In questa casa si fa rumore, si dice “scusa” e si danno abbracci

· 27 agosto 2016

In questa casa si fa rumore, si dice “scusa” e si danno abbracci e seconde occasioni. Perché essere una famiglia vuol dire permettere che il suono della vita ci avvolga e affini la musica dei nostri partiti quotidiani, lì dove esiste il rispetto e, prima di tutto, la sensibilità nei confronti delle necessità di tutti i membri.

Una cosa che sappiamo tutti è che nessuna casa si può paragonare ad un’altra. Ogni famiglia si struttura in base ad alcune dinamiche e alcuni codici di comunicazione personali ed esclusivi che non sempre garantiscono la felicità di tutti i protagonisti. È una cosa davvero complessa.

Ho imparato che prima di cambiare il mondo, bisogna fare tre giri nella propria casa. Per questo, nella mia siamo tutti veri: commettiamo errori e ci perdoniamo; siamo imperfetti, ma ci divertiamo; ci abbracciamo e facciamo molto rumore.

Ci sono case molto grandi dove, oltre al lusso, può vivere la solitudine e l’infelicità. Viceversa, ci sono piccole case in cui regna solo il trambusto di quell’allegria piena di reciprocità, di rendere facili le cose difficili, di accettare le differenze. In fin dei conti, l’autentica ricchezza è proprio questo, essere uniti e sapere che la cosa più preziosa non si possiede, ma si ha accanto.

Vi invitiamo a riflettere su questo.

famiglia felice in casa che legge una storia

Gli elementi che formano la psicologia di una casa

Una casa è un universo in miniatura, un riflesso della società visto al microscopio. Quello che accade tra le quattro mura di una casa è una combinazione tremendamente potente dove i valori, le condotte e le emozioni influiscono in un determinato modo su ogni membro della famiglia.

Gli esperti in psicologia ambientale ci dicono che ogni ambiente è costituito da tre elementi fondamentali ed essenziali, i quali sono presenti anche in ogni casa.

  • I fattori materiali sono gli elementi fisici che conferiscono ad una casa una determinata atmosfera, aspett questo che per il Feng Shui, ad esempio, è molto importante. Secondo questo focus filosofico ed estetico, la disposizione armonica dello spazio ha una determinata influenza sulle emozioni delle persone. Lo avremo notato tutti qualche volta.
  • I fattori personali, d’altro canto, sono determinati dalle interrelazioni delle persone che abitano quello spazio, dalle loro abitudini e dal loro modo di stabilire vincoli gli uni con gli altri.
  • I fattori mentali sono senza dubbio i processi più rilevanti nelle dinamiche familiari. È in essi che si trovano i paradigmi, le convinzioni, i valori, la personalità e i condizionamenti propri stabiliti da ogni membro di una famiglia.
bambino triste legato da lacci

Una casa, dunque, è uno spazio chiuso in cui tutti i suoi “inquilini” dispiegano le loro ali invisibili di influenza nei loro nidi personali dove può regnare, da un lato, il più totale benessere, dall’altro, la più complessa infelicità in base a questi processi mentali.

Da parte nostra, vogliamo spiegarvi come si costruiscono le case più degne e appaganti, queste con musica propria e dove, nonostante momenti migliori ed altri peggiori, la canzone è sempre bella.

Un focolare pieno di emozioni

Secondo un interessante studio raccolto nel libro “Emotional Contangion” di Elaine Hatfield, una casa non è solo il luogo in cui le emozioni si contagiano, ma anche dove la nostra coscienza emotiva ci permette di crescere come famiglia nutrendo necessità, spegnendo paure e creando una sintonia eccezionale in cui nessuno è di troppo, tutti sono indispensabili.

Sappiamo che non è facile costruire una casa, perché una casa non è solo un tetto e delle pareti; una casa è come una coperta in patchwork, delicata e magicamente rifinita, nella quale ogni frammento di stoffa è unico e tutti insieme creano una figura meravigliosa.

Adesso vediamo le caratteristiche che definiscono questi focolari pieni di emozioni.

abbraccio di una madre al figlio

Caratteristiche della famiglia appagante

La famiglia colma di emozioni ed appagante sa, in primo luogo, che non è importante stare sempre insieme. Non esistono pressioni inconsapevoli o consapevoli al fine di controllare ogni membro in modo che occupi il suo spazio nel “nido”, non è una bolla asfissiante in cui si vietano la crescita e la libertà.

  • In una casa colma di emozioni non è importante stare insieme perché è essenziale essere uniti.
  • La famiglia appagante contagia emozioni positive attraverso sguardi comprensivi. Non esistono i virus del ricatto “o tutto o niente”, del “perché lo dico io” o del “se lo fai, vuol dire che non mi vuoi bene”.
  • In una casa intelligente e felice abita la luce delle finestre aperte, dei cuori empatici e delle voci abituate a fare rumore, ad esprimersi con libertà, con autenticità, senza veti né paure.
  • Nel focolare sano si accettano le differenze, non ci sono sanzioni per i punti di vista diversi, tutti godono di spazi personali in cui crescere con dignità e di spazi comuni in cui condividere questo vincolo degno e felice della famiglia che si adora e a cui piace passare del tempo insieme.

Una casa è dove convivono le nostre persone preferite, quelle che chiamiamo famiglia perché hanno saputo creare un focolare dal cuore, tramite un affetto puro e nobile. In fin dei conti, sono queste persone con cui si ride tutti i giorni, che asciugano le lacrime e che rendono la vita meno dura.