Ansiolitici naturali: quali sono

· 21 febbraio 2018

Esistono vari ansiolitici naturali che possono essere una scelta eccellente (dopo aver consultato il proprio medico) per integrare o sostituire i farmaci allopatici. Sono altamente consigliati per l’ansia lieve o moderata. Inoltre, spesso permettono di ridurre la “carica chimica” che assumiamo, un cambiamento particolarmente positivo nel caso di individui che già assumono farmaci. In tali circostanze, bisogna sempre ricevere il parere del medico prima di prendere qualsiasi decisione.

Lungi dal demonizzare i farmaci, la verità è che sono fondamentali in alcuni momenti. In alcune situazioni di crisi sono l’unica alternativa per alleviare un sintomo e per fare stare meglio il soggetto. Tuttavia, sono noti i loro effetti collaterali, che a loro volta creano altri problemi di salute a medio e lungo termine.

“Il cibo che si mangia può essere la più potente forma di medicina o la forma più lenta di veleno”.

-Ann Wigmore-

Per questo motivo, gli ansiolitici naturali rappresentano un’ottima possibilità. Nessun effetto collaterale e, al contrario, i loro effetti principali sono un vero toccasana per la nostra salute. Rappresentano anche una buona alternativa per il consumo regolare. Non è necessario trovarsi in una condizione speciale per assumere questi ottimi alimenti. Di seguito vi elenchiamo cinque ansiolitici naturali.

Ansiolitici naturali

1. La valeriana

La valeriana è un’erba che viene usata da tempo immemore per “calmare i nervi”. Si tratta di uno dei più noti ansiolitici naturali per le sue proprietà sedative e rilassanti. Non solo aiuta a ridurre l’ansia in quanto tale, ma riduce anche le palpitazioni e aiuta a conciliare il sonno.

Si tratta di un prodotto naturale che può essere facilmente trovato in qualsiasi supermercato ed erboristeria. Non va trascurato il fatto che questa erba ha degli effetti sul nostro corpo, pertanto coloro che prendono dei farmaci di qualsiasi tipo dovrebbero consultare uno specialista prima di assumerla in modo regolare.

Valeriana, un ansiolitico naturale

2. Il tiglio: un’altra meravigliosa erba

Il tiglio è uno dei più antichi ansiolitici naturali. Così come la valeriana, viene utilizzato da secoli per calmare gli stati di agitazione e lo stress. Ha effetti calmanti e aiuta a conciliare il sonno.

L’aspetto migliore è che tutte queste erbe vengano preparate in infusione. Dovete solo mettere a bollire l’acqua. Quando avrà raggiunto il punto di ebollizione, dovrete aggiungere l’erba e togliere dal fuoco. Poi si aspetta una decina di minuti e infine si può bere. L’ideale è farlo tre volte al giorno, una alla sera prima di coricarsi.

3. Il triptofano: un potente amminoacido

Anche se il nome “triptofano” non è molto noto, la verità è che non è un elemento raro. Si tratta di un amminoacido che è presente in vari alimenti. La sua caratteristica principale è che contribuisce a una maggiore produzione di serotonina, un ormone che equilibra lo stato d’animo.

Tra gli alimenti che contengono triptofano, e che quindi agiscono come ansiolitici naturali, ci sono il tacchino, il pollo e il pesce azzurro. E poi anche il tuorlo d’uovo, l’ananas, la banana, l’avocado, le prugne, le noci, il cioccolato bianco e alcune alghe, come ad esempio la spirulina.

La banana è un ansiolitico naturale

4. Gli omega-3: fanno bene quasi per tutto

I nutrizionisti insistono sul valore nutrizionale degli omega-3, soprattutto per regolare il colesterolo e migliorare il funzionamento del sistema circolatorio. Ma questo meraviglioso composto ha anche effetti importanti sugli stati d’ansia.

Gli omega-3 hanno una proprietà straordinaria: contribuiscono ad abbassare i livelli di cortisolo,  noto anche come l’ormone dello stress. Questo, naturalmente, si traduce in una stabilizzazione dello stato d’animo. Per questo motivo è considerato uno dei più potenti ansiolitici naturali.

Gli omega-3 si trovano principalmente nel pesce e nei frutti di mare. Ma anche nell’olio di colza, nella soia, nell’agnello, nella carne di manzo biologica, nelle noci del Brasile, nell’olio di oliva, negli spinaci, nelle fragole e nella zucca.

5. Il luppolo: una gemma naturale

Molti pensano che il luppolo sia soltanto un composto per produrre la birra. Tuttavia, i suoi effetti sul nostro corpo possono essere molto importanti, soprattutto quelli sedativi e ipnotici. Gli studiosi segnalano che è particolarmente efficace nel trattamento dei sintomi di astinenza nei fumatori.

E anche per bilanciare lo stato d’animo durante la menopausa. Influisce sulla produzione di estrogeni e, quindi, bisogna consultare il proprio medico prima di assumerlo per questo scopo.

Tutti questi ansiolitici naturali sono facili da ottenere, a buon mercato e di sapore gradevole. Conviene assumerli con regolarità, soprattutto quando siamo molto inclini allo stress, che è la porta d’ingresso per l’ansia.

Luppolo, uno degli ansiolitici naturali