Azioni significative ai tempi di Coronavirus

18 Maggio 2020
Alcune azioni particolarmente significative, e quasi alla portata di tutti, rappresentano un'opportunità di arricchimento, oltre a essere utili per affrontare le conseguenze della pandemia.

La crisi generata dalla pandemia da Coronavirus comporta svariate implicazioni e innumerevoli cambiamenti nella vita di tutti noi. Sono tante le persone che vorrebbero aiutare in qualche modo, ma non sanno come fare o pensano di non averne la possibilità. Esistono invece tutta una serie di azioni significative con le quali possiamo contribuire.

Buona parte della popolazione è ben conscia della necessità di essere solidali, nonostante il distanziamento fisico. In un modo o nell’altro, siamo tutti colpiti da questa situazione ed è per questo motivo che l’aiuto reciproco acquista grande rilevanza, soprattutto tra le fasce più deboli.

In sostanza, l’obiettivo comune è quello di prendersi cura l’uno dell’altro e di rispettare le norme di contenimento, agevolando così la riduzione del contagio. Anche in una condizione di confinamento si possono intraprendere azioni significative orientate a migliorare la situazione. A quali azioni ci riferiamo? Ve ne presentiamo cinque.

“Uno per uno, siamo tutti mortali. Insieme, siamo eterni “.

-Apuleio-

Donna pensierosa

Azioni significative in tempo di Coronavirus

1. Gestire l’ansia

Uno degli aspetti più difficili da affrontare nell’attuale crisi è il senso di incertezza. Nessuno sa quando finirà tutto ciò e quali conseguenze e impatto avrà su di noi. Nessuno sa, di fatto, se è infetto, se avrà bisogno di cure mediche o se guarirà dall’infezione.

Tutto ciò è sufficiente a generare un significativo accumulo d’ansia. Per alcuni, è più difficile di altri, ma la verità è che tutti viviamo il peso dell’angoscia in questa situazione. Alla luce di ciò, una delle azioni significative durante la pandemia è farsi carico dell’eccesso di stress.

Vale a dire, aumentare la capacità di elaborare i ripetuti momenti d’ansia. E smettere di scaricare l’ansia sugli altri, in forma di aggressività, intolleranza o irritazione.

Se ci impegneremo, saremo sicuramente in grado di trovare i modi più giusti per rilassarci o prendere le distanze quando stiamo male. Potremmo anche chiedere aiuto, di essere ascoltati, in modo maturo e gentile.

2. Evitare i conflitti, una delle azioni più significative durante la pandemia

Uno degli effetti della cattiva gestione dell’ansia risiede nell’impulso a scatenare conflitti. Ci sentiamo tesi e una discussione potrebbe aiutarci a liberare parte dell’angoscia che portiamo dentro. Tuttavia, la cura potrebbe rivelarsi peggiore della malattia, in quanto anche gli scontri hanno delle ripercussioni e nutrono sentimenti e atteggiamenti negativi negli altri.

Ovviamente nessuno di noi ne è totalmente immune. In un modo o nell’altro, tutti saremo soggetti a uno scontro in una situazione come il confinamento. L’importante è prestare attenzione affinché non diventi una dinamica regolare. Un’altra azione significativa è poi quella di evitare scontri per ragioni che non meritano attenzione.

3. Tenersi occupati

Non è necessario impiegare il periodo della quarantena per compiere finalmente l’opera della propria vita, come spesso suggeriscono. Ognuno deve decidere come gestire il proprio tempo nel modo a lui più congeniale. Alcuni prediligeranno il riposo, soprattutto se non lo hanno fatto per molto tempo o se si sentono sopraffatti dalla situazione.

Detto questo, dedicare parte del tempo a qualcosa che ci faccia sentire utili può aiutare l’umore e lo stato d’animo. Individuate delle attività che vi fanno stare bene e godete dei progressi che otterrete con la pratica.

4. Restare in contatto con gli amici

Questo è indubbiamente il momento più propizio per rispolverare l’agenda dei contatti di amici e conoscenti. Perché non chiamarli per sentire come stanno e fargli un po’ di compagnia? Anche questo è un modo per avere nuovi stimoli ed evadere dagli spazi angusti delle mura domestiche.

Una delle azioni più significative in questo periodo consiste nel coltivare e arricchire le amicizie. Sapere di non essere soli, di rimanere uniti anche se a distanza solleva il morale. Pensate soprattutto alle persone che trascorrono la quarantena da sole e per le quali parlare con un amico risulta di grande aiuto.

Videochiamata

5. Condividere

Una delle lezioni che possiamo apprendere da questa crisi riguarda il bisogno di condividere di più. Sarà più facile per tutti superare questa situazione se creeremo un’atmosfera di unione e aiuto reciproco.

Siamo tutti sulla stessa barca e il benessere della collettività dipende in buona parte dalle nostre azioni individuali. Facciamo in modo di ricordare, in questi momenti difficili, che facciamo parte della stessa specie e che dipendiamo l’uno dall’altro.

Il solo fatto di pensare a come poter essere utili agli altri è già di per sé un’azione significativa, che ci predispone verso un atteggiamento costruttivo. Pensare agli altri e trovare il modo per essere d’aiuto ci fa sentire, in buona misura, più forti e ottimisti.