Bisogno di chiusura cognitiva: misurare la tolleranza all’incertezza

5 Aprile 2020
Il bisogno di chiusura cognitiva si riferisce all'urgenza di ottenere risposte chiare e immediate e poterle mantenere nel tempo. Un'urgenza che che diventa un tratto distintivo in ogni persona.

Per tutta la vita, ognuno di noi deve affrontare l’incertezza. Eventi e circostanze imprevedibili per i quali l’esperienza ci aiuta poco. Tuttavia, non tutti reagiscono allo stesso modo alle situazioni poco chiare. Alcune persone si sentono più a loro agio in questo limbo cognitivo, mentre altre devono avere una soluzione il prima possibile. Sono queste le differenze che vengono misurate dal test sul bisogno di chiusura cognitiva.

Se analizziamo le persone che ci circondano, possiamo trovare chi ha difficoltà a prendere delle decisioni con fermezza, a dire in anticipo o esprimere la propria opinione o chi predilige l’ordine, la routine e ha le idee chiare e ben definite.

Se desiderate sapere a quale gruppo appartenete, potete farvi un’idea con il test che stiamo per presentarvi.

Uomo che si pone molti interrogativi

Cosa è il bisogno di chiusura cognitiva?

Questo concetto si riferisce alla preoccupazione di cercare e ottenere una risposta definitiva a un problema o un evento. Si tratta di un’avversione nei confronti della confusione, dell’incertezza e dell’ambiguità.

Sebbene le circostanze esterne possano influenzare la nostra risposta, siamo tutti predisposti a prendere una posizione in modo relativamente stabile. Il bisogno di chiusura cognitiva si stabilisce intorno a due tendenze differenti:

  • La tendenza urgente. Si riferisce alla necessità di ottenere una risposta immediata a una situazione incerta. Ad esempio: “Quando mi diranno se ho superato il colloquio di lavoro?”. Chi ha una marcata tendenza all’urgenza ed è veloce quando prende delle decisioni, può provare grande angoscia in assenza di concretezza.
  • Tendenza al mantenimento. Definisce il forte desiderio di mantenere e perpetuare la chiusura cognitiva raggiunta. Vi è il bisogno di mantenere stabile e ferma quella conoscenza che si è riusciti a ottenere evitando ogni nuova informazione che possa far vacillare la stabilità offerta da quella conoscenza.

Il test sul bisogno di chiusura cognitiva

Il test sul bisogno di chiusura cognitiva è uno strumento che consente di misurare la tendenza di ogni individuo. Questo test presenta 42 items, ma oggi vi presenteremo una versione ridotta.

Consiste in 14 affermazioni alle quali bisogna dare una risposta assegnando un punteggio tra 1 (totalmente in disaccordo) e 6 (totalmente d’accordo) in base alle affermazioni che ci rappresentano di più.

Affermazioni del test sul bisogno di chiusura cognitiva

  • In caso di incertezza, preferisco prendere una decisione immediata, qualunque essa sia.
  • Quando ho davanti diverse alternative potenzialmente valide, decido in fretta a favore di una senza esitazioni.
  • Preferisco decidere in base alla prima soluzione disponibile, anziché considerare in dettaglio quale decisione dovrei prendere.
  • Mi sento molto a disagio quando le cose intorno a me non sono in ordine.
  • In genere evito di partecipare a discussioni su argomenti ambigui e controversi.
  • Quando devo affrontare un problema, non ci penso molto e decido senza esitazione.
  • Preferisco stare con persone che hanno le mie stesse idee e i miei stessi gusti.
  • In genere non cerco soluzioni alternative a problemi per i quali ho già una soluzione disponibile.
  • Mi sento a disagio quando non riesco a trovare rapidamente la soluzione a un problema che devo affrontare.
  • Qualsiasi soluzione a un problema è preferibile rispetto a rimanere in una condizione di incertezza.
  • Preferisco attività in cui è sempre chiaro cosa si deve fare e come deve essere fatto.
  • Preferisco le situazioni alle quali sono abituato rispetto a quelle che non conosco e che non posso prevedere.
Donna dubbiosa

Interpretazione

Per ottenere il risultato finale, basta segnare accanto a ogni affermazione un punteggio tra 1 e 6. La somma dei punteggi oscillerà tra 0 e 84. Più alto è il valore, maggiore sarà il bisogno di chiusura cognitiva.

Il bisogno di chiusura cognitiva influenza la nostra capacità di generare ipotesi e trovare alternative alle situazioni che ci vengono presentate. Ma influisce anche sulla nostra capacità di essere più o meno empatici, tolleranti o flessibili o quando si tratta di formulare un giudizio o avere un’opinione.

  • Horcajo, J., Díaz, D., Gandarillas, B., & Briñol, P. (2011). Adaptación al castellano del Test de Necesidad de Cierre Cognitivo. Psicothema23(4), 864-870.
  • Luis, J., Cervone, N., Biglieri, J., & Quattrocchi, P. Propiedades psicométricas del Test revisado de Necesidad de cierre cognitivo (TR-NCC) en una muestra de estudiantes de la Universidad de Buenos Aires.