così difficile?

Tutti vogliamo acquisire abitudini sane. Ce lo riproponiamo, di fatto, a cadenza ciclica. Tuttavia, i dati indicano che nella maggior parte dei casi questo desiderio si riduce a uno o due tentativi infruttuosi. Come mai?
Acquisire abitudini sane: perché è così difficile?

Ultimo aggiornamento: 23 maggio, 2022

Perché non mangiamo frutta e verdura tutti i giorni se sappiamo che ci fanno bene? Perché non svolgiamo attività fisica con frequenza se i benefici sono noti? Perché troviamo una sfida bere almeno due litri di acqua al giorno? Acquisire abitudini sane non è un compito facile, poiché richiede tempo, dedizione e fatica.

La verità è che alla mente umana non piacciono i cambiamenti, perché implicano un grande dispendio di energia. Preferisce rimanere nel noto, nel prevedibile. Fa in modo che tutto rimanga stabile, che non ci siano imprevisti o novità.

Pensiamo a quella volta in aeroporto quando gli altoparlanti hanno comunicato che è stato cancellato il nostro volto. Come ci siamo sentiti? Probabilmente stressati, perché questa nuova informazione richiede al cervello un lavoro extra che non si aspettava

Alla luce di ciò, tendiamo a scappare dai cambiamenti. Vediamo perché acquisire e mantenere un’abitudine non è facile e cosa fare per riuscirci.

Cos’è un’abitudine?

Un’abitudine è un comportamento che si ripete in modo sistematico. Molte delle azioni che compiamo sono rafforzate a fine giornata, a tal punto da essere interiorizzate e assunte come stile di vita.

Una volta che l’azione diventa un’abitudine, la mente non ha più bisogno di sforzarsi. Renderà automatico tutto quello che traduce come ricompensa, ovvero che provoca piacere.

Perché è spesso difficile acquisire abitudini sane?

Sono diversi i motivi per cui non riusciamo a consolidare e integrare alcune sane abitudini nella nostra routine. Nelle righe che seguono presentiamo i più comuni.

Donna che pensa alzando lo sguardo.
La mente è riluttante ai cambiamenti perché comportano l’abbandono della zona di comfort, oltre a costi energetici.

1. Perché ci concentriamo sui risultati

Nella maggior parte dei casi, quando ci prefissiamo un obiettivo, tendiamo a concentrarci sui risultati: perdere peso, aumentare la massa muscolare, ottenere una carnagione perfetta, ecc.

Acquisire una sana abitudine sottolineando ciò che si vuole ottenere di solito genera l’effetto opposto, perché spesso si adottano strategie restrittive, come le diete, o eccessive, come intensa attività fisica: in seguito a ciò, risulta complesso sostenerle a lungo termine.

Quando ci concentriamo sui risultati, è più probabile l’effetto rebound, il che fa recuperare uno stile di vita sedentario e i chili persi. Nel suo libro Atomic Habits, James Clear afferma quanto segue:

“L’alternativa appropriata è prefiggersi abitudini basate sui cambiamenti di identità. Con questo approccio, iniziamo concentrandoci su chi vogliamo diventare”.

2. Ci convinciamo di non poterlo fare

Tutti noi abbiamo certe convinzioni che reputiamo vere. Queste guidano il nostro comportamento, possono aiutarci a raggiungere gli obiettivi oppure limitarci e fungere da ostacoli. Le nostre azioni riflettono chi pensiamo di essere.

“L’essere umano agisce, sente e si sviluppa sempre secondo ciò che immagina essere vero di sé e dell’ambiente che lo circonda. Agiamo e sentiamo non secondo la realtà, ma secondo l’immagine di noi che crediamo rifletta. Le abitudini, sane o malsane, si formano allo stesso modo”.

-Maxwell Maltz-

Se una persona ha pensato per tutta la vita di essere brava nello sport, sarà molto più facile per lei dedicarsi all’attività fisica rispetto a qualcuno che pensa che lo sport non faccia per sé.

In entrambi i casi, l’azione è in sintonia con chi crediamo di essere: c’è armonia tra la condotta e l’identità. Tuttavia, mentre avvantaggia uno, limita l’altro.

Fare un profondo lavoro per mettere in discussione le convinzioni e ricostruire il dialogo interiore è un percorso prezioso per acquisire abitudini sane e lasciarsi alle spalle quelle dannose

Donna che corre all'aperto.
Se crediamo di non essere in grado di fare qualcosa, nutriremo maggiore resistenza.

3. Acquisire abitudini sane è difficile perché perdiamo la motivazione

La nostra mente ama la semplicità; è molto attenta al rapporto costi-benefici. In questo senso, non ottenere risultati immediati, soprattutto se si fanno grandi sforzi, tende a essere demotivante e una delle principali scuse che troviamo per mollare. Ci motiva raggiungere gli obiettivi con il minor sforzo possibile.

Per rendere automatico un comportamento, abbiamo bisogno di ripetizione e tempo. Cosa c’è di meglio che renderlo facile e attraente?

Quando definiamo un semplice piano d’azione, specificando come, quando e dove, è meno probabile perdere la motivazione di fronte a una situazione avversa.

È più probabile consumare frutta se la teniamo in un cestino sul tavolo o bere più liquidi se ogni volta che usciamo portiamo una bottiglia d’acqua nello zaino. Per acquisire abitudini sane, dobbiamo rendere tutto più facile, dunque più sopportabile.

Potrebbe interessarti ...
Abitudini mentali che rendono la vita più difficile
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
Abitudini mentali che rendono la vita più difficile

Scoprite come queste 10 abitudini mentali che rendono la vita più difficile possono inibire la vostra capacità cognitiva.



  • Cenarruzabeitia, J. J. V., Hernández, J. A. M., & Martínez-González, M. Á. (2003). Beneficios de la actividad física y riesgos del sedentarismo. Medicina clínica121(17), 665-672.