Amore e dipendenza da droghe: aspetti comuni

Potrà sembrare strano, eppure amore e dipendenza, almeno quella dalla cocaina, condividono la stessa sindrome: l'astinenza. Quando una relazione finisce, si manifesta una sindrome di astinenza nei confronti della persona amata.
Amore e dipendenza da droghe: aspetti comuni

Ultimo aggiornamento: 19 ottobre, 2021

Siamo tutti, in qualche modo, familiari con l’amore. A seconda della cultura, esso viene interpretato in diversi modi. Il sistema neurale del piacere è centrale nell’esperienza dell’amore. Tuttavia, contrariamente alle credenze popolari, l’amore è legato più al sistema motivazionale che alle emozioni. Ma cos’hanno in comune amore e dipendenza?

I comportamenti coinvolti sia in amore sia a seguito di dipendenza possono essere spiegati dalla neurochimica cerebrale.

L’amore è legato a certe funzioni del sistema nervoso centrale, con determinati nuclei e neurotrasmettitori. Questi hanno come unico scopo l’attaccamento al partner per la riproduzione e la cura della prole.

Amore e dipendenza: punti in comune nel cervello

La chimica dell’amore romantico

Quando siamo attratti da una persona, in molti casi la prima cosa che accade nel nostro cervello è una sorta di bisogno di essere gratificati sessualmente. Questo meccanismo è influenzato dagli ormoni (ovviamente), in particolare estrogeni e androgeni.

Coppia passionale.

Questa fase viene seguita dall’amore romantico. Tale fenomeno può essere definito come il processo di attenzione verso un particolare partner per l’accoppiamento. A esso si aggiunge anche il bisogno di unione sentimentale con il partner. Durante questa fase si verifica:

  • Un aumento della dopamina e della norepinerfrina.
  • Una diminuzione della serotonina.

Infine, c’è una fase di attaccamento al partner al fine di accudire la prole. In questa fase si verifica un importante attaccamento sentimentale, così come una sensazione di comfort. I neuropeptidi che influenzano questo comportamento sono l’ossitocina e la vasopressina.

Comportamenti durante l’innamoramento

Durante l’innamoramento si possono osservare alcuni di questi comportamenti:

  • Dipendenza emotiva.
  • Paura del rifiuto.
  • Ansia da separazione.
  • Empatia.
  • Riorganizzazione delle priorità quotidiane (in modo da essere disponibile per quella persona).
  • Desiderio sessuale
  • Desiderio di legame emotivo.
  • Passione.

Tutti questi comportamenti possono essere spiegati dalla neurochimica. Vediamo cosa succede. Quando la dopamina aumenta, l’attenzione aumenta e con essa la tendenza a considerare la persona amata come unica. Questo può causare:

  • Euforia
  • Inappetenza e insonnia
  • Tremore
  • Palpitazioni
  • Aumento della frequenza respiratoria
  • Ansia
  • Panico
  • Paura
  • Sbalzi d’umore
  • Disperazione se la relazione finisce

Ebbene, le medesime condotte possono verificarsi anche nella dipendenza da droghe, come la cocaina o le anfetamine.

Quando la norepinefrina aumenta, ci fissiamo sulle qualità positive della persona amata. Le qualità negative sono quindi ignorate.

La diminuzione della serotonina genera pensieri ossessivi verso la persona che amiamo. Allo stesso modo, questo si verifica anche nei disturbi ossessivi.

Il denominatore comune tra amore e dipendenza: la sindrome da astinenza da cocaina e l’innamoramento

La sindrome da astinenza è causata da due tipi di dipendenza:

  • Una dipendenza fisica generata da uno stato di adattamento dell’organismo che si traduce nella presenza di alterazioni fisiche quando la somministrazione di cocaina viene soppressa.
  • Una dipendenza psichica, generata da uno stato di soddisfazione e benessere motivato dal consumo di cocaina e che induce l’individuo a ripetere la sua somministrazione per continuare in questo stato o per evitare la comparsa di sintomi di astinenza.

Glawin e Kleber (1986) hanno stabilito tre fasi nella sindrome di astinenza da cocaina:

  • I fase, crash. Da nove ore a quattro giorni. Si tratta di uno stato di grande sconforto che causa depressione, anedonia, insonnia, irritabilità, ansia e un forte desiderio di farne ancora uso.
  • II fase, astinenza. Da una a dieci settimane. Inizia dal 5° giorno dopo l’ultima assunzione della sostanza. Si presenta con anedonia, disforia, ansia, irritabilità, sensazione di noia intensa e desiderio.
  • III fase, Estinzione. Di durata indeterminata. Lo stato affettivo di base viene recuperato con una risposta anedonica normalizzata.
Coppia a letto.

Conclusioni

Potrebbe sembrare strano, ma è un dato di fatto: amore e dipendenza, almeno dalla cocaina, condividono la stessa sindrome di astinenza. Nel caso della fine di una relazione, c’è una sindrome di astinenza nei confronti della persona amata.

Così, sembra che le fasi dell’amore possano essere paragonate a quella della dipendenza. Sembra inoltre che i nostri comportamenti in amore e dipendenza siano abbastanza simili, al punto da presentare le stesse basi neurochimiche.

L’astinenza da cocaina è la sindrome che più assomiglia alla perdita di un partner. Esiste quindi una base scientifica per l’ipotesi secondo cui l’amore sia paragonabile a una dipendenza.

Potrebbe interessarti ...
Distinguere l’amore dal bisogno del partner
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
Distinguere l’amore dal bisogno del partner

A un certo punto della nostra vita, è possibile porsi la seguente domanda:  sappiamo davvero distinguere l'amore dal bisogno del partner?



  • Maureira, F. (2009). Amor y adicción: comparación de las características neurales y conductuales. Revista Chilena de Neuropsicología, 4(2), 84-90.
  • Fisher, H.; Aron, A.; Mashek, D.; Li, H. and Brown, L. (2002) The neural mechanisms of mate choice: a hypothesis. Neuroendocrinology Letters, 23: 92-97.
  • Gawin, F. H., & Kleber, H. D. (1986). Abstinence symptomatology and psychiatric diagnosis in cocaine abusers: clinical observations. Archives of general psychiatry, 43(2), 107-113.