Assicuratevi che ciò che scegliete vi renda felici

· 27 dicembre 2016

Qualsiasi età abbiate, la vostra vita è un attimo appassionante. Spesso pensiamo che essere felici sia complicato, ma se poteste fare qualcosa di semplice per sentirvi meglio, lo fareste? Tutti abbiamo i nostri dolori, cose che abbiamo fatto e non fatto, desideri non realizzati, persone…

Allora, cosa distingue le persone che sembrano essere più felici delle altre? Il segreto sta nell’attenzione che dedichiamo alle cose positive e a quelle che invece non lo sono. 

Qualsiasi cosa accada, siate emotivamente intelligenti e conservate nella vostra memoria più ricordi positivi che negativi, anche se questo richiede uno sforzo maggiore. Se avete varie opzioni per andare avanti, assicuratevi di scegliere quella che alla fine non vi renderà tristi. E che, qualsiasi cosa facciate, vi renda felici.

Che l’obbiettivo sia sempre “essere felici”

Il succo della questione, l’obbiettivo ultimo, è il proprio benessere fisico ed emotivo: nessuno vuole vivere la vita senza godersela. Tutti vogliamo palparla, assaporarla ed esprimerla al massimo, fino a sentirci interiormente pervasi dalla pace.

Per questo  motivo, è sempre bene individuare le piccole cose che ci fanno stare bene e ottenerle. Ricordate che le cose potrebbero non andare per il verso giusto, ma se non sapete cosa volete né cosa cercate, sarà molto più difficile che vadano bene.

Si tratta della forza emotiva che risiede nell’avere ben chiaro dove si vuole andare, affinché, poco a poco, si capisca come arrivarci. Con la felicità, ci si scontra durante il cammino, ma deriva anche dal prendersi cura di se stessi.

ragazza-scrive
Il segreto è trovare la strada giusta

È logico che, se mettiamo in pratica azioni che ci piacciono e ci fanno stare bene, creeremo fonti di energia positiva. La felicità ci aspetterà lì, nel momento preciso e nel cammino giusto per noi. Ebbene, qual è il cammino giusto? Quello individuale, basato su piccole abitudini che ci fanno sentire meglio ogni giorno.

¨Tu non troverai la felicità,

ti troverà lei in un preciso momento¨

-John F. Bisner Ureña-

Non esiste un metodo comune per raggiungere la felicità: ogni individuo è felice in modo speciale e determinato. Ad esempio, una persona può combattere la tristezza scrivendo e un’altra prendendo un caffè con gli amici, un’altra ancora facendo sport.

Lo stesso capita per questioni più importanti che riguardano la nostra vita. Ovviamente non sappiamo cosa può riservarci il futuro, ma possiamo intuire se una decisione ci farà del male e se possiamo evitarla. Utilizzate l’intelligenza emotiva di cui vi parlavamo e concedetevi più carezze che ferite.

La felicità ha un’anima gemella

In qualsiasi circostanza ci troviamo in questo momento, siamo circondati da persone e molte di queste sono anime gemelle che empatizzano con il nostro modo di stare al mondo. Inoltre, non siamo solo gli artefici della nostra felicità, influiamo anche su quella delle persone che ci circondano.

coppia-passeggia-di-notte

 Azioni che riflettono sentimenti di generosità, solidarietà o affetto aumentano i livelli di soddisfazione interiore. Al contrario, l’invidia o i sensi di colpa possono ridurli. La felicità non dipende dagli altri, è bene essere consapevoli del fatto che influisce sugli altri e che è da persone intelligenti utilizzare questa influenza a nostro favore.

“Ciò che importa davvero è che le persone che amate siano felici e in salute.

Tutto il resto è rugiada sul ghiaccio”

-Paul Walker-

Per concludere, non aspettate che siano gli altri a rendervi felici, ma se questo accade, godetevi il momento. Non aspettate che la felicità vi raggiunga senza muovere un dito, ma non lasciatevela nemmeno scappare: ricordate qual è il vostro obbiettivo e agite in base ad esso. Ricordate che c’è spazio sia per le cose negative sia per quelle positive, ma siete voi a decidere quando porre fine alle prime e quanto far durare le seconde.

 Ilustrazioni per gentile concessione di: Pascal Campion